Come comportarsi se la bolletta non arriva?

ritardo bolletta,  mancato recapito bolletta

Generalmente le bollette arrivano con largo anticipo. Può accadere, tuttavia, che per problemi organizzativi interni del gestore del servizio (gas, elettricità, telefonia, ecc.) o per ritardi e disservizi dei centri di lavorazione e di smistamento della posta, le bollette arrivino con mesi di ritardo oppure non arrivino affatto.

Cosa può accadere se la bolletta non arriva

Per coloro che non hanno la domiciliazione bancaria la bolletta è l'unico strumento in proprio possesso per regolarizzare i pagamenti. Se non arriva si rischia non solo di subire la sospensione del servizio, ma anche di vedersi prima o poi recapitare una lettera di intimazione e diffida da parte della società di recupero crediti a pagare tutti gli arretrati, magari senza nemmeno aver mai ricevuto un sollecito di pagamento.

Come comportarsi allora in questi casi?

Innanzitutto chiamate il call center dell'azienda fornitrice e verificate che l'indirizzo di recapito delle fatture sia corretto. Se l'indirizzo è corretto cercate di capire quali possono essere i motivi del ritardo, ma state attenti a non farvi liquidare con frasi del tipo "sarà un problema delle poste" o "non si preoccupi, vedrà che prima o poi le fatture arriveranno".

Il consiglio che vi diamo in questi casi è di inviare immediatamente al gestore del servizio una lettera di messa in mora, intimando il ripristino della regolare periodicità di emissione e invio delle fatture così come previsto dal contratto di fornitura.

Contestualmente chiedete che non vi siano addebitati gli interessi di mora sugli importi a debito, visto che non c'è alcuna responsabilità da parte vostra, e l'offerta da parte della stessa azienda di un pagamento dilazionato degli arretrati con rate che non vadano molto oltre i vostri abituali pagamenti.

Questo il modello di costituzione in mora per mancato recapito delle bollette che potete utilizzare.

Per finire ricordate che non siete tenuti a pagare alcuna somma se non ricevete alcuna fattura per un tempo minimo di 5 anni dall'ultima emessa.

Documenti correlati



47785 - Redazione
09/12/2016
Stefano, l'unica cosa che possiamo consigliarle è di comunicare per iscritto a Telecom questa situazione (non solo tramite call center), ciò le consentirebbe di far valere più efficacemente le sue ragioni nel momento in cui - ci auguriamo di no - dovesse subire una nuova sospensione della linea. Nel nostro articolo trova un link ad un fac simile di lettera di messa in mora.

47756 - Stefano
07/12/2016
Io ho un contratto Telecom da anni, da qualche mese circa non mi arrivano piú le bollette e chiamando e richiamando mi hanno sempre detto che me la facevano riavere, mai arrivate e mi hanno sospeso pure la linea. Pagato tramite lottomatica e anche la riattivazione... Poi una arriva regolarmente ma dopo ancora nulla, alla fine richiamo e mi avevano messo l'indirizzo della mia casa vecchia di anni fa?! Ma come è possibile? Adesso per colpa loro rischio di avere due bollette arretrate e che la linea mi venga risospesa, come posso fare? Le bollette devon arrivare regolarmente.

47519 - Giorgio
24/11/2016
Io sono utente registrato eni, quindi ho tutte le fatture in formato digitale, inoltre ricevo la fattura cartacea anche via posta. Tuttavia pur avendo pagato tutte le fatture, ricevo una diffida per una fattura del 2015, che non ho mai ricevuto, ma cosa alquanto strana la fattura in questione non è presente nella mia area personale. Invio reclamo ad eni per avere delucidazioni in merito. La risposta dell’esercente è che a causa di una anomalia tecnica, non risulta possibile reperire nei nostri archivi informatici e cartacei, la copia della fattura, la quale sarà inviata a mezzo posta entro 120 gg. Ma vi rendete conto dell’assurdità, in pratica la fattura non esiste nei loro archivi, infatti ho risposto che la richiesta di pagamento deve essere documentata. Invece ricevo lettera di diffida e bollettino di pagamento! Oggi ricevo seconda lettera di diffida, ma la fattura non l’ho mai vista, ma nemmeno loro, perché poi scrivono sarà inviata a mezzo posta entro 120 gg. Partendo dal fatto che le fatture sono elaborate al computer, non è scritta a mano, e la produzione cartacea della stessa altro non è che la stampa del file, dico cose ovvie, ma non riesco a capacitarmi della loro risposta, come se il problema sia l’invio cartaceo, anzi potrebbero benissimo inviarmi una notifica tramite email che la stessa fattura è ora presente nella mia area personale. La risposta che vorrei ricevere sarebbe questa. Detto questo sono tenuto a effettuare il pagamento e a pagare la mora? Se pago e non ricevo la fattura, eni sostiene che ho fatto dei consumi e non restituirà mai i soldi. Il cliente deve esibire la prova di pagamento quando viene richiesta dall’esercente, mentre se il cliente chiede la fattura e questa non viene prodotta cosa succede?

47145 - Redazione
27/10/2016
Ettore, ma in tutto questo tempo ha fatto presente la situazione alla compagnia? Ha inoltrato delle comunicazioni scritte in tal senso?

47136 - Susanna
27/10/2016
Buongiorno quasi due anni fa ho disdetto un contratto di telefonia fissa e adsl con wind infostrada, perche' non volevo piu' avere linea fissa.. dopo qualche settimana son stata contattata da wind che mi diceva che ci sarebbero volute ancora un paio di settimane per interrompere il servizio. Ora son passati due anni, son sicura di non essere piu' cliente wind, ma la linea e' ancora attiva e anche l'adsl con gli accessi che mi aveva fornito wind. Ma se chiamo wind per chiedere informazioni non risulto loro cliente. Cosa posso fare? Non vorrei che un giorno mi arrivassero bollette da qualche operatore.

47123 - ettore p.
26/10/2016
Dopo sei anni ho ricevuto una fattura per un importo di 8300 euro. Voi dite che non sono obbligato a pagare, come devo comportarmi?

47040 - Redazione
20/10/2016
Patrik, le consigliamo di recarsi nel più vicino Punto Enel Energia o Punto Enel Servizio Elettrico, siamo certi che otterrà ogni chiarimento circa la sua posizione.

46997 - patrik
20/10/2016
Salve, 3 ani fa ho cambiato casa e ho preso in affitto un appartamento mai abitato prima, dove non c'era nè luce, nè gas. Ho fatto richiesta per un nuovo contratto enel e hanno aperto la fornitura di luce. Il problema e che in questi 3 anni non ho ricevuto alcuna bolletta. Ho provato chiamare e mi hanno detto che non sono un loro cliente. Sono 2 tipi di enel ho provato chiamare tutti due, mi hanno risposto uguale: non sono un loro cliente. Cosa devo fare? Grazie

46556 - Redazione
09/09/2016
Gianni, premesso che la prescrizione delle bollette per le utenze domestiche si attiva trascorsi 5 anni dalla data di scadenza del pagamento, il nostro consiglio è comunque quello di recarsi quanto prima all'ufficio tributi del comune o dell'azienda che fornisce il servizio col fine di porre chiarezza sulla sua posizione.

46552 - Gianni
08/09/2016
Ci siamo resi conto che non riceviamo la bolletta dell'acqua da quando la casa é stata costruita ed é stato fatto l'allacciamento nel 2003 (il costruttore conferma che é stato fatto, ma probabilmente corrisponde ad un'altra persona). Non ci sono mai stati recapitati avvisi, niente. Cosa dobbiamo fare? Saremo obbligati a pagare tutto i consumi fin dall'inizio? E come verranno calcolati? Grazie.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata