Il contratto di collaborazione gratuita

contratto di collaborazione gratuita

Sei impiegato al comune e fuori dall'orario di lavoro vorresti prestare la tua collaborazione assolutamente gratuita presso un ente no profit? Sei un pensionato e saltuariamente ti piacerebbe dare una mano a tuo figlio che gestisce un ristorante in città ma a patto di regolarizzare la tua posizione?

In questi come in altri casi simili è possibile stipulare un contratto di collaborazione gratuita.

Il prestatore in questi casi opera senza pretendere alcun compenso di sorta, limitandosi a percepire, quando concordato, il solo rimborso delle spese a pié di lista. Non percepisce, inoltre, alcuna provvidenza assistenziale, assicurativa e previdenziale.

Questo il modello di contratto di collaborazione gratuita che potete personalizzare secondo le vostre specifiche esigenze.

Il prestatore svolge la propria attività in piena autonomia e senza alcun vincolo tecnico di subordinazione, dunque senza obblighi di orario. Generalmente ognuna delle parti può recedere dal contratto senza alcun onere di motivazione, né di preavviso.

Secondo la giurisprudenza, la gratuità delle prestazioni lavorative è ammissibile esclusivamente nell'ambito dei rapporti di cortesia o con riferimento ad interessi di tipo benefico, religioso o ideologico. In particolare la collaborazione gratuita è un rapporto che può essere stipulato con onlus, enti no profit o comunque con soggetti che perseguono finalità non lucrative.

Documenti correlati



52695 - Redazione
25/04/2019
Davide, escludendo enti no profit, associazioni, onlus, ecc. la collaborazione dev'essere prestata all'interno di un contesto familiare (e quello del suo amico non lo è) ed assumere il carattere dell'occasionalità.

52689 - Davide
24/04/2019
Posso stare a lavorare in pizzeria di un mio amico con il contratto di collaborazione gratuita?

52668 - Redazione
17/04/2019
Luca, un conto è l'attività prestata in modo personale, spontaneo e gratuito dal soggetto in favore, ad esempio, di una organizzazione di volontariato (Legge 266/1991), altro conto è - secondo la giurisprudenza - la gratuità della prestazione fornita dal collaboratore e ricollegabile a principi di solidarietà familiare, assistenziale, sociale, religiosa, filantropica, politica, culturale o ambientale, ecc.

52658 - Luca
16/04/2019
Come sopra citato Secondo la giurisprudenza, la gratuità delle prestazioni lavorative è ammissibile esclusivamente nell'ambito dei rapporti di cortesia o con riferimento ad interessi di tipo benefico, religioso o ideologico. In particolare la collaborazione gratuita è un rapporto che può essere stipulato con onlus, enti no profit o comunque con soggetti che perseguono finalità non lucrative. "quindi se vado ogni tanto ad aiutare un mio carissimo amico in un bar non ha valore? Qual é la legge che chiarisce la collaborazione gratuita?

52639 - Redazione
13/04/2019
Marco, il contratto non è soggetto a registrazione obbligatoria.

52636 - Marco
11/04/2019
Il contratto va solo conservato? Il contratto per essere valido deve essere registrato? E se viene un controllo ha un valore?

51986 - enrico
27/04/2018
Un consulente da me interpellato sostiene che molto probabilmente in caso di controllo, il contratto non viene considerato valido, quindi scatta la sanzione per lavoro nero.

50542 - eugenio
09/10/2017
Sono pensionato, stanco di bighellonare. Mi voglio proporre come maestro pasticcere a scopo gratuito, è possibile? Quale procedura dovrei adottare. Cordialmente

46889 - Redazione
11/10/2016
Davide, il contratto non va depositato ma serve semplicemente a regolare il rapporto tra le parti. Il prestatore d'opera può liberamente decidere se assicurarsi oppure no presso una società privata.

46873 - Davide
10/10/2016
Volevo sapere, riguardo il contratto collaborazione gratuita, come va gestito il modulo una volta compilato: dove consegnarlo? Bisogna farsi un assicurazione? Grazie

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio