Bonus energia: cosa sono e chi può richiederli

bonus energia
Si moltiplicano gli incontri promossi dalle Associazioni dei Consumatori su tutto il territorio italiano allo scopo di diffondere le informazioni sull'accesso ai cosiddetti bonus energia da parte dei potenziali beneficiari. Nel corso di questi incontri si è discusso in particolare delle caratteristiche dei bonus energia, degli aventi diritto, di come ottenerlo e rinnovarlo.

I bonus energia, introdotti dal Governo e reso operativo dall’Autorità per l’Energia con la collaborazione dei Comuni, sono strumenti che assicurano un risparmio sulle bollette di luce e gas a tutti quei clienti domestici che versano in condizioni di disagio economico (rilevato in base all’ISEE e al numero dei componenti familiari) o in condizioni di disagio fisico (gravi condizioni di salute e necessità di apparecchiature elettromedicali).

Benchè i bonus energia rappresentino un aiuto concreto per le famiglie italiane, stando ai dati diffusi dall’Autorità, solo una su 3 tra le aventi diritto ne ha fatto richiesta e di queste ben il 30% non ha rinnovato la richiesta l'anno successivo, probabilmente nella convinzione che i bonus energia non potessero essere fruiti per più anni consecutivi. In definitiva sono strumenti ancora poco conosciuti, nonostante la loro introduzione sia ormai avvenuta diversi anni fa.

I fattori che hanno ostacolato l'accesso ai bonus energia riguardano:
- il mancato accesso all’informazione;
- la percezione di una burocrazia eccessiva nella richiesta, avvertita specialmente tra i più anziani;
- la non adeguatezza economica del bonus in rapporto alla spesa sostenuta dalle famiglie con consumi maggiori.

Cosa sono i bonus energia

Come si è detto i bonus energia rappresentano degli sconti sulle bollette di energia elettrica e gas. Vi rientrano in particolare il bonus elettrico - fruibile da quelle famiglie che versano in condizioni di disagio economico oppure in gravi condizioni di salute (disagio fisico), e il bonus gas previsto per i soli casi di disagio economico.

Ciascuna famiglia, avendone i requisiti può richiedere per disagio economico sia il bonus elettrico che il bonus gas. Se in famiglia è presente un soggetto in gravi condizioni di salute che possiede i requisiti per il bonus per disagio fisico, la stessa può richiedere anche questa agevolazione.

Inoltre la compensazione per la fornitura di energia elettrica per disagio economico si applica anche ai beneficiari di carta acquisti.
Questo significa che i titolari di carta acquisti, nel momento in cui provvederanno ad inserire nel modulo di richiesta ("Quadro 3 – Dichiarazioni aggiuntive") il codice identificativo del punto di fornitura di energia elettrica (POD) della propria residenza, riceveranno senza ulteriori domande anche il bonus elettrico.

Chi può accedere ai bonus energia

Per quanto concerne il bonus elettrico, possono presentare istanza:

- i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, appartenenti:

  • ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a € 7.500;
  • ad un nucleo famigliare con più di 3 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a € 20.000;

- tutti i clienti domestici affetti da grave malattia o i clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita (ad es. ventilatori polmonari, polmoni d’acciaio, pompe d’infusione, carrozzine elettriche, sollevatori mobili, materassi antidecubito, ecc.).

Per quanto riguarda invece il bonus gas, possono farne richiesta i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura di gas naturale, per la sola abitazione di residenza, appartenenti:
- ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 7.500 euro;
- ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
- con misuratore gas di classe non superiore a G6.

Il bonus gas viene riconosciuto sia ai clienti che hanno stipulato un contratto di fornitura individuale (clienti domestici diretti), sia ai clienti che utilizzano impianti condominiali (clienti domestici indiretti).

Anche i clienti intestatari sia di fornitura individuale (ad es. per l’acqua calda e la cottura cibi) che di fornitura centralizzata (ad es. per il riscaldamento) hanno diritto al bonus, purché in possesso dei requisiti per l’accesso. Al contrario non è possibile richiedere il bonus per i contratti che alimentano i servizi comuni del condominio o nel caso di utilizzo di gas GPL o gas in bombola.

Quanto valgono i bonus energia

Il valore del bonus elettrico disagio economico varia da un minimo di 80 € per una famiglia di 2 componenti ad un massimo di 153 € per una famiglia composta da più di 4 persone. Invece il valore del bonus elettrico disagio fisico varia in funzione della potenza contrattuale, del numero di apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e del tempo giornaliero di utilizzo. E' possibile avere una stima attraverso l'utilizzo di questo applicativo.

Il valore del bonus gas varia in relazione a molteplici fattori: zona climatica, tipologia di utilizzo e numerosità delle persone residenti nella medesima abitazione.

Ammontare della compensazione per i clienti domestici (€/anno per punto di riconsegna)
Anno 2016
Famiglie fino a 4 componenti
Zona climatica
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura
A/B
C
D
E
F
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento
€ 31
€ 31
€ 31
€ 31
€ 31
Famiglie oltre a 4 componenti
€ 74
€ 91
€ 120
€ 150
€ 189
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura
€ 49
€ 49
€ 49
€ 49
€ 49
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento
€ 103
€ 133
€ 175
€ 213
€ 274

Il valore del bonus gas viene aggiornato annualmente dall’Autorità entro il 31 dicembre dell’anno precedente.

Come richiedere i bonus energia

Per sapere come richiedere i bonus energia e in particolare il bonus elettrico e il bonus gas, ti rimandiamo alla lettura dei seguenti articoli:
- "Bonus gas: quanto vale e come fare domanda";
- "Bonus elettrico: chi può richiederlo e come".

Negli stessi articoli troverai anche indicazioni sulle modalità di erogazione dei bonus energia, sulle procedure di rinnovo e su tanti altri aspetti.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata