Ombudsman - Giurì bancario

L’Ombudsman Giurì bancario (o difensore civico), creato dall’ABI nel 1993, è stato sostituito da nuovo soggetto arbitro, varato da Bankitalia (G.U. del 24 giugno 2009), che vigilerà sui servizi e sulle attività di investimento di privati e imprese e sulle dispute fino a 100.000 €.

Il nuovo organismo non è più espressione dell'Abi, ovvero solo delle banche, ma sta sotto la diretta tutela della Banca d’Italia. E' composto da sette persone, cinque delle quali scelte direttamente dalla Banca d'Italia e due, nominate anch’esse da Bankitalia, designate dagli intermediari e dalle associazioni di tutela dei consumatori.

In caso di controversia bancaria il cliente dovrà presentare - non oltre due anni dall’operazione contestata -  un reclamo direttamente all'intermediario (la banca, le Poste) che avrà 30 giorni per rispondere. In caso di risposta carente o mancante, il cliente può presentare ricorso al nuovo sistema di conciliazione autonomamente o tramite un'associazione di tutela dei consumatori.

Moduli.it vi mette a disposizione il modulo da utilizzare.

Questo l’indirizzo a cui spedirlo:

Ombudsman – Giurì Bancario Via delle Botteghe Oscure, 54 00186 Roma Fax 06/67482251 E-mail segreteria@ombudsmanbancario.it

Nel caso in cui ci si rivolga in prima istanza all’ombudsman bancario, senza aver proposto reclamo alla banca o all’intermediario, sarà lo stesso ombudsman a far trasmettere a questi ultimi il ricorso.

L’Ombudsman deve decidere entro 90 giorni dalla data di ricezione della richiesta di intervento, termine che può essere prorogato nel caso di richiesta di integrazione della documentazione. La decisione deve essere motivata e comunicata mediante lettera raccomandata alle parti, che sono tenute ad adempiere nei termini indicati.

Il giudizio dell’Ombudsman è inappellabile per la banca, tanto che qualora venga a conoscenza che la banca o l’intermediario non si sono conformati alla decisione resa, assegna un termine per provvedere, decorso il quale l’inadempienza viene resa nota a mezzo stampa, a spese della banca o dell’intermediario inadempiente.

Il ricorso all’Ombudsman - totalmente gratuito - non priva il cliente del diritto di rivolgersi in qualsiasi momento all’Autorità giudiziaria, un organismo conciliativo, o un collegio arbitrale, mentre la decisione del Giurì Bancario è vincolante per la banca e per l’intermediario finanziario.