Contestazione traffico Internet

Il servizio di connessione ad Internet tramite le cd "connect card", ovvero apparecchi (card o penne usb da inserire nel pc) che consentono di collegarsi ad Internet viaggiando attraverso tecnologie UMTS, GPRS, HSDPA, EDGE, GSM, senza cioè utilizzare la linea adsl o analogica, presentano evidenti vantaggi:

1) non occorre necessariamente attivare una linea fissa (che sia adsl, telefonica o wireless); 2) è possibile collegarsi alla rete da qualsiasi luogo.

Tuttavia se le tariffe proposte sono a consumo (traffico di bites) o a tempo (ore di navigazione) è possibile incorrere in spiacevoli sorprese. E’ quanto capitato ad alcuni utenti che, superando il limite di traffico, si sono visti recapitare bollette salatissime.

In realtà il principale problema riscontrato nell'utilizzo di questo sistema di connessione è che non è previsto alcun sistema automatico di avviso di superamento del limite di traffico contenuto nell'offerta commerciale. Ne l'utente ha la possibilità di sapere in tempo reale quanto sta consumando.

Secondo l’Aduc – Associazione dei Consumatori - questo sistema è qualificabile come vessatorio ai sensi dell'art. 1341 c.c.; determina, infatti, un eccessivo squilibrio contrattuale ai danni dell'utente, poichè la consapevolezza del tipo di collegamento che si sta effettuando (e di spesa raggiunta) risulta affidata esclusivamente alla cognizione del gestore.

Tale meccanismo è, inoltre, contrario a quanto previsto dall'art. 60 comma 2 del codice delle comunicazioni elettroniche il quale dispone: "Le imprese designate soggette agli obblighi previsti dagli articoli 54, 55, 57 e 59, comma 2, forniscono le prestazioni e i servizi specifici di cui all'allegato n. 4, parte A, di modo che gli abbonati possano sorvegliare e controllare le proprie spese ed evitare una cessazione ingiustificata del servizio".

Per questi motivi si consiglia a chi avesse avuto problemi di questo tipo di contestare le bollette ricevute con lettera raccomandata a/r di messa in mora.

Documenti correlati



27984 - Redazione
13/12/2013
Doris, se ha formulato correttamente mediante raccomandata a.r. la disdetta dal contratto non capiamo per quale motivo ha continuato a ricevere fatture per tutto questo lungo periodo. Avrebbe tutt'al più dovuto ricevere una fattura per i servizi fruiti nell'ultimo periodo e l'addebito dei "costi di disattivazione". Sporga un reclamo nei confronti della compagnia allegando copia della comunicazione di recesso e della ricevuta di ritorno. Qualora il reclamo inoltrato non sortisca alcun effetto, può agire in giudizio nei confronti dell’operatore telefonico, ma è tenuto a promuovere preventivamente un tentativo di conciliazione dinanzi al Co.Re.Com. (Comitati Regionali per le Comunicazioni) della propria regione. L'istanza può essere inoltrata mediante la compilazione del Formulario UG.

27975 - DORIS
12/12/2013
Buona sera, sono stata cliente telecom per tanti anni sia per il telefono fisso che per la connessione internet, ma nel mese di aprile 2013, sono stata costretta a disdire il contratto per un cattivo funzionamento di tutto il sistema, perchè il modem alice che mi avevano fornito alla stipula del contratto, per un cattivo funzionamento, mi ha mandato in black-out tutto l'impianto elettrico, da un sopralluogo di un tecnico telecom, è stato confermato il problema, pertanto ho preferito recedere dal contratto, chiedendo che non mi venissero addebitati costi, visto che non era colpa mia, ad oggi 12 dicembre 2013, la telecom continua a chiamarmi contestandomi bollette insolute, per tutto il periodo da aprile ad oggi, nonostantte io non abbia più utilizzato il servizio addirittura ho tolto l'apparecchio dalla presa...quindi tutto risulta staccato...è possibile che questi continuano a scocciarmiche vogliono essere pagati? come devo fare per tuttelarmi? aiutatemi per favore

26968 - Redazione
17/10/2013
Diego, si bloccarlo e contestualmente contestare la fattura.

26958 - Diego
17/10/2013
Ho ricevuto una ft di h3g con un traffico internet mai fatto !! E' meglio bloccare il pag della carta di credito. Vero

15569 - Annamaria
12/11/2010
Buongiorno, anch'io ho lo stesso problema di Luigia che ha scritto il 07/08/09 con la Ditta 3HG spa. Dopo i soliti reclami al call center ho disdetto il contratto con raccomandata facendo riferimento al d.l. Bersani. nonostante tutto ho ricevuto la fattura per euro 199.00 per prestazioni di disconnessione e ritiro apparecchiature. Tengo a precisare che la chiavetta è stata restituita da noi al punto vendita che ci avevano indicato. Non ho pagato e ho contestato la fattura sempre con raccomandata chiedendo la nota di credito a storno totale. non ho ricevuto la n.c. ma una lettera di un'azienda per il recupero crediti che mi diffida di pagare, compreso spese e interessi, altrimenti procederanno per via legale. Grazie per la Vs. risposta e cordialmente saluto. Annamaria

15456 - Stefania Ciacci
29/07/2010
Buongiorno, Ho sottoscritto un contratto per una chiavetta internet HG SpA al costo di € 20,00+iva/mese. Mi arriva la prim fattura di € 224,67 di cui € 155,62 sono di traffico internet in roming. Dove abito non c'è connessione internet come mi è stato riferito al momento del contratto e l'unica connessione è con TIM. Vorrei contestare. Mi occorre una lettera in base alle normative di legge attuali, in quanto io vedo in questo contratto una frode.

15354 - Torem
02/01/2010
Salve anche io ho lo stesso problema di Luigia che ha scritto il 7 agosto 2009: potete aiutarmi a risolvere la questione? Vi ringrazio anticipatamente. Buon Anno!!!!

15307 - luigia
07/08/2009
SALVE, volevo saper se potete darmi indicazioni da seguire per disdire anticipatamente un contratto con vodafone, e precisamente il servizio internet key. Ho aderito a questo contratto un anno fa e da subito ci sono stati forti limiti di connessione.Il contratto da me sottoscritto prevede una navigazione illimitata al costo del canone di 45 euro mensili.Ma cio' nn sempre è avvenuto.Ho ripetutamente chiamato Vodafone chiedendo spiegazioni, le risposte sono state che superavo i bytes mensili.Ma cosa significa? Nel contratto nn viene menzionato nulla riguardo a cio'.Ed i mi ritrovo a pagare un canone senza avere il servizio richiesto.A volte anche solo per aprire google è un delirio.Posso appellarmi a loro disservizio per risolvere il contratto , che regolarmente pago, un anno prima della scadenza, senza vedermi addebitata la penale di 199 euro.ed i restanti 12 mesi al raggiungimento della naturale scadenza?Il problema dipende da loro ed io come utente mi sento raggirata. Potete aiutarmi a risolvere questa questione?Infinitamenbte grazie

15246 - enza
19/06/2008
Buona sera e grazie per le informazioni. Volevo puntualizzare che parlete di disdetta del servizio. Ma francamente dopo 2 mesi per paura di quello che stava accadendo con H3G io la volevo fare. Ma sapetre quanto mi hanno chiesto? una penale che è di € 100 + 400 + 200. Per 2 connessioni che il modem ha fatto in automatico con Tim ho pagato 37€. Ma come si può fare a liberarsi di questa rogna? Aiutatemi . Grazie Enza

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata