Modello Certificazione Unica 2019

Formati
PDF   Modello ordinario
PDF   Modello sintetico
PDF   Istruzioni
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

In questa scheda è scaricabile il modello Certificazione Unica 2019 (ex CUD), un documento fiscale con cui i sostituti d'imposta attestano la percezione di un reddito da parte del contribuente (lavoro dipendente, lavoro autonomo, pensione, ecc.). Si compone di un "modello ordinario" che i sostituti d’imposta, relativamente al periodo d’imposta 2018, devono trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate (entro il 7 Marzo 2019), e di un "modello sintetico" che gli stessi rilasciano al percettore delle somme entro il 31 marzo (in realtà 1° Aprile visto che il 31 Marzo cade di Domenica).

A cosa serve il modello Certificazione Unica

Ricordiamo che il sostituto d'imposta è colui che si sostituisce in tutto o in parte al contribuente nei rapporti con il fisco per quanto riguarda il pagamento di imposte e contributi: il datore di lavoro privato, il condominio, l'Inps o qualsiasi altro istituto previdenziale che eroga pensioni, la pubblica amministrazione e così via. Quale sostituto d'imposta è tenuto, nel corso dell'anno successivo, a certificare al fisco e al contribuente i redditi corrisposti, le ritenute operate e i contributi versati: fa questo attraverso il modello certificazione unica e il modello 770.

La Certificazione Unica 2019 riguarda non solo i lavoratori dipendenti e i pensionati, ma anche i lavoratori autonomi che per la dichiarazione dei propri redditi usano il modello Unico persone fisiche 2019.

Se i redditi riportati sul modello certificazione unica sono i soli percepiti dal contribuente nel corso dell’anno, quest’ultimo è esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi attraverso il Modello 730 o il Modello Redditi. Tuttavia il contribuente potrebbe essere comunque interessato alla presentazione della dichiarazione nel caso in cui avesse sostenuto nello stesso anno spese deducibili dal reddito o detraibili dalle imposte (spese mediche, familiari a carico, spese per ristrutturazioni edilizie, interessi sui mutui, ecc.).

Modello certificazione unica redditi da lavoro autonomo

Per i lavoratori autonomi il modello sintetico si compone di due fogli: nel primo sono indicati i dati relativi al datore di lavoro, ente pensionistico o altro sostituto d'imposta e quelli relativi al dipendente, pensionato o altro percettore delle somme. Quindi la firma da parte del datore di lavoro; nel secondo, invece, sono riportati i dati relativi ad ammontare lordo corrisposto, imponibile, ritenute a titolo d'acconto, addizionale regionale, contributi previdenziali a carico del soggetto erogante e del soggetto percipiente, ecc.

Modello certificazione unica redditi da lavoro dipendente e da pensione

Per i lavoratori dipendenti il modello è più articolato. La prima parte riporta sempre i dati del sostituto d'imposta (nome, codice fiscale, sede, ecc.) e del lavoratore (nome e cognome, codice fiscale, data e luogo di nascita ..), oltre che la firma del datore di lavoro. La seconda parte, invece, riporta l'ammontare dei redditi da lavoro dipendente con contratto a tempo determinato o indeterminato, da pensione oppure di altri redditi, i dati su rapporto di lavoro, ritenute operate, oneri detraibili, imposta lorda, detrazioni per carichi di famiglia e per lavoro dipendente, coniuge e familiari a carico, contributi previdenziali, ecc.

Al modello certificazione unica sono allegate le schede per il versamento del 5 per mille, 2 per mille e 8 per mille.

Come trasmettere il modello CU 2019

La trasmissione del modello certificazione unica va effettuata nei confronti dell'Agenzia delle Entrate attraverso i servizi telematici Entratel o Fisconline direttamente dal soggetto su cui incombe l'obbligo. Questi tuttavia può avvalersi di un intermediario abilitato (commercialista, patronato, caf, ecc.). In prima battuta con l'inoltro del modello, la piattaforma restituisce un messaggio che conferma soltanto l’avvenuta ricezione del file, mentre la ricevuta di avvenuta presentazione della comunicazione viene trasmessa solo in un momento successivo con l'elaborazione dei dati trasmessi.

Per quanto riguarda, invece, la consegna del modello sintetico in favore del contribuente, il sostituto d'imposta può ricorrere alla trasmissione telematica (e-mail o PEC) solo se è certo che il soggetto è nelle condizioni di poterlo ricevere. Diversamente dovrà provvedere alla consegna in forma cartacea. In caso di ritardo, il lavoratore può sollecitare il sostituto d'imposta attraverso questo fac simile richiesta certificazione unica.

Tags:  dichiarazione dei redditi

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità