Dove andare in vacanza: ecco come trovare ispirazione

dove andare in vacanza, dove andare in vacanza con pochi soldi

Vorresti che il tuo prossimo viaggio si adatti a tutte le tue necessità, regalandoti esperienze uniche e panorami da favola? Sei nel posto giusto. Moduli.it, dopo aver dedicato diversi articoli al tema viaggi e vacanze, ne ha scritto uno che ti aiuta nella scelta della tua prossima destinazione. Se hai un bisogno disperato di partire, ma non sai dove andare in vacanza, sappi che la rete può essere un ottimo modo per lasciarsi ispirare, conoscere nuovi luoghi, giungere a compromesso tra ciò che si vuole e ciò che si può ottenere, innamorarsi delle fotografie, sbirciare i video e i reportage dedicati ai mille paradisi offerti da questo nostro pianeta e molto altro ancora.

Agenzia di viaggi o portali specializzati? Entrambi utili per capire dove andare in vacanza

Puoi trovare ispirazione per il prossimo viaggio sia online che offline. Se hai un rapporto fidato col tuo agente di viaggio, recati in agenzia e fatti consigliare quale meta può adattarsi alle tue necessità e al tuo budget. Qualora, invece, avessi bisogno di sognare ad occhi aperti un nuovo itinerario, il consiglio da mettere in pratica offline potrebbe essere quello di leggere libri, vedere film e documentari girati in location mozzafiato, raccogliere feedback da amici e parenti. Nelle librerie c’è sempre una zona dedicata alla vendita di guide, cataloghi, reportage di viaggio scritti o illustrati e molto altro ancora: perdersi tra gli scaffali per qualche minuto può esserti utile per trovare la giusta ispirazione.

La stessa cosa si può fare in edicola. Sono tantissime le riviste dedicate ai viaggi, in Italia e nel mondo, ma non ci sono solo quelle: anche nei magazine e nei quotidiani c’è una sezione dedicata ai viaggi. Collezionali o ritaglia gli articoli più interessanti, potrebbero tornarti utili in un secondo momento.

Nel caso in cui, invece, volessi andare alla ricerca di ispirazione online, non hai che l’imbarazzo della scelta. La cosa più semplice che tu possa fare è collegarti ad internet e visitare qualche sito specializzato. Eccone alcuni che potrebbero esserti d’aiuto:

- National Geographic: il famosissimo magazine si può consultare anche online (www.nationalgeographic.it), lasciandosi ispirare dalle bellissime fotografie e dagli articoli che raccolgono notizie e curiosità da ogni parte del mondo;

- Momondo (www.momondo.it): sulla homepage c’è l’icona di Tripfinder, un’applicazione che ti permette di trovare la meta del tuo prossimo viaggio partendo dai tuoi interessi, dalle attrazioni che vuoi visitare, per poi selezionare l’area geografica di riferimento, il periodo disponibile e per concludere il budget a disposizione. Una volta compilati tutti i campi, potrai osservare i risultati ottenuti dal server, dunque iniziare a programmare e prenotare;

- Turisti per caso: un classico intramontabile, sopravvissuto agli anni ’90 e approdato sul web, con un sito pieno di reportage, video, articoli e filmati divertenti (http://turistipercaso.it/). Gli utenti possono improvvisarsi guide turistiche e condividere le loro esperienze e i loro itinerari, dando consigli e rispondendo alle domande di altri viaggiatori;

- Travel blog: non è un sito, ma una categoria di blog (www.travelblog.it) molto utili per lasciarsi ispirare, ottenere informazioni su come andare, dove mangiare e dove alloggiare, cosa visitare e molto altro ancora.

- Zingarate (www.zingarate.com), un sito che da quasi 20 anni raccoglie e pubblica le esperienze di viaggio dei propri utenti, condivide informazioni sui posti da vedere, offre spunti per nuovi viaggi, riporta foto da viaggiatori e turisti di tutto il mondo.

- Tripadvisor (www.tripadvisor.it). Una fonte di ispirazione per le vacanze te la fornisce anche Tripadvisor. In particolare giunto a questa pagina https://www.tripadvisor.it/Inspiration basta scegliere la categoria di interesse (avventura, storia e cultura, relax e benessere, casinò, sci e snowboard, ecc.), selezionare una destinazione e premere sul pulsante "Ispirami". Per ogni luogo di destinazione, frutto della ricerca, Tripadvisor fornisce una informazioni suddivise per: "Panoramica", "Dove alloggiare", "Ubicazione" e "Cose da fare o vedere".

Moduli.it ti consiglia di dare uno sguardo anche a: Pensieri in viaggio (www.pensierinviaggio.it), Fraintesa (www.fraintesa.it), Mi prendo e mi porto via (www.miprendoemiportovia.it), Trip Hackr (http://triphackr.com/) e Nomadic Matt (www.nomadicmatt.com).

Chiaramente in questa lista di siti non potevamo non citare Italia.it, il sito ufficiale del turismo in Italia che dovrebbe presentare il Belpaese al mondo intero. Il condizionale è d'obbligo, visto che il portale presenta a nostro avviso diverse criticità sia dal punto di vista tecnico che contenutistico e ciò non è ammissibile se si pensa ai tanti milioni di euro spesi per realizzarlo. Ad ogni modo cliccando sulla voce "Scopri l'Italia" puoi selezionare la regione di interesse e accedere ad una lista delle sue principali attrazioni culturali, naturali e paesaggistiche. Diversamente puoi cliccare su "Idee viaggio" per avere una lista delle principali bellezze della nostra nazione raggruppate per aree tematiche: mare, montagna, laghi, arte e storia, città d'arte, turismo itinerante, manfiare e bere, ecc. Infine nell'area ddicata alle "Notizie" sono raccolte informazioni sugli eventi in corso in quel periodo.

E' chiaro a tutti che Internet ha letteralmente rivoluzionato il modo di pianificare e pronotare le proprie vacanze. Eppure ancora oggi c'è una larga fetta di consumatori che preferisce affidarsi alla classica agenzia viaggi non solo per organizzare la mega vacanza, ma anche per prenotare il più banale spostamento in aereo, vicino o lontano che sia. Se sei interessato a scoprire i vantaggi dell'una o dell'altra soluzione, ti consigliamo di leggere "Pacchetti vacanze: meglio prenotarli online o in agenzia?".

Dove andare in vacanza? Scoprilo con i social

Un’altra fonte di ispirazione online sono, senza dubbio, i social network, dai quali è possibile ottenere il massimo, con il minimo sforzo. Utilizzali per guardarti attorno e scoprire nuovi posti. Come? Ad esempio su Instagram è possibile fare due tipi di ricerca: una è per hashtag, mentre l’altra è per luogo. In pratica, scrivendo il nome di una località nella barra di ricerca, ad esempio “maldive” otterrai una serie di risultati. Cliccando su #maldive potrai accedere ad una immensa raccolta di video e immagini; mentre cliccando sulla pagina relativa ai luoghi, potrai vedere tutti i post scattati e registrati presso un dato luogo, come un resort, un ristorante tipico, una spiaggia particolarmente romantica e così via.

Altro strumento social molto utile per sognare ad occhi aperti il tuo prossimo viaggio è Pinterest, l’app-ispirazione per eccellenza. Selezionando una delle categorie, in questo caso a noi interessa quella dei viaggi, è possibile accedere ad un vero e proprio catalogo di immagini scattate e condivise dagli utenti, provenienti da ogni continente. Anche in questo caso puoi navigare alla ricerca di ciò che attira la tua attenzione, oppure inserire delle parole chiave per restringere il campo della ricerca: scrivendo ad esempio “mare” e “italia” o “usa” e “city”, oppure “japan” e “tour” e così via. Spesso e volentieri cliccando sulle foto è possibile accedere a delle guide o a degli articoli dedicati alle esperienze da vivere e alle cose da fare in loco.

Se i social network ci danno una mano per trovare spunti per il nostro prossimo viaggio, possono dall'altro creare dei seri problemi alla nostra privacy nel momento in cui - specie in vacanza - se ne fa un uso smodato e fuori dalle più banali regole del buonsenso. Leggi tutto nell'articolo "Vacanze social? Sì, ma occhio alla privacy!".

Come hai potuto constatare, entrambe le ricerche (sia quella online, sia quella offline) possono portarti a risultati soddisfacenti. Certo è che il più delle volte occorre giungere ad un compromesso: magari tuo marito o tua moglie ha paura dell’aereo, hai necessità di comfort perché viaggi con i bambini a seguito, il budget è ridotto o non puoi allontanarti se non per pochissimi giorni. Come trovare il luogo ideale dove andare in vacanza? Leggi il prossimo paragrafo e lo scoprirai.

Dove andare in vacanza: come assecondare le esigenze di ognuno

Ognuno, in cuor suo, ha una lista di luoghi da visitare, ma purtroppo non sempre ci sono le condizioni per poter spuntare la lista dei desideri, quindi è opportuno scegliere altre mete. Fortunatamente gli Italiani hanno innumerevoli chilometri di coste da visitare, e altrettante vette da scalare, senza contare la meraviglia dei paesaggi collinari e gli antichi borghi che ospitano sagre ed eventi enogastronomici e culturali, in ogni stagione. Detta in poche parole: pur volendo restare nelle vicinanze, ci sarebbero centinaia di posti bellissimi da esplorare.

D’altra parte, però, chi ha detto che con pochi giorni e pochi soldi non si riesca ad andare lontano per vivere una bellissima esperienza? Di seguito troverai dunque una serie di soluzioni pratiche agli inconvenienti o alle esigenze più diffuse.

Dove andare in vacanza con pochi soldi

Non preoccuparti, non sei il solo a dover fare i conti con un budget limitato. La maggior parte degli italiani condivide con te questo cruccio, che tuttavia non impedisce a nessuno di partire. Ecco perché: prenotando la tua vacanza online potrai abbattere le commissioni dell’agenzia e seguire i nostri consigli per risparmiare sull’acquisto del volo e dell’hotel. Ci sono decine di portali in cui è possibile acquistare pacchetti turistici a prezzi bassi, approfittando, ad esempio, delle offerte last minute, delle proposte di Groupon viaggi oppure provando l’esperienza offerta dalla formula roulette, attraverso il quale il tour operator vende alloggi e pacchetti viaggio a tariffe inferiori rispetto a quelle di catalogo, riservandosi tuttavia di comunicare il nome della struttura al cliente solo pochi giorni o poche ore prima della partenza.

Da non dimenticare poi Piratinviaggio.it, un sito in cui puoi trovare voli, pacchetti o crociere a condizioni davvero imperdibili. Per quale motivo? Semplice: il sito sfrutta gli errori che le compagnie aeree o le agenzie viaggio commettono quando, pubblicizzando le proprio offerte di viaggio, fissano prezzi sensibilmente più bassi (i cosiddetti "error fares"). Se vuoi saperne di più leggi "Piratinviaggio e la formula geniale per viaggiare low cost".

Se poi i soldi bastano solo per la benzina e per l’alloggio, niente paura: ti consigliamo di affittare una casa vacanza (anche per pochissimi giorni) su Airbnb o sui siti alternativi ad esso, ma pur sempre affidabili, magari improvvisando un piccolo tour e dormendo una notte in ogni posto.

Se invece sei disposto a prenderti cura delle case e degli animali domestici quando i rispettivi proprietari sono fuori per vacanza o lavoro, in cambio di ospitalità, sappi che esiste un servizio che si chiama house sitting che negli ultimi anni sta riscuotendo sempre maggiore successo tra i viaggiatori. Il tutto praticamente a costo zero e senza scambio di denaro. Approfondisci l'argomento leggendo l'articolo "House Sitting: come girare il mondo soggiornando gratis".

Dove andare in vacanza quando piove

Di certo non abbiamo il potere di cambiare il meteo, ma di certo possiamo controllare in tempo reale le condizioni e optare per un piano B. Ad esempio, se hai scelto di prenotare una visita guidata sui bus turistici, ma il cielo londinese non promette niente di buono, allora puoi optare per una visita ai musei; nelle grandi città come Londra hai solo l’imbarazzo della scelta. Ad esempio la visita al Tate Modern dura il tempo di un temporale e al termine puoi fermarti a prendere una tazza di the nella caffetteria dell’ultimo piano, ammirando il Millennium Bridge sotto la pioggia. Qualora, invece, non volessi rinunciare ai tuoi piani, il consiglio è quello di scaricare un’applicazione dalla quale monitorare le condizioni metereologiche minuto dopo minuto. Weather Underground, ad esempio, è particolarmente utile quando si va all’estero.

Se temi di incontrare maltempo durante il viaggio in macchina, invece, ti consigliamo di visitare il sito www.autostrade.it e dare uno sguardo alle webcam poste lungo tutta la rete autostradale italiana. Vuoi evitare il problema prima che si presenti? Allora ti consigliamo di fare qualche ricerca su Google per capire qual è la stagione migliore per visitare una determinata località, oppure quali sono le fasce di clima migliori nel periodo in cui hai la possibilità di partire. A quest’ultimo scopo può esserti utile visitare il sito www.thebesttimetovisit.com nel quale potrai riempire un semplice form, inserendo il mese di partenza, l’area da visitare e le temperature desiderate per ottenere una notevole lista di risultati.

Dove andare in vacanza con bambini piccoli

Non sempre la nascita di un figlio rappresenta un ostacolo alle vacanze, anzi, è solo necessario trovare il modo migliore per assecondare i nuovi bisogni della famiglia. Se i bagagli sono ancora pieni di biberon e pannolini, potrebbe esserti utile prenotare una casa vacanza o un residence, piuttosto che un hotel: in questo modo potresti garantirti lo spazio di cui hai bisogno (che spesso manca nelle camere d’albergo) e anche tutta una serie di accessori pensati per i baby-turisti: fasciatoi, giocattoli, culle, seggioloni e così via. Un sito ottimo per prenotare l’hotel, il villaggio o la casa vacanza accessoriata per i bambini è www.vacanzeconbimbi.it. Certamente il mare rappresenta un buon compromesso per chi fa vacanza con figli al seguito. In questo caso puoi optare per la spiaggia libera o per uno stabilimento balneare. In ogni caso ricorda che l'accesso alla spiaggia è comunque libero e gratuito anche per chi non usufruisce dei servizi predisposti dai gestori degli stabilimenti balneari. Per conoscere gli altri tuoi diritti, leggi l'articolo "Stabilimenti balneari: cosa fare in caso di disservizi".

Dove andare in vacanza con il cane

tra i doveri del perfetto padrone, c’è sicuramente quello di non abbandonare i propri animali domestici per andare in vacanza. Portarli con sé, in fondo, non è una cosa impossibile, soprattutto negli ultimi anni, in cui le strutture pet-friendly si sono moltiplicate a vista d’occhio. Su www.vacanzeanimali.it e su www.viaggiarecolcane.it troverai moltissime alternative, mentre nella sezione blog di Moduli.it troverai una guida completa su tutti i documenti necessari (come ad esempio il passaporto) e le cose da fare prima di partire per le vacanze con il cane.

Dove andare in vacanza per un weekend o poco più

anche questa è una condizione comune a tantissimi italiani, che non hanno l’opportunità di prendersi lunghi periodi di vacanza. Detto ciò, è possibile risolvere il problema prendendosi qualche giorno di ferie da “attaccare” al fine settimana oppure dirigersi in una località che ospita un evento particolare, come una mostra, una manifestazione sportiva, un festival musicale o una sagra: in questo modo te la godrai fino all’ultimo istante. Se hai la possibilità, puoi spingerti lontano acquistando un volo aereo a basso prezzo: Skyscanner (www.skyscanner.it) e Google Voli (www.google.it/flights) sono due ottimi alleati. In particolare con Google Voli puoi trovare ispirazione cliccando sulla voce "INTERESSI - Qualsiasi destinazione" e poi selezionando i viaggi proposti in base ai diversi interessi: cultura, luna di miele, sport invernali, viaggio avventura, spiaggia, ecc. Leggi anche la guida che abbiamo dedicato all’argomento.

Altrimenti ti consigliamo di organizzarti in treno o in auto. Grazie ad applicazioni come Google Maps è possibile stabilire con precisione la durata del viaggio e l’itinerario da seguire. Se scegli di viaggiare in auto potrebbe risultarti utile la lettura di questa breve guida che abbiamo predisposto per i nostri lettori: "Vacanze on the road: 6 consigli per il tuo viaggio in auto".

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata