Comunicazioni più semplici e chiare dal fisco

Con la finalità di rendere il linguaggio meno burocratico e più alla portata del contribuente, l’Agenzia delle Entrate ha lavorato negli ultimi mesi al completo restyling della propria modulistica, in particolare mettendo a punto le nuove versioni di quei modelli che con più frequenza invia ai contribuenti:

- comunicazioni di regolarità – che informano i contribuenti sulla correttezza della compilazione della dichiarazione dei redditi e Iva;

- comunicazioni di irregolarità – che informano i contribuenti sulla presenza di errori o anomalie che riguardano la dichiarazione dei redditi e Iva;

- avvertenze degli avvisi di accertamento – che forniscono ai contribuenti tutte le informazioni necessarie per mettersi in regola o impugnare gli atti con i quali l’Agenzia delle Entrate accerta il maggior reddito del contribuente utilizzando i propri poteri d’indagine;

- richiesta di documenti per il controllo formale della dichiarazione dei redditi – la comunicazione con la richiesta di tutti i documenti relativi, ad esempio, agli oneri deducibili e detraibili indicati in dichiarazione (quali scontrini e ricevute per le spese mediche, contratti di mutuo, etc.);

- comunicazioni degli esiti del controllo formale – gli atti con i quali l’Agenzia delle Entrate informa il contribuente che non c’è corrispondenza tra i dati inseriti in dichiarazione e quelli risultanti dai documenti presentati e, di conseguenza, sono dovute ulteriori somme al fisco.

Infine, si è proceduto ad una revisione sotto il profilo contenutistico e lessicale delle “Avvertenze” relative alle diverse tipologie di somme iscritte a ruolo dall’Agenzia delle Entrate, al fine di fornire informazioni più dettagliate e di facile comprensione in ordine alle attività che il contribuente ha facoltà di porre in essere a fronte della notifica di una cartella di pagamento.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata