Danni da buca stradale? Ecco come chiedere il risarcimento

risarcimento danni per strade dissestate , risarcimento danni per buche stradali

La vostra auto è rimasta danneggiata o avete subito un infortunio a causa di una buca o di un fondo stradale dissestato? Come ci si deve comportare in questi casi? Dovete sapere che dal punto di vista civile, le amministrazioni pubbliche sono responsabili della manutenzione delle strade e possono essere chiamati a rispondere degli eventuali danni cagionati a terzi (art. 2043 del Codice Civile "Risarcimento per fatto illecito").

Cosa fare

La prima cosa da fare, dopo essersi assicurati che l'autoveicolo non costituisca un intralcio al traffico, è richiedere l’intervento di un pubblico ufficiale che compia i necessari rilievi e rediga un verbale attestante la dinamica dei fatti. Sarebbe importane anche raccogliere eventuali testimonianze e, perchè no, scattare qualche foto prima che l'Amministrazione incarichi una ditta della riparazione.

Se ci si è infortunati, è necessario recarsi al più vicino Pronto Soccorso e farsi rilasciare un referto medico che indichi anche l’eventuale prognosi. Potrebbe rendersi necessaria la produzione di perizie mediche legali per la quantificazione del danno.

Se l'autovettura ha subito dei danni, occorrerà recarsi anche dal proprio meccanico per farsi rilasciare un preventivo per la riparazione.

Come chiedere il risarcimento

Ai fini del risarcimento occorre inoltrare una specifica richiesta all’ente locale proprietario della strada (il comune o la provincia) e allegare tutta la documentazione di cui sopra, oltre ad una fotocopia del libretto di circolazione e della patente di guida.

Questo il fac simile di richiesta risarcimento danni causati da anomalie del manto stradale. La richiesta va inviata al comune o alla provincia per posta raccomandata con ricevuta di ritorno, oppure recapitata a mano entro 30 giorni dall'accaduto.

Cosa fa l'Amministrazione

Sulla base della richiesta fatta, l'Ufficio Tecnico dell'ente effettuerà un sopralluogo per accertare le cause che hanno provocato il sinistro, compiendo, se necessario, rilevazioni fotografiche o planimetriche. L'Ufficio Tecnico invierà quindi una relazione all'Ufficio Ragioneria che avvierà la pratica di risarcimento presso la Compagnia di Assicurazione dell’Ente.

Il danneggiato sarà in seguito contattato direttamente dalla Compagnia di Assicurazioni per l'eventuale risarcimento.

Qualora la questione si dilungasse, si potrà ricorrere al Giudice di Pace per la tutela dei propri diritti.

Documenti correlati



44409 - Barbara
29/02/2016
Buona sera, con questa e-mail sono a segnalarvi una strada dissestata molto dissestata anzi impercorribile argine di San Nazzaro di Sissa-Trecasali 43018 prov.Parma strada SP 33. Faccio questo percorso quasi obbligatorio x andare al lavoro a Colorno e in 3 anni ho già rotto 2 volte i braccetti della macchina e sospensioni, con alto rischio di incidenti e fuori uscita di strada. Sono al corrente che il percorso è munito di segnaletiche con velocita 30 km ma non cambia la rottura del mezzo di strasporto. X cortesia prendere nota e aggiustare la strada. Grazie x l'attenzione. Salute Barbara

29533 - Massimo
31/03/2014
tutto interessante

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata