Polizza vita: come chiedere il riscatto o la riduzione

La polizza vita è un contratto che da diritto, dietro il pagamento di premi per un periodo predeterminato, a ricevere una somma di danaro in forma di capitale o di rendita al verificarsi di certi eventi legati alla vita dell'assicurato. Così si stipula una polizza vita se si vuole accantonare una somma di denaro per poter integrare la propria pensione pubblica e godere in futuro di un miglior tenore di vita.

E’ utile sapere che dopo un certo numero di anni specificati sul contratto, chi ha sottoscritto una polizza vita può risolvere anticipatamente il rapporto assicurativo e chiedere la liquidazione del capitale (riscatto). Questo il fac simile che vi proponiamo.

Non tutte le polizze vita possono essere riscattate. Possono esserlo le polizze a vita intera o quelle miste, ma non le polizze temporanee caso morte.

Ai fini della richiesta di riscatto, oltre alla domanda e alla fotocopia di un documento di identità in corso di validità, l’assicurato deve allegare l'originale della polizza. Se non è stata consegnata o nel caso in cui si fosse smarrita, occorre allegare la denuncia di smarrimento presentata all'autorità oppure la dichiarazione di smarrimento dell'originale della polizza; questo il fac simile che potete utilizzare.

Una volta effettuata la richiesta di riscatto, accompagnata dalla documentazione contrattualmente prevista, l’impresa liquida la somma dovuta entro i trenta giorni successivi.

E’ da tener presente, tuttavia, che possono essere previste forti penalizzazioni sul capitale o sulla rendita assicurati, per cui è buona norma chiedere prima alla compagnia la quantificazione del valore di riscatto; questo il modello con cui effettuare la richiesta. La compagnia assicurativa è tenuta a fornire una risposta entro e non oltre 10 giorni dalla data in cui ha ricevuto la richiesta.

Anche i criteri per la determinazione del valore di riscatto sono indicati nelle condizioni di polizza.

Se invece non si vuole riscattare la polizza ma solo sospendere temporaneamente o definitivamente il pagamento dei premi, perché ad esempio si versa in una situazione di difficoltà economica o più semplicemente non si è contenti del prodotto, è possibile chiedere la cosiddetta riduzione attraverso questo fac simile.

In questo caso la polizza resta in piedi con un capitale (rendita) assicurato ovviamente inferiore a quello inizialmente previsto, basato su quanto effettivamente versato. Il capitale derivante dai premi pagati verrà comunque rivalutato anno per anno secondo i rendimenti ottenuti dal fondo.

Come per il riscatto, anche per la riduzione è necessario che siano state pagate le annualità di premio minime previste dalle condizioni di polizza.

Dopo che è stato sospeso un contratto può comunque essere riattivato riprendendo il versamento dei premi annui.

Documenti correlati



48988 - Redazione
08/04/2017
Vito, verifichi cosa stabilisce in tal senso il contratto che ha stipulato.

48967 - vito
06/04/2017
Buona sera, ho stipulato nel 2007 - con scadenza a 10 anni quindi tra pochi giorni - una polizza POSTAFUTURO LOW COST. Mi è arrivata la lettera di avviso di scadenza informandomi delle alternative su come riscuotere il capitale. Tra questi anche la la liquidazione del capitale versato attraverso una rendita, che viene pagata per tutta la vita con cadenza annuale o mensile. Opto per questa alternativa aspetto che poste italiane mi risponda e telefeoncamente mi dicono che non posso usufruirne perchè devo avere un minimo di Euro 75.000 ma è vero? La mia età di 39 anni. Fatemi sapere

48401 - Redazione
14/02/2017
Barbara, prima di inoltrare formale riscatto della polizza, le suggeriamo di informarsi presso l'agenzia sul reale valore che le sarà corrisposto in sede di liquidazione, visto che potrebbero esserle applicate forti penalizzazioni. Valuti nel caso anche la possibilità di chiedere la sospensione della polizza. Circa le modalità le invitiamo a far riferimento a quanto stabilito dal contratto in suo possesso. Questo fac simile di richiesta.

48392 - barbara
13/02/2017
Come posso disdire la polizza vita di poste italiane? Non possiamo più pagare. Il riscatto verrà lo stesso rilasciato?

46806 - Redazione
03/10/2016
Carmen, tranquilla. Si rechi allo sportello e richieda una copia del contratto sottoscritto.

46791 - Carmen
02/10/2016
Ho una polizza vita stilata con Postevita che scadrà tra un mese, ma non riesco a trovare il contratto... come debbo muovermi? Ho il terrore di non riuscire a riprendere i miei soldi...

43058 - Liliana
06/12/2015
Ho stipulato una polizza vita nel 2007 scadenza 2032 con aggiunta di 9091,32 euro di capitale derivante da trasformazione. 2400euro lordi l'anno. Il 20/3/2014 ho aggiunto una PIP scadenza 13/02/2040 di 500euro annuali ma con 3 riscatti speciali. Non sono sicura di avere fatto la scelta giusta con l'ultima polizza pip. Mi potreste aiutare a capire la cosa migliore da fare? Grazie

36384 - Redazione
02/03/2015
Antimo, le polizze non rientrano nell’asse ereditario e il beneficiario, in questo caso sua figlia, può essere scelto liberamente.

36352 - antimo caricchia
26/02/2015
Grazie anticipatamente per la risposta, sono contraente di una polizza "POSTAFUTURO UNICO" beneficiario solo mia figlia, in caso di morte del contraente, gli altri figli non menzionati nel contratto, possono avanzare eventuali pretese?

30939 - Redazione
30/06/2014
Mariarosaria, inviare una richiesta specifica alla compagnia assicurativa (può utilizzare a tal fine questo fac simile). Prima di inoltrare tale richiesta, tuttavia, le consigliamo di leggere con attenzione le condizioni previste dal contratto in caso di sospensione del pagamento dei premi.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata