L'Arbitrato

Se con il Conciliatore non viene raggiunto un accordo e comunque non c'è l'intenzione di andare dal giudice ordinario, le parti possono chiedere l'intervento di un arbitro, un professionista cui viene chiesto di pronunciarsi su di una controversia emettendo un giudizio. Non è un giudice ordinario, ma decide la soluzione di una questione portata alla sua attenzione.

L'arbitrato è oggi lo strumento più diffuso in numerosi paesi, anche in campo bancario e finanziario, per risolvere controversie importanti o delicate, con rilevanti vantaggi per la gestione della banca.

La differenza con la conciliazione sta nel fatto che mentre quest'ultima è procedura per far raggiungere alle parti stesse un accordo, l'arbitrato è invece un giudizio emesso da un privato (esperto nella materia), non da un giudice ordinario, al quale le parti decidono di rivolgersi per risolvere una questione. Nella conciliazione non c'è una sentenza, nell'arbitrato invece una parte avrà ragione e l'altra no.

Per chiedere l'avvio di un arbitrato scrivere a:

Conciliatore Bancario,
Via delle Botteghe Oscure, 54 - 00186 Roma.

Oppure mandare un fax al numero 06 67482250, o una e-mail a associazione@conciliatorebancario.it