Lettera di contestazione parcella professionista

Descrizione

Lettera per contestare la parcella emessa da un professionista (avvocato, architetto, ingegnere, commercialista, ecc.).

In particolare la lettera di contestazione parcella professionista va utilizzata quando capita di ricevere dal proprio dal proprio avvocato o  commercialista una parcella che lascia non poche perplessità. I motivi possono essere diversi: ad esempio la somma riportata in fattura è di molto superiore alla cifra concordata per il servizio, oppure l'importo non può giustificarsi in relazione all'attività svolta dal professionista, oppure nella parcella non compare il dettaglio delle singole prestazioni professionali svolte, la qual cosa impedisce di verificare la corretta applicazione da parte del professionista delle tariffe vigenti.

Per evitare di incorrere in costosi e spesso infruttuosi contenziosi con il professionista è sempre consigliabile farsi rilasciare un preventivo scritto. Questo ad esempio un fac simile di preventivo-contratto tra cliente ed avvocato.

Chiaramente se nonostante tutto il contrasto dovesse sorgere, il consiglio è quello di contestare senza indugio la parcella, dichiarandosi da subito disponibili ad una soluzione amichevole della questione.

L'esempio di lettera di contestazione parcella professionista che è possibile scaricare gratuitamente da questa scheda è in formato doc, dunque facilmente adattabile alle specifiche circostanze. E' importante in ogni caso specificare il numero e la data della parcella emessa dal professionista, la data dell'affidamento dell'incarico (se conosciuta), l'oggetto della prestazione e naturalmete l'importo oggetto di contestazione.

Dopo aver ultimato la compilazione, la lettera di contestazione parcella professionista è pronta per essere stampata. A questo punto non resta che apporre data e firma e spedire in busta chiusa tramite raccomandata con avviso di ricevimento all'indirizzo del professionista. Se si è in possesso di una PEC (Posta Elettronica Certificata), è possibile - rintracciando quella del professionista - inviare un semplice messaggio di postale elettronica. In questo caso basterebbe copiare il testo della lettera nel corpo del messaggio email. Così facendo si potrebbero evitare inutili code all'ufficio postale.

Se non si ottiene alcun riscontro o le spiegazioni fornite non convincono allora è meglio rivolgersi all'Ordine Professionale per i più opportuni chiarimenti e provvedimenti.

Tags:  risoluzione controversie professionisti

Formati     © Moduli.it
DOC
Foto
Flickr
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità