Ticket: esenzioni e nuove modalità di autocertificazione

autocertificazione esenzione ticket, autocertificazione esenzione ticket per reddito

Finora la verifica dell’esenzione in base al reddito era basata sull'autocertificazione resa dal cittadino al momento della fruizione della prestazione o dell'acquisto del farmaco.

Cosa cambia

Dal 1 ottobre 2014 ciò non sarà più possibile perché con il passaggio alla ricetta elettronica, la posizione economica di ciascun contribuente è ricavata dal medico prescrittore direttamente con il collegamento alla banca dati del Sistema Tessera Sanitaria (TS) dell’Agenzia delle Entrate e alla banca dati ISEE dell’INPS, cosicché i relativi dati indicati in ricetta non possono essere modificati.

Ciò è quanto accadrà nella Regione Toscana, ma è probabile che la novità si estenderà a breve in tutte le altre regioni.

Cosa fare

In pratica a partire da quest’anno, e poi annualmente, ciascun contribuente deve verificare che il codice relativo alla propria fascia di reddito sia presente e sia corretta.

Se il proprio nominativo risulta fra quelli che non hanno alcun codice di fascia assegnato oppure se il codice non è corretto, allora sarà necessario fare l'autocertificazione. Qualora, infatti, la ricetta non dovesse riportare alcun codice di fascia economica, il cittadino sarà tenuto a pagare il ticket corrispondente all'importo massimo.

Tuttavia fino al 31 ottobre 2014, qualora il cittadino si presenti negli ambulatori specialistici e nelle farmacie con una ricetta che riporta la fascia economica errata o incompleta, potrà ancora autocertificarla direttamente sulla ricetta.

La modulistica

Questo è il modello per l'autocertificazione che dovrà essere compilato e trasmesso, unitamente ad una fotocopia del documento di identità e della tessera sanitaria del dichiarante, ad uno dei seguenti recapiti:
- indirizzo postale: Asl 12 di Viareggio - Ufficio protocollo, via Aurelia 335 55041 Lido di Camaiore;
- email: info.ticket@usl12.toscana.it
- pec: distretto.usl12@postacert.toscana.it
- fax: 0584/6059225.

In alternativa, l'autocertificazione si potrà effettuare con una delle seguenti funzionalità:
- online su www.regione.toscana.it, con la Carta Sanitaria Elettronica attivata;
- attraverso i Totem “Punto Si” presenti in tutte le aziende sanitarie.

Si precisa che l'autocertificazione deve essere fatta per ogni componente del nucleo familiare, per cui in presenza di minori è necessario provvedere a compilare l'autocertificazione relativa alla fascia economica anche per ognuno di loro.

Chi non deve ricorrere all’autocertificazione

Nel caso in cui il cittadino appartenga ad un nucleo familiare con reddito superiore ai 100.000,00 euro, non dovrà far nulla e pagherà il ticket corrispondente all'importo massimo.

Validità

Le attestazioni e le autocertificazione relative al reddito familiare fiscale hanno validità fino al 31 marzo dell'anno successivo. Le attestazioni relative all'ISEE hanno validità fino alla scadenza dell'Indicatore ISEE stesso, ossia un anno dalla compilazione.

Documenti correlati



32482 - Redazione
10/10/2014
Antonino, ai fini dell'esenzione dal pagamento del ticket sanitario occorre far riferimento al reddito complessivo del nucleo familiare e non al reddito personale, e neppure all’Isee. La soglia di reddito per la regione Lombardia è di 38.500,00, mentre nel resto d'Italia è più basso, ossia € 36.151,98. Per ulteriori chiarimenti può prendere contatto con la sua Asl di appartenenza.

32473 - Antonino Geria
10/10/2014
Gentile redazione. Sono un pensionato di 65 anni con fascia di reddito familiare complessivo superiore alla prima fascia. Però con l'ISEE sono tornato alla prima fascia. Vorrei sapere sapere se ho diritto alle agevolazioni previste per gli over 65. Premetto che il mio reddito personale è inferiore a 36.000 euro. Grazie. Cordiali Saluti. Geria Antonino

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata