Come disdire un viaggio per cause di forza maggiore

disdetta vacanza per forza maggiore, disdetta viaggio per forza maggiore

Se dopo aver prenotato un viaggio si verificano nei pressi della località di soggiorno fatti non conosciuti o non prevedibili dal venditore o dal cliente al momento della prenotazione, che di fatto impediscono o limitano il godimento del viaggio, il consumatore ha il diritto recedere dal contratto stipulato con l’agenzia di viaggi o con il tour operator senza essere tenuto al versamento di alcuna penale.

Caso diverso è se prima o dopo la partenza l’organizzatore o il venditore ha la necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto (leggi "Cosa fare se le condizioni di viaggi cambiano prima o dopo la partenza").

Quali sono le cause di forza maggiore

Per cause di forza maggiore si intendono situazioni legate ad eventi non dipendenti dal tour operator o dall'agenzia viaggi, né ovviamente dal consumatore, ma neppure previdibili usando l’ordinaria diligenza e che non permettono tuttavia a quest’ultimo di godere del viaggio prenotato: avvenimenti bellici, disordini civili o militari, sommosse, saccheggi, atti di terrorismo, crisi sanitarie, sisma, alluvione, maremoto, ecc.

Ma attenzione: perchè il consumatore possa pretenedere il rimborso di eventuali somme già versate e non essere soggetto al pagamento di una penale, è necessario che dette cause di forza maggiore siano dichiarate ufficialmente dal Ministero degli Affari Esteri (Farnesina) che resta, quindi, l’unico ente governativo abilitato a sconsigliare ai cittadini italiani di recarsi nel luogo colpito da un'alluvione piuttosto che da una sommossa popolare.

A tal propisito occorre ricordare che il Ministero degli Affari Esteri mette a disposizione dei cittadini, attraverso il sito "Viaggiare sicuri", informazioni di carattere generale sui Paesi stranieri e in particolare quelle relative alle condizioni ed agli eventuali rischi per l’incolumità di coloro che intraprendono viaggi all’estero.  Dunque prima di partire consigliamo di consultare questo sito per acquisire quante più informazioni possibile sul Paese che si intende visitare, anche e soprattutto sotto il profilo della sicurezza.

Il modulo per recedere

Come detto trattandosi di una rinuncia non volontaria, ma dovuta ad una causa di forza maggiore, il consumatore ha diritto al rimborso integrale di quanto versato a titolo di acconto o di quota di partecipazione, senza l’applicazione di alcuna penale di recesso. La somma di denaro, in particolare, dovrà essergli restituita entro sette giorni lavorativi dal momento della cancellazione. Questo il fac simile di recesso da pacchetto turistico per cause di forza maggiore da utilizzare.

In alternativa il consumatore può decidere di usufruire di un altro pacchetto di qualità equivalente o superiore senza supplemento di prezzo o di un pacchetto di qualità inferiore previa restituzione della differenza di prezzo.

Nulla invece sarà dovuto dal tour operator o dall’agenzia viaggi a titolo di risarcimento danni nei confronti del consumatore.

Documenti correlati



50744 - Redazione
30/10/2017
Giuseppe, non ci sono le condizioni per chiedere l'annullamento del viaggio per cause di forza maggiore. Se parte domenica 29 purtroppo non c'è molto che lei possa fare.

50723 - Giuseppe
27/10/2017
Salve domenica dovrei partire per 4 giorni a Barcellona. Ho già i biglietti aerei e hotel prenotato, tutto fatto tramite. Visto cosa sta accadendo a Barcellona, posso annullare il viaggio e recuperare parte dei soldi versati? Come mi posso comportare con l'agenzia? Grazie

50096 - Lina
22/08/2017
Buongiorno causa terremoto ad Ischia di ieri sera vorrei chiedere il rimborso x una vacanza prenotata x domenica. Ho chiamato ma mi hanno dato posti alternativi ad Ischia o Cilento o Calabria. Ma io non voglio andare in questi posti posso chiedere il rimborso?

50022 - Redazione
24/07/2017
Daniela, normalmente se il Ministero degli Affari Esteri sconsiglia i viaggi in un luogo in cui si è verificato un particolare evento, il viaggiatore può pretendere dal tour operator o dall'agenzia viaggi il rimborso di quanto versato nel caso in cui decida di rinunciare al viaggio. Va precisato, tuttavia, che il Ministero non interviene in alcun modo nei rapporti tra tour operator e viaggiatore, tantomeno sulle questioni che regolano i contratti di viaggio.

50005 - daniela
22/07/2017
A kos c'è stato il terremoto io fra qualche giorno dovrei andare li in vacanza ma non ho più lo spirito per andarci e ho anche paura, che devo fare??? Grazie

49939 - Clem
16/07/2017
Ho prenotato un viaggio a Creta per la fine di agosto, versando già un acconto, è possibile disdirlo anche se l'agenzia non lo ritiene opportuno in caso di sisma? Grazie

49594 - Barbara
07/06/2017
Mia figlia con la sua classe dovevano partire per soggiorno lavorativo scolastico a Londra il giorno 04/06/2017, la mattina successiva agli attentati. La preside ha annullato il viaggio in quella data, salvo riproporlo con aggiunta di 150 euro(volo) per il giorno 07/06. Per non far perdere questa importante opportunità ai ragazzi abbiamo deciso di farli partire comunque, ma mi sembra che i 150 euro non siano assolutamente dovuti, e addirittura io penso che non sarebbereo dovuti partire e avremmo dovuto avere il rimborso totale del viaggio. Cosa ne pensate? Grazie saluti

48796 - Valentina
22/03/2017
A seguito dell attentato a Londra abbiamo deciso di annullare viaggio verso la capitale, ryanair ovviamente non rimborsa e l'hotel ci addebita il costo della prima notte. E' legittimo? Rispetto all'hotel quali possono essere le azioni da intraprendere?

47889 - Redazione
20/12/2016
Jessica, molto dipenderà dalle dichiarazioni ufficiali che farà il Ministero degli Affari Esteri (Farnesina).

47882 - Jessica
19/12/2016
Buonasera, Ho prenotato mesi fa un viaggio per passare capodanno a Berlino. Compagnia aerea easyjet e soggiorno hotel meninghier. Dopo quanto successo, vi chiedo se secondo voi ci sono gli estremi per chiedere un risarcimento. Grazie

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata