Come ottenere il rimborso delle spese sostenute per la testimonianza in un processo

rimborso spese testimone processo , rimborso spese per testimonianza ad un processo

Se hai assistito ad una vicenda o comunque hai informazioni su di un fatto rilevante nell’ambito di un processo penale o civile, puoi essere citato e sentito in qualità di testimone.

L'atto di intimazione per comparire quale testimone dinanzi al Tribunale contiene gli estremi della causa per cui è stata ammessa la prova testimoniale, nonché l'indicazione del giorno, dell'ora e dell'aula nella quale dovrai presentarti per rendere la testimonianza.

Obbligo di testimoniare

Se quale testimone non dovessi presentarti all’udienza, senza giustificato motivo, il Giudice, potrebbe disporre l'accompagnamento a mezzo della Polizia Giudiziaria e condannarti al pagamento:
- per le cause penali, di una somma da € 51 a € 516 oltre che di tutte le spese comunque sostenute;
- per le cause civili, di una somma da € 100 a € 1.000.

Qualora, ricorrendo gravi e giustificati motivi, ti fosse impossibile comparire in Tribunale nel giorno fissato per la sua audizione, ricordati di darne immediata comunicazione scritta (lettera, fax) alla Cancelleria della Sezione del Tribunale indicata nell'atto di citazione oppure, nel caso di processo civile, contattando lo studio legale che ne ha chiesto la citazione.

Permesso di lavoro

Se sei un lavoratore dipendente, sappi che hai diritto ad un permesso per l'assenza dal luogo di lavoro. Al riguardo, ti consigliamo di comunicare in anticipo al datore di lavoro il fatto di essere stato citato come teste.

Il tuo datore di lavoro non può impedirti di andare a testimoniare. Nel caso sia necessario, il cancelliere presso il tribunale potrà rilasciarti un apposito certificato per giustificare l'assenza.

Che tipo di rimborso spetta

Se risiedi in un luogo diverso da quello in cui si celebra il processo, hai diritto al rimborso delle spese di viaggio (prezzo del biglietto di seconda classe dell’autobus, del treno e della nave) sostenute per raggiungere l’Ufficio Giudiziario.

La legge non consente il rimborso delle spese di vitto e alloggio (ristorante e albergo), del taxi e dell’autovettura privata. Il rimborso del mezzo aereo è ammissibile solo se preventivamente autorizzato dal Giudice.

È pertanto opportuno presentare, qualche giorno prima dell’udienza, anche via fax, istanza motivata al Giudice al fine di ottenere l’autorizzazione all’uso del mezzo aereo per raggiungere l’Ufficio giudiziario nel quale si deve rendere testimonianza. L’istanza deve essere presentata al Giudice anche nel caso in cui il teste sia stato citato dal Pubblico Ministero.

Quale tragitto è rimborsabile

La legge prevede che sia rimborsato il tragitto più breve fra il luogo in cui si celebra il processo e quello di residenza o il luogo nel quale è stata notificata la citazione a comparire in udienza.

Se, tuttavia, sei domiciliato o dimori stabilmente, per motivi di lavoro o per motivi di studio, in località diversa dalla residenza o dal luogo dove ti è stato notificato l’atto, per ottenere il rimborso delle spese sostenute partendo dal domicilio o dalla dimora abituale devi darne dimostrazione all’Ufficio Spese di Giustizia (per esempio, mediante certificato di iscrizione all’Università, mediante attestazione del datore di lavoro ecc.).

Come chiedere il rimborso

Questo il fac simile di richiesta di liquidazione delle spese di rimborso al testimone di un processo con attestazione in calce, da parte della cancelleria competente, della presenza in udienza, che puoi compilare e trasmettere all’Ufficio Spese di Giustizia del Tribunale.

L’istanza deve contenere nome e cognome del teste, luogo e data di nascita, luogo di residenza e indirizzo, codice fiscale, numero telefonico, e-mail e coordinate bancarie complete nel formato BIC-IBAN.

Allegati alla richiesta

Ricordati di allegare alla richiesta di rimborso:
- l’atto di citazione testimoniale con la relativa notifica in originale;
- l’originale del titolo di viaggio di andata e ritorno. In mancanza la spesa potrà essere rimborsata, in via eccezionale, nei soli casi in cui sia oggettivamente impossibile produrre il titolo (es. per smarrimento o utilizzo di mezzi di trasporto diversi da quelli di linea, ecc.) sulla base di una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà resa dal teste ai sensi dell'art. 47DPR 445/2000, attestante lo smarrimento o l’uso di mezzi diversi da quelli di linea;
- l’eventuale autorizzazione all'uso del mezzo aereo (da richiedere preventivamente all'Autorità Giudiziaria, tramite la cancelleria del giudice che raccoglie la deposizione).

L’istanza di rimborso deve essere consegnata all'ufficio Spese di Giustizia entro 100 giorni dalla data di testimonianza, pena la decadenza del rimborso. Il rimborso sarà effettuato non appena saranno completate le procedure di controllo contabile della documentazione trasmessa. Ti raccomandiamo, pertanto, che l’istanza di rimborso sia completa in tutte le sue parti e debitamente corredata degli allegati.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata