© Modulo disdetta viaggio per cause di forza maggiore

Descrizione

Con questo fac simile il viaggiatore può chiedere il recesso dal contratto sottoscritto con il tour operator o l’agenzia di viaggi e ottenere il rimborso di quanto versato fino a quel momento, senza che ciò determini il pagamento di eventuali penali.

Quando è possibile utilizzarlo

E' possibile utilizzare il modulo disdetta viaggio per cause di forza maggiore, nel caso in cui si verifichino nei pressi del luogo di soggiorno degli eventi straordinari e non prevedibili, che potrebbero limitare o impedire il godimento del viaggio o addirittura mettere a rischio la sicurezza del viaggiatore.

Ma vediamo di approfondire meglio il significato di “cause di forza maggiore”. Si tratta di eventi che possono avere natura, cause e conseguenze diverse ma che potenzialmente sono in grado di rovinare la propria vacanza. Dunque da ambo le parti - viaggiatore e tour operator - occorre adottare la massima prudenza cercando di evitare il più possibile situazioni di criticità.

Si tratta di accadimenti che non possono essere previsti né controllati dall'organizzatore del viaggio. Tra le cause di forza maggiore che potrebbero comportare il diritto di recesso pacchetto turistico possiamo annoverare a titolo puramente esemplificativo e certamente non esaustivo: avvenimenti bellici, disordini civili o militari, sommosse, saccheggi, atti di terrorismo, crisi sanitarie, sisma, alluvione, maremoto, terremoto, tromba d'aria e così via.

Affinché il viaggiatore possa procedere all’annullamento viaggio per cause di forza maggiore è importante che le stesse vengano dichiarate ufficialmente dal Ministero degli Affari Esteri. La Farnesina è l’unico ente governativo che può, tramite i suoi avvisi, regolare i flussi turistici nelle zone interessate e invitare i viaggiatori a prestare attenzione o rimandare il proprio soggiorno. Ti facciamo degli esempi, cosicché tu possa comprendere meglio: se prenoti un viaggio di 10 giorni a Miami ma una settimana prima della partenza la Farnesina avverte dell’imminente arrivo di un uragano che si abbatterà sulla costa orientale degli Stati Uniti, potresti recarti in agenzia e chiedere di recedere dal contratto di viaggio per cause di forza maggiore. Al contempo, nel caso in cui fossi diretto in Marocco ma a causa di disordini politici e militari la Farnesina invitasse gli italiani presenti a rimpatriare il prima possibile, potresti scongiurare la partenza chiedendo il recesso dal contratto per cause di forza maggiore.

Dunque la decisione di annullare il viaggio non può essere lasciato all'arbitro del viaggiatore: se a Londra una settimana prima della partenza si è registrato un attentato terroristico e il viaggiatore chiede di annullare il viaggio sostenendo che ha paura, pur essendo stato informato del fatto che le autorità hanno dichiarato il cessato allarme e tutte le strutture sono regolarmente aperte, potrebbe essere tenuto a pagare il costo relativo alla quota di iscrizione, all'eventuale premio assicurativo e alla quota di partecipazione, calcolate in base a quanti giorni prima della partenza è avvenuta la richiesta di annullamento.

Perché chiedere il recesso per cause di forza maggiore

Ci sono almeno 3 ottimi motivi per avvalersi del diritto di recesso per cause di forza maggiore. Innanzitutto annullando il contratto il viaggiatore evita di esporsi a potenziali rischi per la propria incolumità; in secondo luogo risparmia seccanti imprevisti legati all'eventualità di dover cancellare servizi prenotati ma che non rientrano nel pacchetto turistico: escursioni e visite fuori dal villaggio turistico, biglietti per concerti o musei, ecc.; in terzo luogo ottiene il rimborso di quanto versato fino a quel momento a titolo di anticipo. Hai capito bene: esercitando il diritto di recesso mediante il modulo disdetta viaggio per cause di forza maggiore il viaggiatore potrà sciogliere il contratto senza pagare alcuna penale. Il rimborso dovrà essere effettuato entro 14 giorni lavorativi dal momento della cancellazione del viaggio.

In alternativa al rimborso il viaggiatore potrebbe usufruire di un altro pacchetto turistico di qualità equivalente o superiore senza pagare l’aumento di prezzo, oppure di un pacchetto turistico di qualità inferiore, purché ti venga restituita la differenza di prezzo. Se non vuoi rinunciare al viaggio, dunque, ti basterà cambiare la meta. Chiaramente non potrà avanzare alcuna richiesta di risarcimento danni nei confronti del tour operator o dell’agenzia, poiché non sono minimamente responsabili della modifica inerente le condizioni di viaggio. Per saperne di più ti invitiamo a leggere: “Come disdire un viaggio per cause di forza maggiore”.

Come compilarlo

Andiamo ora a vedere come compilare il modulo disdetta viaggio per cause di forza maggiore. Per prima cosa occorre inserire i recapiti del mittente (quindi i tuoi) e quelli del destinatario (ovvero quelli del tour operator o dell’agenzia di viaggi). Ti verrà anche chiesto di inserire il numero del contratto o del pacchetto vacanze acquistato nell’oggetto della comunicazione. Poi dovrai redigere una comunicazione in cui specifichi per filo e per segno le caratteristiche del viaggio in oggetto: il periodo di soggiorno, il nome dell’agenzia o del sito su cui hai prenotato, la data in cui il contratto è stato sottoscritto, il nome della struttura alberghiera, il prezzo del pacchetto e l’importo finora versato a titolo di anticipo.

In seguito è doveroso fare riferimento all’avviso pubblicato dal Ministero degli Affari Esteri sul sito www.viaggiaresicuri.it, il quale sconsiglia di viaggiare nelle zone interessate. In questa parte del testo è necessario inserire la data di pubblicazione dell’avviso e la zona interessata dall’evento in atto. Per convalidare la dichiarazione sarebbe opportuno allegare al documento una copia dell’avviso, disponibile sulla pagina ufficiale www.viaggiaresicuri.it. A questo punto dovrai dichiarare la volontà di esercitare il diritto di recesso senza l’addebito di alcuna penale, chiedendo la restituzione della somma di denaro finora pagata. Il rimborso dovrebbe avvenire tramite bonifico bancario sul conto o sulla carta corrispondente ai dati bancari che inserirai nel modulo.

In alternativa, devi dichiararti disponibile ad usufruire di un altro pacchetto turistico di qualità equivalente o superiore senza pagare il supplemento di prezzo, o un pacchetto turistico qualitativamente inferiore, ottenendo la restituzione della differenza di prezzo. La compilazione termina inserendo data, luogo e firma.

Il modulo disdetta viaggio per cause di forza maggiore deve essere inoltrato a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo del tour operator o dell’agenzia indicato sui siti ufficiali o sui documenti contrattuali.

Prima di spedire la missiva ti ricordiamo di allegare al modulo disdetta viaggio per cause di forza maggiore:

  • una copia fotostatica del documento d’identità in corso di validità;
  • una copia del contratto viaggio;
  • una copia dell’avviso trasmesso dal MINISTERO degli Esteri;
  • una copia della ricevuta di versamento effettuato in favore del tour operator o dell’agenzia.

Tags:  viaggiare vacanze

Formati
DOC
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità