Accordo di riservatezza: contenuti, durata, fac simile

Formati
PDF   fac simile (a)
DOC   fac simile (b)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Fac simile di accordo che le parti devono sottoscrivere quando hanno la necessità di scambiarsi informazioni di natura confidenziale per il raggiungimento di determinati scopi e desiderano garantire che le stesse rimangano riservate.

Accordo di riservatezza: quando si usa

L'accordo di riservatezza viene predisposto e sottoscritto quando le parti hanno la necessità di dover condividere informazioni confidenziali, come i dati di un progetto ancora in cantiere oppure i dati relativi a disegni e modelli per i quali si è ancora in attesa della concessione di un brevetto e via discorrendo.

Questa situazione può determinarsi quando l'intento delle parti o di una sola delle parti è quello di:

  • sviluppare un'idea di business
  • condurre una trattativa commerciale
  • redigere un piano di marketing
  • testare lo sviluppo di un software o di una app
  • ricercare un possibile investitore/finanziatore
  • verificare le condizioni per la conclusione di un contratto di cessione o di distribuzione
  • chiedere il parere di un professionista (consulente fiscale, esperto di finanziamenti, ecc.)
  • ecc.

Cosa si intende per informazioni riservate o confidenziali

Tra le informazioni riservate può rientrare ad esempio:

  • una invenzione suscettibile di brevetto;
  • un modello di utilità, ossia un modo di innovare un oggetto già esistente e conferirle maggiore utilità nel suo utilizzo;
  • un know-how aziendale;
  • una tecnologia innovativa;
  • una idea di business;
  • un piano di sviluppo commerciale;
  • uno studio di fattibilità;
  • un rapporto finanziario;
  • ecc.
Al contrario non possono definirsi segrete e confidenziali quelle informazioni e quei dati che risultano di dominio pubblico al tempo in cui sono stati divulgati, o la cui divulgazione sia imposta dalla legge o da un provvedimento dell'autorità pubblica oppure che siano state rivelate al ricevente da terzi che ne avevano il diritto e di cui esiste prova documentale.

Tra chi viene stipulato l'accordo di segretezza

L'accordo di riservatezza può essere stipulato, ad esempio, tra

  • l'azienda e il dipendente
  • l'azienda e il suo fornitore
  • il titolare dell'invenzione e il consulente (commercialista, analista finanziario, ecc.)
  • il produttore e il partner commerciale
  • i due futuri partner di progetto
  • ecc.

L'accordo può essere sottoscritto da una sola parte (ad esempio dal consulente fiscale chiamato ad esprimere un proprio parere sull'idea) o da entrambe le parti. In quest'ultimo caso le parti si scambiano e condividono reciprocamente informazioni riservate.

Accordo di riservatezza: durata

Un aspetto molto importante dell'accordo è l'indicazione della durata. Normalmente si inserisce una clausola del tipo

"Le informazioni riservate saranno coperte dall’obbligo di riservatezza, per un periodo di anni "n", decorrenti dalla data di comunicazione delle stesse ..." 

In questo caso la durata può essere stabilita in funzione, ad esempio, del tempo necessario per il deposito del brevetto.

Ma le parti potrebbero anche decidere che il vincolo alla riservatezza e alla non divulgazione delle informazioni non sia a termine ma a tempo indeterminato. Ciò si può verificare nel caso in cui una parte debba condividere con l'altra informazioni, ad esempio, circa lo sviluppo di una app che tuttavia non risulta brevettabile.

Cosa è importante indicare nell'accordo di riservatezza

Questi gli elementi da non trascurare:

  • i dati delle parti coinvolte nell'incontro/trattativa ("Parte Emittente", ossia la parte che rivela informazioni tecniche e/o commerciali e "Parte Ricevente");
  • il contenuto delle informazioni confidenziali;
  • la finalità per cui avviene la divulgazione delle informazioni riservate; 
  • l'applicabilità dell'accordo (ad es. "la Parte Ricevente si impegna a vincolare al presente accordo tutti i propri dipendenti e/o collaboratori..");
  • le misure di sicurezza che le parti si impegnano ad adottare;
  • la durata dell'accordo;
  • la previsione di una penale in caso di violazione degli obblighi di segretezza.

Cosa succede se non si rispettano gli accordi

Come detto con la sottoscrizione ciascuna parte si impegna a non utilizzare le informazioni riservate per scopi direttamente e/o indirettamente diversi da quelli descritti nell'accordo di riservatezza.

Ciascuna parte, inoltre, si impegna a non divulgare le informazioni riservate a terze parti o ai dipendenti e/o collaboratori a vario titolo, a meno che costoro non siano direttamente coinvolti nell’analisi del progetto, ad esempio come consulenti di una delle parti.

In caso di violazione delle previsioni contenute nell'accordo di riservatezza, la parte lesa ha il diritto di chiedere alla controparte il risarcimento economico, senza neppure dover dimostrare il danno subito.

In tal senso l'accordo può prevedere una clausola con la quantificazione di una somma per ogni violazione accertata, fatto salvo l’eventuale maggior danno.

Tags:  tutela

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità