Lettera di presentazione: come scriverla

lettera di presentazione, lettera di autocandidatura

Sia che tu stia rispondendo ad un annuncio, sia che tu stia inviando un’autocandidatura ad un’azienda, devi sapere che per fare colpo sul responsabile alle risorse umane il tuo curriculum vitae non basta. La lettera di presentazione è un alleato molto importante di chi è alla ricerca di un lavoro, perché veicola tante informazioni che il curriculum trascura, seppur involontariamente.

In questo articolo ti illustreremo cos’è la lettera di presentazione, cosa deve contenere, a chi deve essere spedita e molto altro ancora.

Cos'è la lettera di presentazione generica

Quando si cerca lavoro spesso e volentieri ci si rivolge a pubblicazioni cartacee o portali online dediti alla raccolta di annunci di lavoro. Qui è molto facile trovare annunci interessanti, a cui rispondere inviando il curriculum vitae. Come partire con una posizione di vantaggio rispetto agli altri candidati? Scegli un formato moderno, schematico e che sia facile da consultare, noi ti consigliamo il Curriculum Europass di cui ti proponiamo il modulo da scaricare gratuitamente e compilare sul pc.

Se non ne hai mai sentito parlare, basterà dirti che è il formato più richiesto attualmente. La sua struttura schematica ti consentirà di inserire i dati in maniera chiara e ordinata. Ulteriori indicazioni sulla compilazione sono disponibili qui.

Un altro elemento che fa la differenza agli occhi dei recruiters è la lettera di presentazione. Essa rappresenta un’introduzione discorsiva al tuo curriculum, nella quale devi rivolgerti al capo del personale o al responsabile delle risorse umane, specificando in breve quali sono le motivazioni che ti spingono a voler lavorare per la loro azienda.

Lettera di presentazione ad una azienda

La lettera di presentazione deve innanzitutto essere scritta al computer, a meno che l’azienda non richieda espressamente il contrario. In secondo luogo deve essere articolata in paragrafi, i quali a loro volta devono contenere delle informazioni ben precise. Il primo paragrafo giustifica la candidatura. Se stai rispondendo ad un annuncio, è necessario citarlo, mentre se la tua è un’autocandidatura, occorre motivare la tua volontà di lavorare in quella data azienda. Cerca notizie ed informazioni che possano avvalorare la tua tesi sul sito ufficiale dell'azienda, dimostrando di essere informato farai un’ottima impressione.

Dopo aver espresso con entusiasmo la volontà di lavorare, scrivi il secondo paragrafo, inserendo dei dati personali: dettagli sulla tua formazione, le esperienze lavorative recenti e le competenze sviluppate da esse. Quello che scrivi deve essere completo ma non prolisso, poiché la lettera non deve superare le 10/15 righe.

Il terzo paragrafo è quello dedicato alla tua disponibilità: qui è necessario riportare indicazioni riguardanti il contratto di lavoro, l’appartenenza a categorie protette, orari, turni e così via. Non dimenticare di autorizzare il trattamento dei dati personali, ai sensi del D.Lgs 196 del 30 giugno 2003.

Infine ringrazia, saluta e firma: la lettera di presentazione è conclusa. Concediti il tempo di rileggerla e correggere eventuali errori, fai in modo che possa attirare l’attenzione sul tuo profilo, invitando il lettore ad approfondire la tua conoscenza sul curriculum vitae. Ovviamente tutto ciò che scrivi, oltre ad essere corretto dal punto di vista sintattico, deve esserlo anche dal punto di vista reale, ovvero deve rispecchiare le tue reali capacità senza gonfiarle o dichiarare il falso.

Lo stesso discorso vale anche per il curriculum vitae, che non deve ripetere quanto già scritto nella lettera di presentazione e non deve contenere elementi che danneggiano la tua immagine. Sull’argomento abbiamo scritto anche “Dieci elementi che rendono il curriculum inefficace”.

Lettera di presentazione: esempio di autocandidatura

Come potrai immaginare, una lettera di presentazione efficace deve essere scritta appositamente per ogni destinatario a cui verrà indirizzato il curriculum. In questo modo dimostrerai di aver dedicato tempo alla candidatura, preparandola con cura ed attenzione.

Una lettera di autocandidatura è ben diversa da una lettera in risposta ad un annuncio, per questo ti invitiamo a consultare questi fac simile lettera di presentazione autocandidatura che abbiamo realizzato. Come potrai notare dal testo, l’oggetto della lettera riporta la dicitura “autocandidatura” e la posizione alla quale si aspira, mentre nel primo paragrafo del corpo è opportuno denotare il proprio interesse per l’ambito specifico e i motivi per cui assumerti è la scelta giusta. Fai trapelare entusiasmo e voglia di fare, rendi interessante e briosa una lettera formale, che spesso e volentieri è un susseguirsi di frasi fatte.

L’attenzione alle parole utilizzate deve essere massima anche quando di passa alla redazione del curriculum; diverse ricerche hanno dimostrato che l’uso di alcuni termini influenzano negativamente gli addetti alla selezione del personale, per approfondire l’argomento ti invitiamo a leggere: “Come scrivere un curriculum: 10 termini da evitare”.

Lettera di presentazione: risposta annuncio

La lettera che accompagna il curriculum vitae e risponde ad un annuncio può rispettare le medesime regole della lettera formale di autocandidatura, l’unica dicitura che cambia è l’oggetto, nel quale è necessario specificare il riferimento all’annuncio: dove era pubblicato, per quale posizione ci si candida e così via.

Anche il primo paragrafo subirà delle modifiche, poiché si torna a far riferimento all’annuncio e alle caratteristiche richieste nel testo, oltre a manifestare interesse per l’azienda ed il posto di lavoro offerto. Anche in questo caso puoi prendere spunto dal fac simile lettera di presentazione in risposta ad un annuncio disponibile sul nostro sito.

Ulteriori consigli su come redigere un buon curriculum, invece, li trovi in questi articoli:
- "Come scrivere un curriculum";
- "Curriculum vitae: gli errori da evitare".

Documenti correlati



41331 - Massimo
17/09/2015
Interessante come sempre

27351 - Redazione
04/11/2013
Antonio, all'interno di questo articolo può trovare degli spunti, fermo restando che la presentazione di un'azienda è fortemente legata al settore in cui opera, ai servizi/prodotti che offre, al mercato di riferimento, etc., presenta cioè caratteristiche di forte personalizzazione che difficilmente possono essere schematizzate e riportate in un fac simile generico.

27348 - antonio
04/11/2013
esempio di come si scrive una lettera di presentazione della propria azienda,

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata