Modulo disdetta Telecom rete fissa per clienti residenziali

Formati     © Moduli.it
DOC   modello disdetta Telecom compilabile
PDF   senza telefono a noleggio (Fonte: tim.it)
PDF   con telefono a noleggio (Fonte: tim.it)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

In questa scheda è possibile scaricare una duplice versione in "pdf" del modulo disdetta Telecom, in funzione della presenza o meno di apparecchi telefonici a noleggio di proprietà di Telecom in carico alla stessa linea telefonica. Segnaliamo anche la possibilità di scarico di un modulo disdetta Telecom editabile (formato "doc"). Chiaramente tutta la modulistica si riferisce alla linea fissa per clienti privati. La modulistica utile per la disdetta della linea mobile (ricaricabile o in abbonamento) è disponibile invece in questa scheda.

Quando utilizzare il modulo disdetta Telecom

Chiariamo innanzitutto che il modulo disdetta Telecom può non essere utilizzato nel caso in cui si decide di aderire alla proposta di una compagnia telefonica concorrente. In una simile ipotesi, infatti, non occorre far altro che fornire al nuovo operatore il codice di migrazione (è riportato sulla bolletta telefonica) e tutti gli altri dati relativi all'intestatario, quindi firmare il contratto e attendere l'attivazione della linea. Al distacco, infatti, penserà direttamente la nuova compagnia, che tuttavia non si occuperà di restituire eventuali apparati forniti da Telecom.

Al contrario il modulo disdetta Telecom va utilizzato quando si intende cessare definitivamente la linea. Quando si manifesta questa esigenza? Ad esempio se si decide di migrare all'estero, quando si decide di vendere casa per andare ad abitare dal fratello o da un amico oppure se si ritiene che la linea fissa sia ormai un servizio inutile in casa visto che il 90% delle telefonate viene ormai effettuato attraverso i telefoni cellulari.

Come compilarlo a dovere

La compilazione del modulo disdetta Telecom è davvero semplice. Basta inserire in oggetto il numero della linea, indicare nel testo i propri dati (nome e cognome, codice fiscale, indirizzo) e specificare la data di decorrenza del recesso.

A tal proposito c'è da dire che il contratto ha una durata di 24 mesi e il cliente, se vuole impedirne il rinnovo a tempo indeterminato, può comunicarne la disdetta con un preavviso di 30 giorni rispetto alla scadenza. Questo significa che se il contratto scade ad es. il 30 Settembre 2019, la comunicazione deve essere inoltrata entro il 31 Agosto (meglio attivarsi qualche giorno prima). Ma ai fini della cessazione della linea telefonica, il cliente non deve necessariamente attendere la scadenza contrattuale, visto che le Condizioni Contrattuali prevedono espressamente la possibilità di recesso "in qualsiasi momento" (in questo caso il preavviso è di soli 15 giorni). Tornando alla compilazione del modulo, qualora il cliente non volesse attendere la scadenza del 30 Settembre 2019, potrebbe inserire come data di decorrenza il 16 Marzo 2019 ed effettuare la spedizione non oltre il 28 Febbraio.

Non dimenticare di indicare nel modulo disdetta Telecom un recapito telefonico al quale poter essere contattati dal Servizio Clienti in caso di necessità. Nel caso di trasferimento è altresì importante riportare un indirizzo che la compagnia può utilizzare per l'invio di fatture a saldo e per eventuali altre comunicazioni. Infine se si pensa di vantare un credito nei confronti della compagnia, specificare l'Iban del proprio conto corrente cosicché si possa facilmente provvedere al rimborso delle somme spettanti.

Se sono in corso delle rate per l'acquisto di prodotti (router, tablet, telefono cellulare, PC Card/Internet Key, computer portatile, ecc.), servizi di assistenza tecnica o altri servizi accessori forniti da Telecom, è possibile specificare sul modulo se si intende continuare a pagare le rate fino alla scadenza prevista nell’offerta oppure se si preferisce saldare l’importo residuo in un’unica soluzione. L'inserimento di questa postilla è più facile con il modulo disdetta Telecom editabile.

I due moduli sono pressoché identici e si differenziano unicamente per il fatto che il modello (b) contiene anche l'impegno da parte del cliente che recede a restituire, entro 30 giorni dalla data di invio della richiesta, gli apparecchi telefonici a noleggio (router, pc, tv, ecc.) di proprietà di Telecom. 

Come spedirlo e a quali recapiti

Una volta compilato e sottoscritto, il modulo disdetta Telecom può essere spedito mediante:

  • raccomandata con avviso di ricevimento all'indirizzo Telecom Italia SpA Servizio Clienti Residenziali - Casella Postale 111 00054 Fiumicino, RM. Dal momento che i recapiti potrebbero cambiare nel tempo, consigliamo di far sempre riferimento all'indirizzo riportato in fattura o comunicato dal Servizio Clienti linea fissa 187;
  • fax al numero 800–000187. In questo caso, tuttavia, è necessario far seguire l'invio della raccomandata di conferma entro le 48 ore successive;
  • posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it. In questo caso è necessario che anche il cliente sia in possesso di una Pec.

In tutti i casi ricordarsi di allegare al modulo la copia di un valido documento di riconoscimento.

Chi non volesse utilizzare il documento cartaceo e non disponesse di una PEC, potrebbe comunicare la disdetta Telecom tramite il sito web tim.it oppure chiamando il Servizio Clienti 187.

Cosa accade dopo l'invio del modulo

Con la ricezione del modulo disdetta Telecom, la compagnia da avvio alla procedura tecnica di distacco definitivo della linea. Dal punto di vista amministrativo, invece, provvederà al termine del periodo a recapitare al cliente una fattura a saldo su cui saranno riportate le seguenti voci di spesa:

  • canone di abbonamento relativo all'ultimo mese di utilizzo;
  • costi di disattivazione del servizio pari a 30,00 euro (IVA inclusa). Nel caso di migrazione verso altro operatore tale costo è pari a 5,00 euro. Invece nel caso in cui la disdetta sia dovuta a delle modifiche contrattuali proposte da Telecom e non accettate dal cliente, tale voce di costo non sarà riportato in bolletta (scarica il fac simile recesso Telecom per non accettazione delle nuove condizioni contrattuali);
  • importo residuo delle rate legate all'acquisto di prodotti e/o servizi Telecom, ciò nel caso in cui il cliente abbia espresso attraverso la lettera l'intenzione di saldare il debito residuo in un'unica soluzione;
  • importo relativo agli sconti fruiti nel periodo e conseguenza dell'adesione ad una promozione commerciale. Così se il cliente a Marzo 2019 aderisce ad una offerta che prevede il pagamento di una canone mensile supponiamo di 20 euro anzichè 30 e 5 mesi dopo decide di cessare la linea o passare ad altro operatore, Telecom provvederà ad addebitargli in fattura anche la somma di 50 euro (10 euro di sconto x 5 mesi).

Qualora la fattura a saldo dovesse riservare delle sorprese, si può naturalmente chiedere spiegazioni e nel caso non si rimanga soddisfatti si può formalizzare un reclamo per iscritto.

Il cliente da parte sua è tenuto alla restituzione degli apparati concessi da Telecom a noleggio o in comodato d'uso. Questo l'indirizzo a cui far riferimento: 

Telecom Italia S.p.A.
c/o Geodis Logistics
Magazzino Reverse A22 Piazzale Giorgio Ambrosoli snc
27015 Landriano (PV)  

Tags:  disdetta telefonica tim telecom disdetta adsl

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità