Come passare dal mercato libero al servizio di maggior tutela

rientro mercato maggior tutela enel

Per effetto della completa liberalizzazione del mercato dell'energia, tutti i clienti (dal 1 luglio 2007) sono liberi di scegliere le nuove offerte per la fornitura di energia elettrica e di gas naturale sia per la propria casa che per la propria attività professionale, proposte dalle diverse società di vendita che operano sul mercato libero in concorrenza tra loro.

Scegliendo una di queste offerte si passa automaticamente al mercato libero (è sufficiente il preavviso di un mese). Il passaggio al mercato libero è gratuito. E’ sufficiente sottoscrivere il contratto di fornitura con cui il cliente conferisce mandato alla nuova società, affinché proceda in suo nome e per suo conto a sottoscrivere la comunicazione di recesso dal precedente fornitore di energia elettrica e/o di gas naturale.

Il passaggio al mercato libero non comporta alcun intervento sugli impianti, né la sostituzione del contatore. Inoltre, il passaggio ad un nuovo fornitore non comporta alcuna interruzione della fornitura.

E se una volta passati al mercato libero si volesse tornare al servizio di maggior tutela?

Innanzitutto è bene chiarire che con servizio di maggior tutela si intende il servizio di fornitura di energia elettrica e gas a condizioni contrattuali ed economiche stabilite dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas (A.E.E.G.), previsto per tutelare i clienti che non hanno scelto di entrare nel mercato libero.

Il Servizio di Maggior Tutela si applica alle famiglie e ai piccoli consumatori (piccole imprese connesse in bassa tensione, aventi meno di 50 dipendenti e fatturato annuo non superiore a 10 milioni di euro) per i quali è garantita la fornitura di energia ai prezzi stabiliti dall'AEEG. Le condizioni economiche del servizio di maggior tutela sono aggiornate ogni tre mesi dall'Autorità.

Nel momento in cui si è passati al mercato libero, è sempre possibile tornare al servizio di maggior tutela, esercitando la facoltà di recesso nel rispetto delle modalità e dei termini contrattualmente stabiliti. In particolare ciò è possibile farlo presentandosi agli sportelli commerciali con i seguenti documenti e informazioni:
- nome e cognome o ragione sociale (l'intestazione deve essere la medesima del contratto in essere con il venditore uscente);
- codice fiscale e/o partita IVA;
- recapito telefonico;
- documento di riconoscimento valido;
- se il titolare del contratto intende delegare altri alla richiesta dovrà produrre tale delega in forma scritta (scarica modulo);
- indirizzo di residenza /sede legale della società;
- indirizzo completo dell'immobile relativo alla fornitura;
- recapito per l'invio delle bollette;
- tipo di utilizzo della fornitura (appartamento, ufficio, negozio…);
- potenzialità dell'impianto energia elettrica espressa in kW;
- codice POD (codice identificativo del punto di riconsegna reperibile in bolletta);
- fotocopia dell'ultima bolletta ricevuta dal venditore uscente;
- dati identificativi dell'immobile presso cui è attivata la fornitura richiesta (scarica modulo). A tal proposito va ricordato che nel caso in cui il cliente ometta la comunicazione dei dati catastali o li comunichi in modo inesatto, il D.L. 30.09.2005 n. 203 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 230 del 03.10.2005) prevede l'applicazione a carico del cliente di una sanzione amministrativa da € 130 a € 2.065, da parte dell'Agenzia delle Entrate.

Per i clienti non domestici :
- dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà per l'identificazione degli aventi diritto al Servizio di Maggior Tutela (scarica modulo).

Per il rientro al regime di maggior tutela non è previsto alcun costo, fatti salvi gli eventuali costi connessi con la sottoscrizione del nuovo contratto (bollo e deposito cauzionale o altra garanzia).

Documenti correlati



45865 - Francesca
04/06/2016
Oggi sono ritornata al punto enel. Hanno verificato che effetttivamente posso tornare al mercato tutelato per il gas con loro. Pero' devo recarmi al Punto Enel principale di Udine e non a un Punto Enel Negozio Partner. Così lunedì risolvo. (se me lo dicevano prima). Grazie cmq

45853 - Francesca
03/06/2016
Mi sono recata ad un punto enel per tornare al mercato tutelato sia per la luce che per il gas. Per la luce tutto ok, per il gas invece mi hanno detto che si occupano solo di mercato libero. Sul contratto che ho firmato c'e' scritto che potevo tornare al mercato tutelato recandomi in un Punto enel e mi dicono che ho un contratto vecchio del 2014.. pure sul loro sito c'è il servizio di maggior tutela. Sono della prov di udine

45739 - Redazione
21/05/2016
Giustino, non si pagano penali.

45734 - Giustino
20/05/2016
Qualcuno mi sa dire se per passare da enel energia a enel servizio elettrico comporta il pagamento di una penale, sia per uscire o sia per entrare?

45573 - Redazione
12/05/2016
Cristian, in effetti Enel Energia S.p.A. si occupa della fornitura di gas in regime di mercato libero.

45549 - cristian
12/05/2016
Salve, anche io vorrei tornare al "mercato di maggior Tutela". Ora sono con Enel, ma questa mi dice che non si occupa di Gas in regime maggior tutela... è vero?

45424 - Maria
04/05/2016
Una volta firmato il contratto con il mercato libero non si riesce in nessun modo a passare al mercato tutelato, una via cruvis... documenti che risultano illegibili, o persi, manca qualcosa, o in elaborazione, mille scuse, nessuna soluzione, vergogna!!!!

44362 - Redazione
25/02/2016
Valentina, passare da una società di distribuzione all'altra non comporta costi, ma nel suo caso le consigliamo, prima di fare ulteriori migrazioni, di verificare la sua attuale posizione. Chiami il numero verde 800.900.860 o si rechi al Punto Enel più vicino a lei. Clicchi qui per scoprire le sedi in Italia.

44356 - valentina
24/02/2016
Buonasera, sono una cliente ENI Gas & Luce ma tramite una conoscente sono stata indotta a passare a ENEL mercato libero. Ho ricevuto una chiamata da un'operatrice che ha registrato la conversazione in cui mi chiedeva se avessi firmato un contratto e dato che qst conoscente mi avrebbe portato a breve quest'ultimo proprio per firmarlo, ho confermato. Ad oggi non ho ancora ricevuto alcun contratto ed ho scoperto che questa persona ha pensato bene di firmarlo al posto mio. Ora che voglio rescindere dal "contratto" che non ho mai visto mi rendo anche conto che per mandare qualsiasi lettera di recesso, devo essere in possesso del numero di contratto. Come posso Ovviare a questo problema? E se passassi a Enel distribuzione?

43888 - Antonio
27/01/2016
L'affittuario e' passato per la fornitura luce da Acea maggior tutela a Acea mercato libero. Scaduto il contratto di affitto da qualche giorno e andro' a risiedere in suddetta abitazione, quindi devo richiedere voltura dell'utenza ma volendo tornare a maggior tutela devo prima fare voltura con l'attuale gestore o posso richiedere direttamente ad Acea maggior tutela voltura e subentro?.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata