Ecco come richiedere il Pin Inps

pin inps

Cambiano le modalità di richiesta del Pin Inps, un codice personale alfanumerico grazie al quale è possibile fruire dei servizi offerti dall'Inps direttamente dal proprio computer, dunque senza recarsi fisicamente allo sportello. L'Istituto di Previdenza, infatti, ha stabilito che non è più consentito presentare la domanda di rilascio del Pin Inps per il tramite di un delegato. Dunque il cittadino che vuole farne richiesta ha oggi due possibilità: recarsi personalmente presso gli sportelli aperti al pubblico della sede Inps della propria città oppure utilizzare i canali alternativi della procedura online o del Contact center.

In questo articolo spiegheremo perché il Pin Inpsrappresenta uno strumento importante e soprattutto come richiederlo e cosa fare in caso di smarrimento o di revoca.

Pin Inps: come funziona, a cosa serve

Grazie al Pin Inps sarà possibile svolgere molte operazioni comodamente da casa, senza doversi più recare nelle sedi Inps ed affrontare lunghe file, risparmiando così tempo e fatica. In tale direzione l'Istituto ha disposto, sul proprio sito ufficiale, diverse sezioni dedicate ai servizi che è possibile svolgere direttamente online, in maniera sicura, pratica e veloce: dalla domanda di disoccupazione a quella per l'assegno di maternità, dalla richiesta degli assegni familiari a lla visione dell'estratto conto contributivo.

La cosa interessante è che il Pin Inps consente l’accesso ai servizi online in funzione delle caratteristiche anagrafiche dell’utente e degli altri dati presenti nel database. Questo significa che nel momento in cui l'utente inserisce i propri parametri di accesso, il sistema gli prospetta in maniera automatica quei servizi che sono in linea con il suo profilo e non altri. Così un lavoratore autonomo, una volta loggato, non potrà accedere alla domanda per l'indennità di disoccupazione, così come un pensionato non potrà visualizzare i servizi dedicati ai parasubordinati e liberi professionisti, come pure un iscritto alla gestione separata non potrà accedere ai servizi riservati agli iscritti alla gestione dipendenti pubblici.

Esistono due tipi di Pin: uno ordinario e l'altro dispositivo. Il Pin Inps ordinario serve fondamentalmente per consultare determinate informazioni che ci riguardano, come i dati relativi alla propria posizione contributiva o alla propria pensione. Ma se si vuole richiedere all'Inps una specifica prestazione, come ad esempio la Naspi o gli assegni familiari, è necessario avere il Pin Inps dispositivo. Ciò al fine di garantire certezza e sicurezza sull'identità del richiedente.

Se per una determinata prestazione la scadenza è ormai prossima, il cittadino che non vuole precludersi questa opportunità può comunque inoltrare la domanda con il solo Pin ordinario, sapendo tuttavia che la sua richiesta sarà presa in esame e lavorata dagli uffici solo quando avrà convertito il Pin ordinario in Pin dispositivo. Nel prosieguo dell'articolo vedremo come fare.

Il Pin Inps ha durata semestrale per i cittadini, che si riduce a tre mesi per gli intermediari istituzionali; alla scadenza va rinnovato online, seguendo le procedure suggerite dal portale dell’Inps.

Ricordiamo che da Marzo 2016 per il cittadino è possibile accedere ai servizi online Inps anche tramite credenziali SPID. Lo SPID è un nuovo sistema che consente a cittadini e imprese di accedere con un’unica identità digitale, da più dispositivi, ai servizi online offerti dalle pubbliche amministrazioni e da quelle imprese che vi hanno aderito. A chi volesse approfondire l'argomento consigliamo la lettura dell'articolo "SPID: cos'è e come funziona"

Pin Inps: come richiederlo

Come detto se ci si vuole limitare a consultare i dati relativi alla propria posizione lavorativa, contributiva e pensionistica è sufficiente disporre del Pin Inps ordinario. Tale Pin può essere richiesto:

  • presso le sedi Inps (in tal caso sarà rilasciato direttamente un Pin dispositivo);
  • direttamente online;
  • tramite Contact Center Inps.

Pin Inps: richiesta presso gli sportelli

In questo caso il cittadino non deve far altro che consegnare allo sportello Inps della sua città il modulo di richiesta PIN (MV35) debitamente compilato e sottoscritto. Come già anticipato non sarà più ammessa la presentazione della richiesta del Pin Inps da parte di un delegato del richiedente. E' per questo motivo che l'Inps ha provveduto ad aggiornare il modulo MV35 proprio in relazione alle disposizioni relative alle modalità operative di rilascio. Alla domanda occorre allegare una copia del proprio documento di identità.

L'impiegato a questo punto verificherà l’identità del richiedente, caricherà in archivio una scansione della richiesta dell’utente e del documento di identità e rilascerà all’utente la busta chiusa contenente il Pin che risulterà già operativo e - come detto - di tipo dispositivo.

Nei confronti di coloro che sono privi in tutto o in parte della capacità legale di agire, la richiesta del Pin Inps può essere effettuata dal tutore o dall'amministratore di sostegno. Quest’ultimo in particolare dovrà presentare il modulo MV35 con i dati del richiedente e con la sua firma, unitamente ad una dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n° 445 del 28.12.2000 attestante la qualità di tutore, curatore o amministratore di sostegno. Su Moduli.it è possibile scaricare gratuitamente una dichiarazione sostitutiva del tutore/amministratore di sostegno.

Qualora si tratti di un minore, invece, la richiesta può essere presentata da un genitore. Nel caso specifico alla domanda occorre allegare l’autocertificazione attestante il possesso della potestà genitoriale.

Pin Inps: richiesta online

Ai cittadini interessati che risultassero impossibilitati a recarsi personalmente presso gli uffici dell'Inps per il dovuto riconoscimento, l'Istituto offre la possibilità di richiedere il Pin Inps direttamente online. E' importante premettere che la procedura online consente di ottenere il Pin ordinario e non quello dispositivo.

Il cittadino non deve far altro che accedere al sito ufficiale dell'Inps, cliccare sulla Voce "Pin online" e a seguire sul pulsante "Richiedi Pin". A questo punto dovrà inserire i propri dati identificativi (nome, cognome, codice fiscale, ecc.), di residenza e i riferimenti per essere eventualmente ricontattati. In particolare l'Inps consiglia di inserire almeno due contatti tra cellulare, email e posta elettronica certificata (PEC), anche per poter utilizzare in caso di smarrimento del PIN la procedura online di ripristino.

Il sistema ricevuti i dati avvia un processo automatico di validazione dell’indirizzo che, se concluso con successo, porta alla generazione del Pin Inps. Quindi invia al cittadino via email, posta elettronica certificata (PEC) o SMS i primi 8 caratteri del PIN; i restanti 8 caratteri saranno invece spediti tramite lettera all'indirizzo di residenza indicato.

Se il sistema rileva delle incongruenze, la richiesta viene presa in carico dagli impiegati dell'istituto che si premureranno di chiamare il cittadino per la verifica dei dati ricevuti.

Al primo utilizzo, il Pin iniziale di 16 caratteri viene sostituito con uno di 8 caratteri, da conservare per i successivi utilizzi.

Pin Inps: richiesta mediante Contac Center

Il cittadino in questo caso deve chiamare il Contact Center Inps al numero 803.164 o al numero, a pagamento, 06 164.164, e comunicare all’operatore gli stessi dati che inseriti nel form online o sul modello MV35: dati identificativi, di residenza, recapiti telefonici ed email.
 
L’operatore dopo aver registrato e validato i dati, comunica telefonicamente al cittadino i primi 8 caratteri del PIN. Gli stessi caratteri vengono comunicati via SMS, via email o posta elettronica certificata (PEC). Anche in questo caso i restanti 8 caratteri saranno inviati mediante lettera all’indirizzo comunicato.

Anche il ricorso al Contac Center permette di ottenere il Pin ordinario e non il Pin dispositivo.

Pin Inps dispositivo: come attivarlo e quali operazioni è possibile richiedere

Come si è già detto il Pin Inps ordinario serve solo per consultare le informazioni relative alla propria posizione, mentre nel caso in cui si voglia effettuare operazioni più complesse o inviare specifiche richieste all’Istituto, è necessario convertire il Pin ordinario, ottenuto online o tramite il Contact Center, in Pin dispositivo.

Grazie al Pin Inps Dispositivo molte richieste rivolte all'istituto possono così essere gestite dal cittadino comodamente da casa, dunque senza recarsi necessariamente allo sportello. Sono tante le prestazioni e i benefici che possono essere richiesti all'Inps attraverso il Pin dispositivo: assegni familiari, indennità di disoccupazione, ISEE, invalidità civile, congedo matrimoniale, contributi asilo nido e voucher baby sitting, cure balneo termali, lavoro accessorio, tanto per fare degli esempi.

Per convertire il Pin Inps Ordinario in Pin Inps dispositivo è possibile recarsi personalmente agli sportelli delle sedi territoriali dell’Istituto (dove viene rilasciato automaticamente il Pin Dispositivo) oppure seguire la procedura online.

Ma vediamo come fare. Una volta aver inserito i dati in proprio possesso (Pin ordinario) sul sito ufficiale dell’Inps, si entra nella propria area personale. A questo punto occorre stampare e firmare il solito modulo di richiesta assegnazione Pin dispositivo Inps, quindi cliccare sulla funzione CONVERSIONE DEL PIN e caricare online il modulo di domanda, di cui si è provveduto a fare una scansione, e una copia fotostatica del documento d’identità in corso di validità.

In alternativa il modulo firmato e la copia del documento di identità possono essere trasmessi via fax al numero 800.803164.

Completati i soliti riscontri da parte degli uffici Inps, il PIN ordinario viene convertito in PIN dispositivo.

Pin Inps: come recuperarlo in caso di smarrimento

Se hai smarrito il tuo Pin Inps puoi recuperarlo senza fatica e senza spendere un euro. Ti basta scegliere la modalità attraverso la quale effettuare la richiesta: puoi inviarla online oppure recarti di persona allo sportello.

Se intendi recuperare il Pin Inps smarrito attraverso la procedura online non devi far altro che recarti sul sito ufficiale dell’Istituto www.inps.it, accedere alla sezione servizi online e cliccare su RIPRISTINO PIN. Ti verrà chiesto di inserire i tuoi dati anagrafici prima di inviare la richiesta di recupero, di modo da poter ricevere entro poco tempo il nuovo pin tramite e-mail o sms.

Altrimenti puoi revocare il Pin Inps che hai smarrito per richiederne uno nuovo; in questo caso puoi rivolgerti al contact center chiamando l’803164 da rete fissa o lo 06.164.164 da cellulare. In alternativa, puoi anche seguire la procedura online sul sito ufficiale dell’Inps, entrando nella sezione PIN Online --> Hai smarrito il PIN? --> Revoca il PIN autenticando la richiesta con il tuo codice fiscale, i dati della tua tessera sanitaria e un indirizzo email al quale inoltrare un nuovo Pin.

L’ultima possibilità rimane nella richiesta tradizionale effettuata mediante la modulistica opportuna, presso lo sportello della sede Inps più vicina a te.

Qualora dovessi incontrare difficoltà o subire dei disservizi dall’Inps, puoi segnalarli attraverso questo modulo di reclamo Inps da inviare tramite posta tradizionale o elettronica. Ulteriori moduli ed informazioni sono disponibili nell’articolo “Inps: i moduli per l’accesso agli atti e per la segnalazione di disservizi”.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata