Assunzione disabili: gli incentivi del 2016

assunzione disabili

Il DLgs 151/2015 sulle Semplificazioni in materia di lavoro prevede l’attuazione di nuove regole e nuovi sgravi fiscali per i datori di lavoro che assumono lavoratori con disabilità. Il bonus per l’assunzione disabili viene erogato direttamente dall’Inps sotto forma di sgravio contributivo e varia a seconda della tipologia di contratto in essere e dal grado di disabilità del lavoratore assunto.

Resta confermato quanto già stabilito dall’art. 3 della Legge 68/1999 in tema di collocamento obbligatorio. In particolare è previsto che i datori di lavoro pubblici e privati che occupano almeno 15 dipendenti, sono tenuti ad avere alle loro dipendenze i lavoratori con disabilità nella seguente misura:
a) 1 lavoratore, se occupano da 15 a 35 dipendenti
b) 2 lavoratori, se occupano da 36 a 50 dipendenti; .
c) 7% dei lavoratori dipendenti, se occupano più di 50 dipendenti.

La base di calcolo da prendere a riferimento per l'assunzione disabili è data dalla somma di tutti i lavoratori assunti con contratto di lavoro subordinato. Non vanno presi in considerazione:
- i lavoratori occupati con contratto a tempo determinato di durata inferiore a 6 mesi;
- i disabili già in forza;
- i soci di cooperative di produzione e lavoro;
- i dirigenti;
- i lavoratori assunti con contratto di inserimento o reinserimento;
- i lavoratori occupati con contratto di somministrazione presso l’utilizzatore;
- i lavoratori assunti per attività da svolgersi all’estero per la durata di tale attività;
- i soggetti impegnati in lavori socialmente utili;
- i lavoratori a domicilio;
- i lavoratori che aderiscono al “programma di emersione”
- gli apprendisti;
- i lavoratori con contratto di formazione-lavoro;

Tuttavia mentre prima per i datori di lavoro privati che raggiungevano la soglia dei 15 dipendenti era possibile non procedere all’assunzione del lavoratore con disabilità fino a che non fosse stato assunto un sedicesimo lavoratore, con il Jobs Act  tale obbligo scatterà in automatico, a decorrere dal 1° Gennaio 2017, al raggiungimento della soglia dei 15 lavoratori dipendenti.

Per ulteriori informazioni, ti invitiamo a consultare il personale Inps nella sede più vicina a te.

Assunzione disabili: a chi spettano gli incentivi?

Gli incentivi spettano all’azienda che assumerà lavoratori invalidi o disabili nell’anno 2016. Il datore di lavoro riceverà il bonus sotto forma di conguaglio contributivo (in sostanza meno tasse da pagare) per l’assunzione di due categorie di persone:

  • lavoratori con invalidità intellettiva e psichica superiore al 45%;
  • lavoratori con invalidità superiore al 67%.

L'incentivo previsto per l'assunzione disabili è rapportato alla percentuale di disabilità. In linea generale, per l’assunzione a tempo indeterminato (o determinato, se superiore a 12 mesi) di lavoratori con una percentuale di disabilità compresa tra il 67% e il 79%, è previsto un incentivo pari al 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per un massimo di 36 mesi. Se invece la percentuale di disabilità supera il 79%, l'incentivo è del 70%, sempre per un massimo di 36 mesi. Infine il datore che decide di assumere lavoratori con una invalidità superiore al 45%, può beneficiare di un conguaglio fiscale sempre del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, ma con una durata massima fino a 60 mesi.

Assunzione disabili: come richiedere il bonus

Richiedere il bonus per l’assunzione disabili 2016 è molto semplice, basta seguire la procedura che indicheremo in questo paragrafo e fare attenzione alle tempistiche imposte dall’Inps. Innanzitutto è importante dirti che il criterio secondo il quale le domande vengono esaminate e processate dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale è cronologico, quindi è importante intraprendere quanto prima la dovuta procedura di “prenotazione”.

Il datore di lavoro può effettuarla in due modi: recandosi presso la sede provinciale dell’INPS o direttamente sul sito ufficiale www.inps.it. Questo primo passo varrà come prenotazione. Nei 5 giorni successivi il richiedente riceverà una comunicazione dall’Istituto che accerta la disponibilità delle risorse necessarie al caso specifico.

Dal momento in cui riceve questa comunicazione, si hanno a disposizione altri 7 giorni di tempo per concludere il contratto di lavoro. Nei successivi 7 giorni, poi, il datore dovrà comunicare all’Inps i dettagli della nuova assunzione. Noi consigliamo di seguire scrupolosamente i tempi imposti dall’Inps, poiché qualora non venissero rispettati, la procedura effettuata sarebbe considerata nulla, perdendo in questo modo l’ordine di prenotazione e riducendo le possibilità di ricevere gli incentivi.

Assunzione disabili: ulteriori incentivi per l’azienda

I datori che assumeranno personale disabile o invalido, riceveranno ulteriori benefici per adattare il luogo o le modalità di lavoro alle specifiche esigenze di questi ultimi. Nello specifico, è possibile ottenere un rimborso forfettario pari al 50% delle spese sostenute per:

  • adattare la postazione lavorativa alle esigenze dei lavoratori disabili;
  • provvedere all’assunzione di un responsabile per l’inserimento lavorativo;
  • rimuovere le barriere architettoniche esistenti nella struttura lavorativa;
  • istituire le tecnologie necessarie per il telelavoro.

Anche i lavoratori stessi hanno accesso ad alcuni incentivi molto interessanti, che riguardano in particolare l’acquisto del mezzo di trasporto, che potrebbe ad esempio consentire lo spostamento dal luogo di residenza a quello di lavoro. A questo proposito consigliamo la lettura di questo articolo: “Tutte le agevolazioni per i veicoli destinati ai disabili”.

Importanti detrazioni anche per quanto riguarda la tassa di possesso dell’automobile, leggi in proposito “Bollo auto disabili, ecco come richiedere l'esenzione”.

Infine, ti informiamo che ci siamo occupati anche delle agevolazioni che è possibile ricevere per acquistare un dispositivo elettronico. Tutti i particolari nell’articolo: “Sussidi tecnici e informatici: le agevolazioni fiscali per i disabili”.

Assunzione disabili obbligatoria: le sanzioni per chi fa orecchie da mercante

Se sei proprietario di un’azienda con più di 15 dipendenti e le novità introdotte dal Decreto Semplificazioni per l’assunzione disabili in azienda hanno interessato anche te, manifesta l’adempimento dei vincoli inviando all’Inps l'apposito prospetto informativo. Hai tempo fino al 29 febbraio 2016. Ti consigliamo di affrettarti, poiché per coloro che non presentano tale prospetto è prevista una sanzione di 635,11 euro, ai quali verranno sommati 30,76 euro per ciascun giorno di ritardo. Se invece non assumerai l’adeguato numero di lavoratori disabili riceverai anche una sanzione di 62,77 euro per ogni persona disabile e per giorno di ritardo.

Documenti correlati



44461 - renato
02/03/2016
Quale è l'età massima di inserimento lavorativo, assunzione disabile....50 anni o 55.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata