Rincari tariffe rc auto: come difendersi

Oltre a carburanti, gas, acqua, tariffe autostradale, affitti e servizi finanziari, a pesare sempre più sui bilanci delle famiglie italiane sono i continui rincari delle polizze RC auto, la polizza obbligatoria per auto e motoveicoli che copre i danni fatti a terzi durante la circolazione stradale.

Secondo l'Indice armonizzato dei prezzi al consumo riportato nel 'Quaderno dei prezzi' del dipartimento del Tesoro, negli ultimi 13 anni, dal 1996 al 2009, si sono registrati rincari del 130% circa, ben al di sopra degli aumenti del 35% della zona euro.

E come se non bastasse anche per il 2010 l’ISVAP ha certificato un aumento pari al 15% delle tariffe. I motivi ? Le compagnie si difendono giustificando tali rincari con l’aumento degli incidenti e del danno medio risarcito e con la diffusa pratica, specie in talune zone, delle truffe assicurative.

Giustificazioni a parte c’è un solo modo per difendersi dai continui aumenti delle polizze rc auto: valutare e confrontare le offerte delle altre compagnie, anche attraverso l'ausilio di siti di confronto online (es. Assicurazione.it, Cercassicurazioni.it) e prepararsi per tempo a disdire la propria polizza nel caso di offerte più vantaggiose. A tal proposito vi invitiamo alla lettura dell'articolo "Come e quando disdire la polizza RC auto".

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata