Dichiarazione di ospitalità per cittadini extracomunitari editabile

Formati
PDF
DOC
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione
Modulo che il privato è tenuto a compilare ed inviare all'autorità locale di pubblica sicurezza nel momento in cui decide di ospitare o fornire alloggio a cittadini extracomunitari.

Dichiarazione di ospitalità: quando va compilato

Il soggetto privato che a qualsiasi titolo

  • fornisce alloggio ad un cittadino extracomunitario, ovvero
  • ospita un cittadino extracomunitario, ovvero 
  • cede allo stesso la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani, posti nel territorio dello Stato

è tenuto a darne comunicazione scritta, entro 48 ore, alle Forze dell'Ordine. Lo stabilisce l'articolo 7 del Decreto Lgs. 25 Luglio 1998 n. 286.

Qual è il fine della dichiarazione di ospitalità

Attraverso questa dichiarazione il cittadino straniero è in grado di dimostrare allo stato italiano che ha un posto dove alloggiare o comunque farsi ospitare.

In questo modo lo straniero la possibilità di:

  • ottenere il visto turistico per l'Italia (la dichiarazione va consegnata al Consolato italiano del suo paese);
  • ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno (se è già in Italia, va consegnata in Questura).

E se ospito un mio parente straniero per una sola settimana?

La dichiarazione di ospitalità va sempre presentata, indipendentemente dalla durata dell’ospitalità o dal fatto che si tratti di ospitalità a parenti o affini.

E se ospito un cittadino italiano?

In questo caso la dichiarazione va presentata alla Polizia solo se l'ospitalità si protrae per più di 30 giorni. 

Cosa accade se non effettuo alcuna comunicazione?

In questo caso si commette una violazione delle disposizioni di legge e, dunque, si è soggetti al pagamento di una sanzione amministrativa da 160 a 1.100 euro.

Quali informazioni specificare sulla dichiarazione di ospitalità

Sul documento occorre indicare:

  • i dati anagrafici del dichiarante (ossia di colui che fornisce ospitalità/alloggio)
  • il periodo in cui lo straniero è stato ospite (può essere anche a tempo indeterminato);
  • se è stato fornito alloggio/ospitalità oppure ceduto la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani 
  • i dati anagrafici e gli estremi del passaporto del cittadino extracomunitario
  • l'esatta ubicazione dell'immobile ceduto o in cui la persona straniera è alloggiata od ospitata
  • luogo, data e firma.

Quali documenti allegare

Alla dichiarazione di ospitalità occorre allegare:

  • copia di un documento del dichiarante;
  • copia di un documento del cittadino extracomunitario (copia del permesso di soggiorno in corso di validità o copia del passaporto);
  • copia della documentazione comprovante la proprietà o il titolo di godimento dell’immobile (atto di proprietà, contratto di locazione, ecc.).

Modulo dichiarazione di ospitalità: come va consegnato 

Il modulo debitamente compilato e firmato, corredato della documentazione descritta, può essere presentato di persona la Questura, oppure spedito tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Vanno trasmesse due copia della dichiarazione con firma originale (il dichiarante può trattenerne una terza per se).

Ricordiamo che la consegna o la spedizione vanno fatti entro 48 ore dall’arrivo dell’ospite straniero.

Vale la stessa cosa anche per le strutture ricettive?

Sostanzialmente si. Anche i gestori delle strutture ricettive (hotel, B&B, affittacamere, case vacanze, ecc.) sono tenute ad effettuare la comunicazione degli ospiti stranieri, anche se con modalità diverse.

Costoro, infatti, non fanno uso del presente modello, ma effettuano la comunicazione online attraverso il servizio "Alloggiati Web", disponibile sul sito della Polizia di Stato all’indirizzo https://alloggiatiweb.poliziadistato.it/PortaleAlloggiati/.

Tags:  autorità di pubblica sicurezza passaporto viaggiare

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità