Modulo di ricorso all'Arbitro delle Controversie Finanziarie

Descrizione

Modulo attraverso il quale l'investitore “retail” può proporre ricorso all'Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF), al fine di trovare una soluzione al contrasto che si è determinato con l'intermediario finanziario (banca, poste italiane, sim, società di gestione di fondi comuni, ecc.), in riferimento alla gestione di determinati investimenti - Fonte: www.acf.consob.it.

Si fa presente che la presentazione del ricorso attraverso la compilazione di questo modello è possibile fino alla data del 08 Gennaio 2019. Il modulo cartaceo, inoltre, si può utilizzare esclusivamente per i ricorsi presentati senza il supporto di procuratori o associazioni di consumatori.

Oltre ai dati del ricorrente, del cointestatario e dell'eventuale procuratore, sul modulo occorre specificare il nome dell'intermediario finanziario (persona fisica o giuridica), descrivere con dovizia di particolari la controversia e specificare l'importo del risarcimento richiesto. Se lo spazio riportato sul modulo non fosse sufficiente, il ricorrente potrà svolgere le proprie considerazioni su fogli acclusi, debitamente sottoscritti e menzionati tra i documenti allegati.

Il ricorrente deve inoltre dichiarare espressamente che:
- non sono in corso altre procedure di risoluzione extragiudiziale della controversia;
- con riferimento alla controversia è stato presentato reclamo all’intermediario (specificare la data), il quale non ha risposto nel termine di 60 giorni dalla ricezione del reclamo, oppure ha risposto in modo ritenuto insoddisfacente dall'investitore.

Il modulo, una volta compilato e firmato, va inviato unitamente alla copia di un documento di identità in corso di validità, al seguente indirizzo: Segreteria Tecnica dell’Arbitro per le Corroversie Finanziarie - Via G.B. Martini, 3 – 00198 Roma.

L'ACF in ogni caso consiglia per la presentazione del ricorso la modalità online, dal momento che essa garantisce - attraverso un percorso guidato - di non commettere errori e soprattutto di non omettere l’indicazione di dati importanti ai fini della valutazione.

Per sapere in quali casi si può presentare ricorso all'ACF, cosa avviene dopo la presentazione del ricorso e qual è l'efficacia della decisione assunta dal Collegio dell'ACF, si consiglia di leggere l'articolo "Arbitro per le controversie finanziarie: più tutela per i risparmiatori".

Tags:  risparmi investimenti finanziari banche

Formati
DOC
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità