Multe stradali più care dal 2015

L'art. 195 del Codice della strada al 3° comma stabilisce che "la misura delle sanzioni amministrative pecuniarie è aggiornata ogni due anni in misura pari all'intera variazione, accertata dall'ISTAT, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (media nazionale) verificatasi nei due anni precedenti."

Così a partire dal 1 gennaio 2015 l'importo delle sanzioni previste per le infrazioni al Codice della strada hanno subito un aumento dello 0,8%. Ciò significa che ad esempio la sanzione per guida senza cinture di sicurezza passa da 80 a 81 euro, mentre quella per passaggio con semaforo rosso da 162 a 163 euro.

Un altro duro colpo alle tasche degli automobilisti, dopo l'aumento del pedaggi autostradali.

Naturalmente contro le multe si può sempre proporre ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace. Ma ricordate che i tempi si sono ridotti da 60 a 30 giorni.

Ricordate altresì che, nel caso in cui la violazione non possa essere immediatamente contestata, il verbale deve essere notificato al trasgressore entro 90 giorni dalla data dell'infrazione. Se, dunque, vi viene recapitata oltre questo termine proponete ricorso ("I tempi di notifica del verbale: quando e come ricorrere").

Se invece volete sapere come fare a chiedere il pagamento rateale della multa leggete questo articolo.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata