Come comunicare la cessione di un fabbricato

Chi cede la proprietà o consente a qualunque altro titolo l'uso di un fabbricato o parte di esso, per un periodo superiore ad un mese, deve darne comunicazione al Commissariato di P.S. nella cui circoscrizione risulta l'immobile oppure, ove questo manchi, al Sindaco. Questo il modulo da utilizzare.

L’obbligo in particolare spetta a chi, avendo la disponibilità dei locali in nome proprio o altrui (proprietario, usufruttuario, locatario in caso di sublocazione, rappresentante legale), li cede ad altri. Deve essere denunciata la cessione dei fabbricati di qualsiasi tipo e condizione e a qualunque uso adibiti: fabbricati civili, commerciali, industriali, urbani, rustici, integri, semidiroccati, in costruzione.

La comunicazione deve avvenire entro 48 ore dalla consegna dell’immobile. Dunque ai fini della decorrenza dei termini si deve tener conto del momento della disponibilità di fatto dell’immobile e non del momento dell’accordo o della firma del contratto. Vanno specificati, in particolare, l'esatta ubicazione dell'immobile e le generalità dell’acquirente, del conduttore o della persona che assume la disponibilità del bene. L’identità del cessionario deve essere obbligatoriamente accertata dal cedente mediante l’esame di un documento di identità. Non sono ammesse altre modalità, neppure l’eventuale conoscenza personale.

La comunicazione può essere effettuata anche per posta, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Documenti correlati



15381 - ANTONIO PELOSO
20/02/2010
quale modulo o tipo di comunicazione devo utilizzare quando l'inquilino/ospite lascia l'appartamento che gli ho messo a suo tempo a dispoisizione ( con regolare denunciA nelle 48 h alla questura) Devo fare una nuova racc.ta rr alla questura in cui dichiaro che il Sig....se ne è andato ? grazie

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata