Modello unico di dichiarazione ambientale

Descrizione
Il Modello unico di dichiarazione ambientale è un adempimento che sostituisce alcuni tra i precedenti obblighi amministrativi in materia di rifiuti e rifiuti recuperabili (ex residui)

Tags:  smaltimento imballaggio rifiuto

Formati
PDF
Note
MODALITÀ E SPECIFICHE DI COMPILAZIONE

Occorre denunciare i rifiuti prodotti, trasportati, smaltiti o avviati al recupero nell'unità locale durante l'anno precedente.
Per unità locale si intende il luogo dove viene materialmente prodotto, smaltito o avviato al recupero il rifiuto. Per le attività di trasporto l'unità locale coincide con la sede legale dell'impresa.

Il modello è composto da due schede principali:
a. scheda Anagrafica;
b. scheda Rifiuto.

A queste vanno allegate, secondo i casi, il modulo RT, il modulo TE, il modulo DR, il modulo RE e il modulo Gestione Rifiuto.
La scheda anagrafica (SA1) consta di due parti: una contenente i dati relativi all'unità locale dell'impresa e una contenente i dati relativi alla sede legale.
La scheda anagrafica deve essere accompagnata dalla scheda rifiuti, una per ogni tipologia di rifiuti prodotti, trasportati, smaltiti o avviati al recupero.
La scheda rifiuti deve contenere il codice europeo del rifiuto (CER).

IMBALLAGGI
La sezione imballaggi deve essere compilata da importatori, esportatori e produttori di imballaggi. Va indicato il peso del solo imballaggio. Se si hanno fino a 50 Kg. di imballaggi (intesi come 50 Kg. di cartone, o 50 Kg. di vetro, ecc.), non bisogna compilare le schede imballaggi, mentre da 51 Kg. in su, va indicato il peso minimo di 1 quintale.

IL CODICE EUROPEO E IL CODICE ISTAT
Il codice europeo - CER - è composto da sei cifre e deve essere riportato sulla scheda rifiuto.
Tale codice sostituisce quello italiano; ad ogni codice corrisponde la denominazione esatta del rifiuto.
L'elenco dei codici si può trovare:
- in distribuzione presso gli sportelli di via Giulini (angolo Via Camperio) e presso gli sportelli periferici;
- allegato al Dec. Lgs. n. 22 del 5/2/97 (decreto Ronchi) - Gazz. Uff. n. 33 del 15/2/97.
Il codice Istat è legato, invece, all'attività svolta; cambia rispetto all'anno precedente solo se è cambiata l'attività svolta.
E' indicato sulla visura del Registro Imprese oppure sulla dichiarazione presentata all'ufficio IVA.

INDICAZIONI PARTICOLARI
1. eventuali modifiche o integrazioni possono essere comunicate unicamente attraverso la presentazione di una nuova dichiarazione completa anche dei dati già dichiarati che sostituisce in toto quella precedente. Sulla busta bisogna riportare la dicitura "Annulla e sostituisce la precedente del giorno/mese/anno". La presentazione della nuova dichiarazione è sottoposta al nuovo pagamento dei diritti di segreteria e alle sanzioni previste per l'eventuale presentazione oltre il termine di scadenza.
2. Se la società ha cessato l'attività nel 2000, è tenuta alla presentazione del Mud per i rifiuti eventualmente prodotti, trasportati, smaltiti o avviati al recupero nel 2000.
3. Al floppy disk vanno allegate tante schede anagrafiche quanti sono le dichiarazioni in esso contenute, mentre il versamento può essere cumulativo per ogni dischetto.
4. Per un'assistenza completa presso lo sportello Mud è necessario che l'utente porti i registri di carico e scarico dei rifiuti e le copie dei formulari utilizzati per il trasporto degli stessi, dai quali si possono dedurre tutti i dati per la compilazione della Dichiarazione Ambientale.

COSTI E SANZIONI

Per i diritti di segreteria:
- lire ventimila per ogni dichiarazione presentata su dischetto;
- lire trentamila per ogni dichiarazione presentata su carta.

Sanzioni:
La scadenza per la presentazione del Mud è il 30 aprile 2001.
La presentazione effettuata dopo tale termine, ma entro 60 giorni dalla scadenza (cioè entro il 29 giugno 2001), comporta una sanzione da lire 50.000 a lire 300.000.
La presentazione successiva ai 60 giorni comporta una sanzione da lire 5.000.000 a lire 30.000.000.
L'ente che applica le sanzioni è la Provincia.
Sanzioni per ritardata presentazione:
Per omessa dichiarazione o dichiarazione incompleta o inesatta: da lire 5.000.000 a lire 30.000.000
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità