Bolletta luce e gas: tutte le novità introdotte nel 2016

bolletta luce e gas, bolletta 2.0

Quante volte ti sarà capitato di lamentarti per il costo delle bollette? A volte troppo alto, ma senza un apparente motivo. La realtà dei fatti dimostra che sono davvero poche le persone che riescono a divincolarsi tra le voci contenute in bolletta ed avere un quadro chiaro e semplice dei rapporti col proprio fornitore di energia elettrica e gas.

Per far fronte a queste difficoltà l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas ha deciso, nel 2013, di rivoluzionare la bolletta per facilitarne la comprensione da parte dei consumatori. Nel mese di giugno 2015 c’è stata la messa a punto che si è tradotta nella sua effettiva inaugurazione il 1 gennaio 2016. La bolletta 2.0 è sinonimo di novità: vediamo insieme quali sono.

Nuova interfaccia grafica

La prima novità contenuta nella nuona bolletta luce e gas riguarda la grafica: nella prima pagina un grafico a colori illustrerà le voci di spesa che compongono il totale da pagare. Un colpo d’occhio che ne semplifica la lettura e la rende subito più comprensibile. Molto probabilmente l’elemento grafico sarà costituito da un diagramma circolare, solitamente noto ai più come “grafico a torta” in cui le varie voci saranno differenziate da diversi colori e riportate numericamente in un riassunto inerente l’importo totale.

Informazioni più chiare

Grazie all’uso di nuovi termini, meno tecnici, più semplici, ma soprattutto identici per gli utenti di entrambi i mercati, sarà possibile agevolare la comprensione dei costi e le eventuali irregolarità. Ma soffermiamoci per un attimo sulla terminologia della nuova bolletta luce e gas: gli attuali servizi di vendita, che illustrano il prezzo dell’energia, saranno sostituiti dalla dicitura: “SPESA PER L’ENERGIA ELETTRICA” o “SPESA PER IL GAS”; gli attuali servizi di rete, che riguardano il prezzo del trasporto dalle centrali alle abitazioni e la gestione del contatore, saranno espressi nella nuova bolletta come “SPESA PER IL TRASPORTO E LA GESTIONE DEL CONTATORE”.

All’interno dei servizi di rete sono comprese anche le “SPESE PER GLI ONERI DI SISTEMA” che nella nuova bolletta 2.0 costituiranno come una voce a parte (tra questi oneri ricordiamo: gli incentivi alle fonti rinnovabili e assimilate, la promozione dell'efficienza energetica, gli oneri per la messa in sicurezza del nucleare e le compensazioni territoriali, la copertura delle agevolazioni tariffarie riconosciute per il settore ferroviario, le compensazioni per le imprese elettriche minori, il sostegno alla ricerca di sistema e la copertura delle agevolazioni per le imprese a forte consumo di energia elettrica).

Inoltre, sarà presente la voce “RICALCOLI” laddove siano stati effettuati dei conguagli e la voce “ALTRE PARTITE” che riguarda ulteriori rimborsi di vario genere. Una voce a parte, invece, sarà destinata agli utenti che stanno usufruendo del “BONUS SOCIALE ELETTRICO” o del “BONUS SOCIALE GAS”. La voce apparirà in bolletta solo nel periodo di validità.

Ultimo riferimento, prima del totale, è quello riguardante le “IMPOSTE”, ovvero le tasse che abitualmente paghi per le utenze di luce e gas.

AEEG introduce il costo medio unitario

La nuona bolletta luce e gas si dimostra più trasparente grazie anche all’introduzione del costo medio unitario relativo sia all’importo totale della bolletta, sia al costo di una singola unità di energia elettrica (espressa in kilowattora) e gas (espressa in metri cubi).

Il costo medio unitario totale sarà dunque calcolato attraverso la formula: C.M.U. = costo totale bolletta (espresso in €) / consumi fatturati (kWh) (mᶟ). Mentre il costo medio unitario relativo al costo dell’energia verrà calcolato attraverso la formula: C.M.U. = costo dell’energia/gas (espresso in €) / consumi fatturati (kWh) (mᶟ).

In definitiva grazie al costo medio unitario diventerà più semplice tenere sotto controllo le tariffe offerte dal tuo fornitore ed identificare eventuali rincari.

Qualora non accettassi suddetti aumenti, potrai sempre ricorrere alla disdetta del contratto per la fornitura di energia elettrica o gas, da effettuare compilando questo specifico modulo, per poi rivolgerti ad un'altra azienda fornitrice.

Se hai sottoscritto un contratto con un fornitore del mercato libero, ma vuoi tornare nel mercato tutelato dell’energia, invece, puoi seguire le indicazioni contenute nell’articolo: “Come passare dal mercato libero al servizio di maggior tutela”.

Fattura in Pdf via posta elettronica per gli utenti con domiciliazione bancaria

Un’altra grande novità introdotta dalla nuova bolletta luce e gas, consiste nel formato della fattura. Se non hai molta dimestichezza con il computer e preferisci pagare le utenze domestiche tramite bollettino, continuerai a ricevere la bolletta in formato cartaceo, mentre se hai richiesto la domiciliazione bancaria delle utenze domestiche, potrai ricevere la nuova bolletta tramite e-mail, sotto forma di documento PDF, ottenendo così anche un piccolo risparmio (riservato esclusivamente agli utenti che scelgono questo tipo di fatturazione).

Affinché tutti consumatori siano a conoscenza di questa innovazione, l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas ha imposto alle varie aziende fornitrici la realizzazione di una guida informativa dedicata alla bolletta 2.0 e la pubblicazione di quest’ultima sui relativi siti ufficiali.

Più informazioni significa più trasparenza

Oltre alle informazioni che abbiamo riportato nei paragrafi precedenti, almeno una volta l’anno dovranno essere indicati in bolletta i dati riferiti alla tua specifica condizione contrattuale. Tra questi ricordiamo: la data di attivazione della fornitura attuale, la data di attivazione relativa ad eventuali modifiche contrattuali, i dati relativi alla tensione dell’alimentazione (nel caso delle bollette relative al consumo di energia elettrica) e il dettaglio del consumo degli ultimi 12 mesi.

Grazie alle modifiche apportate, la nuova bolletta luce e gas ti permetterà di identificare subito eventuali anomalie. Se il totale da pagare ti sembrerà troppo alto probabilmente sarà dovuto ad un aumento sul prezzo dell’energia o del gas: in questo caso potrai consultare i costi medi per assicurartene. Se, invece, non ci sono interventi da parte del fornitore, è possibile che l’importo anomalo della tua bolletta sia giustificato da un guasto tecnico, come il malfunzionamento del contatore o dell’impianto: in questo caso sarà necessario richiedere alla tua compagnia il dettaglio delle voci, di modo da accertare le cause dell’anomalia e risolvere il problema.

Qualora volessi contestare gli importi delle bollette “anomale” potrai usare questo modulo e seguire le indicazioni contenute nell’articolo: “Come chiedere il rimborso per errori sulle bollette di luce e gas”.

Se, invece, è tua intenzione segnalare dei disservizi al tuo fornitore, potrai avviare una pratica di reclamo. Nel caso in cui tu voglia indirizzare il reclamo al tuo fornitore di gas, ti invitiamo ad utilizzare questo fac simile, mentre se il disservizio è causato dal tuo fornitore di energia elettrica, il modulo da utilizzare è questo. In ogni caso, puoi reperire un’accurata spiegazione sulle modalità di reclamo leggendo l’articolo: “Reclami su fornitura energia elettrica e gas”.

Documenti correlati



44125 - michele gradia
10/02/2016
Salve ho avuto un procedimento di distacco 01/12/2015 mi è stata tolta la corrente il 02/02/2016 a tutt'oggi 10/02/2016 non posso rifare il contratto ne con loro ne con altri gestori il POD mi risulta in fase di risoluzione contrattuale, premesso che non ero assolutamente al corrente di questa situazione di morosità e di non aver ricevuto quindi ne bollette ne avvisi di distacco men che meno raccomandate, a quale santo posso rivolgermi per riavere la corrente elettrica?

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata