La certificazione ambientale EMAS

L’Eco-Management and Audit Scheme (EMAS) è uno strumento creato dall’Unione Europea al quale possono aderire volontariamente quelle organizzazioni (aziende, enti pubblici, ecc.) che vogliono impegnarsi a valutare e migliorare la propria efficienza ambientale. Scopo prioritario dell’EMAS, quindi, è migliorare l'ambiente e fornire alle organizzazioni, alle autorità di controllo ed ai cittadini (al pubblico in senso lato) uno strumento di valutazione e gestione dell'impatto ambientale di una organizzazione. Per ottenere la registrazione EMAS un'organizzazione deve effettuare innanzitutto una analisi ambientale (esaminare cioè tutti gli impatti ambientali derivanti dalle attività svolte) e dotarsi di un sistema di gestione ambientale che definisca responsabilità, mezzi, procedure operative, esigenze di formazione, provvedimenti di monitoraggio e controllo, sistemi di comunicazione necessari per realizzare la politica ambientale dell'organizzazione. Quindi effettuare un  audit ambientale e predisporre una dichiarazione ambientale che riporti i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi ambientali fissati, specificando in che modo e con quali programmi l'organizzazione prevede di migliorare continuamente le proprie prestazioni in campo ambientale. Solo a questo punto un verificatore EMAS esaminerà e verificherà l'analisi ambientale, il sistema di gestione ambientale, le attività di audit e la dichiarazione ambientale. L’ultimo passo consiste nel registrare la dichiarazione presso l'organismo competente dello Stato membro.

A tal fine l’organizzazione deve presentare al Comitato – Sezione EMAS Italia questa istanza, corredata da un modulo informazioni debitamente validato dal verificatore ambientale al termine della visita ispettiva con esito positivo, dalla dichiarazione ambientale convalidata da non più di 60 giorni e contenente dati ambientali che non siano più vecchi di sei mesi al momento della convalida, dalla quietanza del pagamento della quota di registrazione e dal certificato della Camera di Commercio.

La richiesta deve essere sottoscritta dal legale rappresentante dell’organizzazione e deve essere completata con una sua dichiarazione in cui assicuri:

  • l’impegno al rispetto delle condizioni imposte dalla presente procedura;
  • la correttezza e completezza delle informazioni trasmesse;
  • la conformità alle pertinenti disposizioni legislative in materia ambientale dell’organizzazione che richiede la registrazione.
Allo scopo di abbreviare i tempi del procedimento finalizzato al rilascio della registrazione EMAS, l’organizzazione che abbia superato con successo la visita ispettiva del verificatore ambientale ed abbia da questi acquisito parere favorevole alla convalida della dichiarazione ambientale, ha facoltà di segnalare al Comitato la propria volontà di ottenere la registrazione EMAS, riservandosi di inviare la richiesta formale entro 60 giorni.

Tale segnalazione, che può anche essere inoltrata dal verificatore ambientale, su delega del legale rappresentante dell’organizzazione, comporta l’avvio del procedimento secondo le modalità di cui ai successivi paragrafi. La pre-richiesta deve essere formulata secondo questo schema e corredata del modulo informazioni debitamente validato dal verificatore ambientale al termine della visita ispettiva con esito positivo.

Ottenuta la registrazione, l'organizzazione riceve un numero che la identifica nel registro europeo, ha diritto ad utilizzare il logo EMAS e mette a disposizione del pubblico la dichiarazione ambientale.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata