Come evitare di pagare il bollo se si perde il possesso del veicolo

perdita di possesso auto, perdita di possesso veicolo

La registrazione al Pra della perdita di possesso di un veicolo al solo fine di sospendere l'obbligo di pagamento del bollo, va effettuata non solo in caso di furto (leggi "Cosa fare in caso di furto dell'auto") ma in tutti quei casi in cui si perde il possesso del veicolo e il fatto non è provato da documentazione con data certa (per es. sentenza del Giudice di Pace, denuncia di furto, sequestro, ecc...).

Così per annotare la perdita di possesso causa rinuncia all'eredità, dal momento che non è possibile trascrivere al PRA l'atto formale con cui il soggetto rinuncia all'eredità (tale atto viene iscritto nel registro delle successioni della Cancelleria del Tribunale), si rende necessario presentare al PRA una dichiarazione sostitutiva di atto notorio con la quale, ai sensi del DPR n. 445/2000, si dichiara appunto di non disporre del veicolo.

La stessa dichiarazione va presentata anche quando si è consegnato il veicolo ad un rivenditore irreperibile o fallito, nel caso di appropriazione indebita del mezzo, quando si è venduto il veicolo ad un soggetto di cui non si conoscono tutti i dati e così via.

In tutti questi casi la dichiarazione non ha efficacia retroattiva e l'obbligo di pagare il bollo cessa dal momento in cui la pratica viene presentata allo sportello del PRA. Alla dichiarazione sostitutiva di atto notorio, compilata e sottoscritta dall'intestatario del veicolo indicando uno dei fatti che lo riguardano, occorre allegare:
- documento d'identità dell'intestatario del veicolo più una fotocopia dello stesso;
- documento d'identità dell'eventuale delegato alla presentazione della pratica allo sportello più una fotocopia dello stesso documento;
- eventuale delega alla presentazione della pratica (modello di delega); 
- nota di presentazione. Si può utilizzare il retro del certificato di proprietà o, nel caso in cui non si disponga di quest'ultimo, il modulo NP3B in doppio originale firmato dall'intestatario.

Nel caso di rinuncia all'eredità occorre allegare anche l'atto depositato alla Cancelliera del Tribunale, mentre nel caso di pignoramento infruttuoso si deve allegare il relativo verbale.

Queste le spese da sostenere: € 29,24 (imposta di bollo) se si dispone del CdP, in caso contrario € 43,86. Il pagamento può essere fatto in contanti o con il bancomat (escluso bancoposta).

Documenti correlati



44136 - Redazione
11/02/2016
Giuseppe, generalmente la perdita di possesso è legata ad uno di questi eventi:
- furto (o rapina) del veicolo;
- appropriazione indebita;
- truffa;
- provvedimenti dell'autorita' giudiziaria o della pubblica amministrazione che comportino l'indisponibilita' del veicolo;
- sentenza di un giudice che accerti la perdita di possesso.
E' vero poi che ci sono altri casi particolari, ma certamente non può dichiarare la perdita di possesso di un veicolo perchè non ricorda il carrozziere da cui l'ha portato.

44133 - giuseppe
11/02/2016
origini e cittadinanza albanese, proprietario di autovettura, consegnata a fratello nel 2009 che di ritorno dal paese di origine e diretto in sicilia, causa guasto meccanico ha lasciato auto presso officina meccanica a Reggio Calabria e di cui non ricorda luogo e nome: Come fare per denunciare perdita possesso?

41698 - Redazione
02/10/2015
Tony, si è corretto.

41675 - TONY
01/10/2015
SALVE, il 30 settembre 2015 ho venduto un'auto ad un privato con regolare passaggio di proprietà e trascrizione al PRA. Il mio bollo aveva scadenza Agosto 2015 e quindi l'agenzia che ha curato il passaggio di proprietà mi ha detto che sono in regola con il pagamento e che dal 1 ottobre in poi questo spetta al nuovo proprietario; mi confermate cortesemente che è così, grazie in anticipo

39110 - salvatore lario
15/05/2015
In data 18/02/2014, non avendo ancora pagato la tassa di possesso, ho subito il furto dell'auto, ritrovata poi il giorno 20/04/2014 e sottoposta a sequestro giudiziario sino al 30/09/2014. L'ente regionale interpellato per numero verde ha preteso l'intero pagamento annuale e mi dinega il rimborso parziale per il mancato possesso di mesi otto atteso che la vettura è stata reimmatricolata perchè alterata nel telaio. E' corretta la pretenzione imposta dalla Regione Campania che già ci grava con un 10% in più rispetto alle altre regioni italiane? Cosa posso fare per oppormi per riavere quanto indebitamente versato?

36086 - Redazione
20/02/2015
Maria, è sufficiente compilare una domanda di rimborso in carta libera e inviarla alla Regione. Sulla domanda occorre riportare nome, cognome, residenza, codice fiscale, numero di telefono e modalità di rimborso (bonifico, assegno, ecc.). Se ci dice in quale regione risiede le segnaliamo anche il modulo specifico.

36023 - maria carmela tricarico
20/02/2015
ho demolito la mia vettura e vorrei il rimborso del pagamento del bollo non goduto. Cosa devo fare? Grazie

35187 - Carlo
23/01/2015
Salve se il bollo scade a dicembre 2014 e farei la perdita di possesso a gennaio 2015 (quindi nel mese di proroga del bollo) sarei comunque obbligato a versare il pagamento del bollo grazie

34050 - Redazione
01/12/2014
Pasquale, il bollo deve essere versato obbligatoriamente da chi risulta essere proprietario del veicolo l’ultimo giorno utile per il pagamento. Nel caso specifico avendo venduto il mezzo ad Ottobre ed essendo prevista la scadenza del pagamento a Settembre 2014, lei è comunque tenuto al pagamento del bollo.

34048 - Pasquale
01/12/2014
Salve, ho venduto l'auto ad ottobre 2014 e non ho ancora versato il bollo per il 2015 (in mora), perchè in scadenza ad agosto 2014 ultimo termine utile 30 settembre ed ero ancora proprietario. Purtroppo l'auto al nuovo proprietario gli è stata rubata, non so se ha già effettuato la perdita di possesso, in questo caso cosa potrei fare per usufruire della perdita di possesso e quindi del rimborso o riduzione del pagamento del bollo auto? Mi sembra una faccenda un pò complicata perchè ho io l'obbligo del pagamento ma l'usufrutto era del nuovo prorpietario, se c'è un modo per risolvere ben venga altrimenti grazie ugualmente.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata