Come contestare una bolletta telefonica troppo "salata"

contestazione fattura telecom, contestazione bolletta telefonica

I conteggi del traffico riportati sull'ultima bolletta telefonica sono eccessivi rispetto al vostro standard abituale? Inviate una comunicazione (raccomandata con ricevuta di ritorno) al gestore spiegando con precisione i motivi della contestazione e contestualmente richiedete il dettaglio specifico di tutte le telefonate relativamente al periodo oggetto di contestazione.

Qui trovate alcuni fac simile di lettera di contestazione bolletta telefonica che potete personalizzare sulla base delle vostre specifiche esigenze. Ricordarsi sempre di allegare alla lettera una copia della fattura che si intende contestare.

Naturalmente non ci si può limitare a sostenere di non avere utilizzato il telefono. Questo significa che potrete esonerarvi dal pagamento solo se riuscirete a dimostrare l'esistenza di circostanze univoche che facciano presumere ad esempio una utilizzazione esterna della linea.

Se la contestazione non sortisce alcun effetto, potete agire in giudizio nei confronti del gestore, ma siete tenuti a promuovere preventivamente un tentativo di conciliazione dinanzi al Co.Re.Com. (Comitati Regionali per le Comunicazioni) della propria regione. L'istanza può essere inoltrata mediante la compilazione del Formulario UG.

Se in sede di conciliazione trovate un accordo, viene redatto un verbale che ha valore di contratto di transazione tra le parti, le quali sono obbligate a rispettarlo.

Dopo 30 giorni senza che sia stata fissata un’udienza dal Co.Re.Com., oppure se non c’è accordo o una delle due parti non si presenta, potete rivolgervi al Giudice di Pace competente per il territorio (consegnare due fotocopie di tutta la documentazione, compresa la raccomandata inviata al Corecom), purché l’importo della fattura  contestata non superi i 516,46 euro.

Ricordate, infine, che avete tempo 5 anni per chiedere il rimborso. Trascorso questo periodo il diritto al rimborso cade in prescrizione.

Documenti correlati



32162 - Redazione
22/09/2014
Francesca, sottoscriviamo appieno la sua osservazione.

32153 - precetti francesca
22/09/2014
Relativamente ai piani tariffari previsti dai gestori telefonici ritengo sia eccessivo il divario che prevede una quadruplicazione dei costi a carico dei soggetti con P.IVA in un momento dove l'unica possibilità di ridare fiato alle imprese è quella di ridurre i costi di gestione non la tassazione su redditi inesistenti; i bilanci sono ormai da anni a risultato di esercizio a zero o negativo.

20159 - Redazione
05/01/2013
Sara, se la bolletta dell'acqua non la convince provi a leggere questo articolo. Ad ogni modo richieda la rateizzazione della bolletta utilizzando questo fac simile.

20142 - sara
05/01/2013
Abbanoa, gestore dell'acqua in Sardegna ci ha mandato dei vecchi conguagli del 2010 e del 2011 più la bolletta del secondo semestre 2012 tutte con la stessa scadenza per il pagamento.A parte che i consumi da loro stimati non mi convincono per niente,è possibile farsi rateizzare questo assurdo importo di oltre 1000 euro dato che non ci è possibile tirarli fuori tutti in una volta?

19962 - Redazione
27/12/2012
Giuliano, probabilmente l’operatore Infostrada intendeva riferirsi al pagamento dei "costi di disattivazione", nel qual caso le consigliamo la lettura di questo articolo oltre che dei relativi commenti. Il pagamento di tale costo per alcuni operatori non è dovuto dopo che è decorso la durata minima contrattuale che varia a seconda dei casi (da 1 a 2 anni). Per altri operatori, invece, il pagamento è dovuto a prescindere dalla durata contrattuale.

19955 - giuliano
26/12/2012
Infostrada mi chiede di pagare il codice migratorio.Se e obbligatorio pagare,chiedendo avari gestori telefonici mi dicono che non e cosi,e se era possibile scaricare un modulo per contestare una bolletta da contestare.In attesa di risposta la ringrazio.

19942 - Redazione
23/12/2012
Agatino, le consigliamo di inviare alla compagnia una comunicazione scritta di diffida più che parlare con i call center, eventualmente segnalando la problematica all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AgCom), questo il modello. Se non ottiene alcun riscontro può promuovere un tentativo di conciliazione dinanzi al Co.Re.Com. (Comitati Regionali per le Comunicazioni). In alternativa può farsi assistere da un'associazione per la difesa dei diritti dei cittadini-consumatori.

19931 - Agatino
21/12/2012
Sto avendo seri problemi con Vodafone per quanto riguarda l'invio della prima fattura che risulta piena di errori. Infatti, la data di fatturazione e' errata, la promozione richiesta risulta non attiva e i costi di attivazione non erano previsti durante la stipula del contratto...ho chiamato svariate volte il servizio clienti ma ogni operatore mi dice cose diverse...l'ultimo mi ha quasi minacciato dicendomi di pagare la bolletta o ne avrei visto i risultati...Cosa devo fare ? Esiste un ente di tutela ?

18926 - Redazione
29/10/2012
Claudio, in caso di offerte che prevedono una determinata quantità di servizi per un periodo di tempo ad un prezzo predefinito, se l’operatore, in caso di superamento di tale quantità nell’arco temporale di riferimento, addebita all’utente, con fatturazione “a consumo”, servizi non compresi nell’offerta senza fornire un idoneo previo avviso sul superamento del limite e sulla conseguente fatturazione aggiuntiva, ai fini della risoluzione in via amministrativa della controversia si deve procedere allo storno delle somme in eccedenza. Se vuole accedere alla conciliazione deve rivolgersi ad una delle associazioni qui riportate.

18880 - Claudio faedi
27/10/2012
Mio figlio con un abbonamento Vodafone ha utilizzato messaggi per € 1200 non ricordando si di avere solo 100 messaggi gratuiti e ne ha utizzatti circa 8000. Vi chiedo aiuto per poter avere una conciliazione con Vodafone in quanto non mi ha avvisato dello sforamento e della somma così elevata. Il contratto e intestato a me. Grazie per un consiglio.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata