Pay tv: come far valere i tuoi diritti

pay tv, canali a pagamento

Molti dei nostri lettori sono clienti delle più celebri pay tv italiane. Come lo sappiamo? È semplice: ogni giorno ci arrivano moltissimi quesiti ed altrettanti commenti da parte di chi, dopo aver letto i nostri articoli, ci chiede un consiglio o ci rende semplicemente partecipe della sua personale situazione. Le difficoltà più ricorrenti solitamente sono legate all'assenza di segnale, al malfunzionamento del decoder o della smart card, ad importi non corretti riportati in fattura, al recesso dal contratto, e così via. Nonostante Moduli.it abbia una sufficiente panoramica delle problematiche più comuni riscontrabili con le pay tv, consigliamo ai lettori di segnalare quanto accade direttamente all’azienda, tramite un reclamo o una lettera di messa in mora, in funzione del tipo di disservizio riscontrato.

Pay tv: come risolvere eventuali problematiche

Le pay tv, sempre più attente alla soddisfazione dei propri clienti, forniscono servizi molto utili per affrontare qualsiasi problematica o risolvere controversie con i propri abbonati. Sky ad esempio mette a disposizione sul proprio sito "Risolvi", un servizio che consente appunto di risolvere online qualsiasi problema di natura tecnica. Se la problematica non risulta già codificata o la soluzione proprosta con riferimento al tuo specifico caso non funziona, puoi utilizzare un form specifico con cui esporre il tuopersonale problema con la garanzia - da parte di Sky - di ottenere una risposta entro le successive 24 ore.

Anche Mediaset Premium utilizza un servizio analogo per i propri abbonati e si chiama “Premium Risolve” e anche in questo caso si tratta di un servizio gratuito e disponibile 24 ore su 24.

Se si ha poca dimistichezza con l'utilizzo dei servizi online e si preferisce parlare con un operatore, è sufficiente mettersi in contatto con il servizio clienti delle singole pay tv. Nel caso di Sky il numero da comporre è l'199.100.400, mentre il numero di assistenza Mediaset Premium è l'199.309.309. In entrambi i casi si tratta di un numero a pagamento, il cui costo massimo, da telefono fisso, è di 15 centesimi al minuto (iva inclusa) senza scatto alla risposta. Per chiamate da cellulare i costi sono legati all'operatore utilizzato.

Pay tv: quando e come inviare un reclamo

Se, pur utilizzando i servizi sopra descritti, non sei venuto a capo del problema, puoi segnalare il disservizio alla pay tv con la quale hai sottoscritto il contratto mediante un reclamo scritto. La segnalazione può riguardare un problema di fatturazione, il malfunzionamento del decoder o degli apparecchi elettronici forniti dall’azienda stessa, l’attivazione di prodotti e servizi non richiesti, un ritardo nell’attivazione dell’abbonamento e così via.

Il reclamo deve pervenire in azienda in forma scritta, tramite lettera raccomandata con ricevuta di ritorno o posta elettronica certificata (PEC). Su questo portale puoi scaricare gratuitamente il modulo di reclamo Sky o il modulo di reclamo Mediaset Premium. Negli articoli “Come scrivere un reclamo a Sky” e “Come scrivere un reclamo a Mediaset Premium” troverai tutti i recapiti a cui spedire la segnalazione.

Pay tv: quando inviare una lettera di diffida o messa in mora

Se la pay tv continua ad esempio a richiederti il pagamento del canone, nonostante tu abbia regolarmente disdetto il contratto di abbonamento, è opportuno che tu ti faccia valere con una lettera di diffida.

Meglio invece utilizzare una lettera di messa in mora quando continuano ad arrivarti indebite richieste di pagamento per un servizio di cui non usufruisci di fatto per mancanza di segnale (problematica peraltro già segnalata alla pay tv).

Con la lettera di messa in mora puoi chiedere all’azienda di adempiere alle prestazioni dovute nei tuoi confronti, offrendo a quest’ultima un termine (che non può essere inferiore a 15 giorni) nel quale sbrigare la relativa pratica. Puoi approfondire l’argomento leggendo l’articolo che abbiamo dedicato all’argomento “La lettera di messa in mora” e scaricare gratuitamente il modello di lettera di costituzione in mora presente su questo portale.

Se scade il termine previsto dalla lettera e la pay tv sembra voler fare orecchie da mercante, puoi rivolgerti al Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com) competente nel territorio del tuo domicilio o residenza. La domanda va inoltrata mediante la compilazione del Formulario UG.

Se neppure in questo modo risolvi la questione, non resta che rivolgerti al Giudice di Pace. Nell’articolo “Come fare ricorso al Giudice di Pace” ti indichiamo come svolgere la procedura.

Documenti correlati



47108 - Redazione
25/10/2016
Trifone, si certo che può farlo. Per quanto riguarda Sky le consigliamo di leggere questo articolo, mentre per Mediaset le segnaliamo quest'altro.

47075 - TRIFONE V.
24/10/2016
Sono abbonato sia a sky che a premium. Vorrei tenermi solo sport e calcio e disdire tutti gli altri generi. Posso farlo? Se si come? Grazie e saluti.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata