Voli aerei: i diritti del passeggero

diritti passeggero volo, tutela passeggero

Quali sono i nostri diritti in caso di ritardo prolungato del volo? A chi inviare il reclamo in caso di negato imbarco o cancellazione? Abbiamo smarrito il bagaglio, cosa fare? Vediamo quali sono i diritti e le principali forme di tutela previsti per i viaggiatori nel caso di disservizi nel trasporto aereo. Le tutele comunitarie riguardano:
- ritardo prolungato del volo: la partenza dell'aereo è ritardata rispetto all'orario previsto;
- cancellazione del volo;
- negato imbarco (overbooking): il passeggero non viene imbarcato a causa dell'eccessivo numero di prenotazioni;
- smarrimento, danneggiamento  o ritardo nella consegna bagaglio.

Le tutele si applicano ai passeggeri di voli (di linea, charter, low cost) in partenza da un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro e ai voli - effettuati da una compagnia comunitaria - in partenza da un Paese extracomunitario con destinazione un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro.

Non si applicano, invece, ai voli in partenza da un aeroporto situato nel territorio di uno Stato NON membro da compagnie NON comunitarie, pur se la destinazione è un aeroporto comunitario. In questi casi valgono le normative locali del Paese di partenza. 

Ha diritto a tali forme di tutela il passeggero che:
- possiede un biglietto aereo;
- ha una prenotazione confermata;
- si presenta all'accettazione nei modi e nei tempi indicati per iscritto dalla compagnia aerea, dall’operatore turistico o da un agente di viaggio autorizzato oppure, in assenza di indicazioni, non oltre quarantacinque minuti prima dell’ora di partenza pubblicata

Non ha diritto ad alcuna forma di tutela il passeggero:
- che viaggia gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile, direttamente o indirettamente, al pubblico (ad esempio i dipendenti delle compagnie aeree, delle agenzie di viaggio o dei tour operator);
- cui viene negato l'imbarco per motivi di salute, di sicurezza o in caso di documenti di viaggio non validi.

Documenti correlati



38455 - Redazione
22/04/2015
Potito, non si ha diritto ad alcun indennizzo monetario se la cancellazione o il ritardo del volo sono dovuti a circostanze straordinarie, come appunto nel caso del maltempo.

38386 - POTITO
22/04/2015
Buongiorno, siamo partiti da bari il 18/04/2015 alle ore 19.45 diretti a Bergamo - Orio, a causa del maltempo il volo e' stato dirottato su Bologna. Abbiamo aspettato oltre 4 ore in aeroporto per poi proseguire con dei bus per Bergamo. abbiamo avuto un ritardo di oltre 7 ore per arrivare a destinazione. Volevo sapere se abbiamo diritto ad un risarcimento danni per questo enorme disguido. In attesa di risposta ringrazio anticipatamente.

28313 - Redazione
09/01/2014
Rita, purtroppo con la formula “non rimborsabile” le compagnie aeree non sono obbligate a restituirle il prezzo del biglietto. Possono farlo eventualmente, ma a propria discrezione, per i seguenti motivi:
- decesso del passeggero o di un suo parente stretto (genitori, fratelli e sorelle, figli e figlie o nonni);
- ricovero ospedaliero del passeggero; oppure
- cambiamento degli ordini militari del passeggero.

28298 - Rita
09/01/2014
Ho acquistato 4 biglietti aerei multitratta con la compagnia Emirates; purtroppo hanno ricoverato mio padre in ospedale ed ho contattato la compagnia aerea per sapere se potevo essere rimborsata. Emirates ha risposto che non è possibile in quanto acquistati con formula non rimborsabile; al massimo posso richiedere, dietro pagamento di una penale, il cambio di data. Vorrei sapere se è possibile fare qualcosa per essere rimborsata o comunque non pagare alcuna penale per il cambio data. Grazie

22547 - Redazione
25/03/2013
Roberto, certo ha diritto ad un indennizzo monetario nelle misure stabilite in questo articolo, dove trova indicate anche le modalità di richiesta.

22544 - Roberto
25/03/2013
A seguito di un ritardo alla partenza del volo da Barcellona per Roma non ho potuto proseguire il viaggio con il volo prenotato da Roma a Brindisi. La compagnia mi ha fatto pernottare e fatto ripartire il giorno dopo con il primo volo. Posso chiedere un indennizzo e se si di che tipo? Grazie

17688 - Redazione
27/07/2012
Alessandro, il regolamento europeo stabilisce che qualora il ritardo superi le 3 ore, sia previsto un risarcimento di 250 € per voli inferiori a 1.500 km, di 400 € per voli in territorio UE superiori a 1.500 km, di 600 € per voli fuori dai confini dell'UE e superiori a 3.500 km. Addirittura se il ritardo è - come nel suo caso - di almeno 5 ore è possibile decidere di non effettuare più il volo e chiedere il rimborso per intero del biglietto aereo. Se a seguito del ritardo si perdono anche uno o più giorni di vacanza, si ha diritto anche al risarcimento delle notti in albergo e dei girni di vacanza non usufruti.

17639 - Alessandro
23/07/2012
I miei figli dovevano partire per mars allam alle 18,30 ma sono partiti dopo cinque ore, vorrei sapere se si può richiedere un risarcimento visto che trattasi di vacanza ed è come se hanno perso un intera giornata, la causa del ritardo è guasto aereo. resto in attesa di una risposta. grazie. Alessandro barba

15311 - vittoria
07/09/2009
ho acquistato con una carta prepagata 2 biglietti artenza il 09/10/2009 e rientro il 12/10/2009 con sky europe napoli vienna....ma la compagnia sembra essere fallita

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata