Esposto generico all'Autorità di P.S.

Descrizione
Fac simile di esposto all'Autorità di P.S. presentato dalle parti in contesa o da una di esse in caso di dissidi privati.

Tags:  maltrattamento percosse lite reato litigio carabiniere polizia esposto denuncia ricorso

Formati
PDF interattivo
Note
La composizione dei privati dissidi, che possono essere causa di turbamenti dell'ordine pubblico, rientra tra i compiti dell'Autorità di Pubblica Sicurezza che tramite gli Ufficiali di P.S. ed a richiesta delle parti provvede alla composizione dei privati dissidi.

Sono ufficiali di P.S.: i funzionari della Polizia di Stato, gli Ufficiali dell'Arma dei Carabinieri, gli ispettori superiori della Polizia di Stato e i marescialli aiutanti dell'Arma dei Carabinieri che rivestono la qualifica di sostituto ufficiale di pubblica sicurezza, e il sindaco dei Comuni privi di uffici di Pubblica Sicurezza.

In seguito alla richiesta d'intervento, l'ufficiale di Pubblica Sicurezza provvede ad invitare le parti in ufficio per tentare la conciliazione e redigere un verbale. Per realizzare la composizione delle parti coinvolte è necessario, oltre al raggiungimento di un accordo, che non vi siano reati perseguibili d'ufficio (per i quali l'ufficiale di Pubblica Sicurezza è obbligato a trasmettere notizia di reato all'autorità giudiziaria).

Dell'incontro si prende nota negli atti d'ufficio e, se ritenuto necessario, si redige un verbale che viene firmato dalle parti e dall'ufficiale di P.S. e può essere prodotto in giudizio, avendo valore di scrittura privata riconosciuta.

Per i delitti perseguibili a querela della persona offesa è consentito richiedere da parte della stessa un preventivo componimento della vertenza; tale richiesta non pregiudica il successivo esercizio del diritto di querela.
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità
Invia a un amico   Feedback   Aggiungi ai preferiti