Modulo subentro Tim linea fissa

Formati
PDF   Utenti business - Fonte: Tim.it
PDF   Utenti residenziali - Fonte: Tim.it
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

La richiesta di subentro Tim fisso consente al richiedente di trasferire, nella continuità del servizio, la titolarità del contratto in essere con la compagnia ad un'altra persona, sia essa fisica o giuridica. In particolare il modulo subentro tim linea fissa è disponibile in due versioni: per utenti residenziali e business.

Quando utilizzare il modulo richiesta subentro familiare Tim

Cominciamo col dire che esistono diverse tipologie di subentro: il subentro familiare, il subentro tra coniugi separati, il subentro richiesto da erede e il subentro oneroso. La procedura va svolta a 4 mani: serve infatti la collaborazione del subentrante (ovvero chi subentra come titolare al precedente intestatario) e del subentrato (ovvero il precedente titolare del contratto).

Affinché la procedura per il cambio di intestazione del contratto di abbonamento abbia esito positivo, è assolutamente necessario corredare il modulo subentro Tim della documentazione indicata espressamente da Tim. In particolare sia il subentrato che il subentrante dovranno produrre dei documenti ben precisi, che variano in base al tipo di subentro richiesto. Generalmente la documentazione richiesta è la seguente:

  • domanda di subentro redatta dal subentrante;
  • benestare al subentro concesso dal subentrato;
  • consenso al trattamento dei dati personali per pubblicità e/o per finalità ulteriori;
  • consenso al trattamento dei dati personali per finalità di verifica dell’affidabilità e puntualità nei pagamenti;
  • questionario sul trattamento dei dati personali nei nuovi elenchi telefonici;
  • autorizzazione per avvalersi della domiciliazione bancaria;
  • fotocopia del documento d'identità in corso di validità del subentrante;
  • fotocopia del codice fiscale del subentrante;
  • fotocopie, se disponibili, delle ultime due fatture pagate;
  • fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità del subentrante (solo se non appartenente all’U.E.).

Il subentro Tim familiare consente di modificare l'intestazione del contratto telefonico a favore di un altro membro del nucleo familiare senza alcuna interruzione del servizio.

Invece nel caso di subentro Tim tra coniugi separati l’intestazione del contratto viene modificata in favore del coniuge assegnatario della residenza a seguito di separazione. Per effettuare correttamente la richiesta occorre allegare anche la copia della sentenza di separazione o il benestare dell’altro coniuge titolare dell’utenza ubicata presso la casa coniugale.

Nel caso di subentro Tim richiesto da erede l’intestazione del contratto telefonico viene modificata in favore di un soggetto che dovrà dimostrare di essere l’erede del titolare della linea, ormai deceduto. A tal fine è necessario allegare alla documentazione sopra elencata anche:

  • certificato o autocertificazione decesso dell’intestatario;
  • fotocopia di un documento d’identità di chi inoltra la richiesta;
  • fotocopia del codice fiscale del nuovo titolare;
  • recapito telefonico per eventuali comunicazioni;
  • eventuale consenso al trattamento dei dati personali per finalità ulteriori all'esecuzione del contratto;
  • modalità di inserimento in elenco;
  • eventuale volontà di avvalersi dei Servizi ADSL o prodotti già presenti sulla linea.

In caso di subentro Tim oneroso, invece, l’intestazione del contratto telefonico viene modificata in favore di una persona non appartenente al nucleo familiare del titolare della linea. A tal proposito ricordiamo che il subentrante dovrà farsi carico di tutti gli oneri relativi al contratto (comprese le eventuali morosità pregresse). Per eseguire correttamente la richiesta occorre allegare alla documentazione sopra citata anche:

  • benestare del precedente intestatario alla modifica del contratto;
  • richiesta sottoscritta dal nuovo titolare di voler subentrare nel contratto di abbonamento;
  • copia del documento d'identità del nuovo titolare;
  • copia del codice fiscale del nuovo titolare;
  • recapito telefonico per eventuali comunicazioni;
  • eventuale consenso al trattamento dei dati personali per finalità ulteriori all'esecuzione del contratto;
  • modalità di inserimento in elenco telefonico;
  • eventuale volontà di avvalersi dei servizi adsl o prodotti già presenti sulla linea.

Subentro Tim linea fissa: recapiti per clienti residenziali

Chiedere a Tim il subentro della linea fissa è molto semplice: il subentrante ha l’onere di inviare il presente modulo subentro familiare Tim PDF e tutta la documentazione di corredo ad uno dei seguenti recapiti:

  • tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno all'indirizzo Telecom Italia S.p.A - Casella Postale 111 - 00054 Fiumicino (Roma)
  • tramite Fax al numero 800 000 187
  • tramite Area riservata MyTim. In questo caso ai fini della richiesta di subentro è necessario preventivamente registrare un proprio account sul sito www.tim.it
Qualora si volesse procedere al subentro della Sim Tim utilizzata sul cellulare, si potrebbe scaricare il modulo di subentro Tim mobile.

Tim informa che l’invio parziale o scorretto della documentazione necessaria alla richiesta impedisce l’evasione della stessa. Per ottenere maggiori informazioni o per segnalare qualsiasi tipo di problema è possibile chiamare il servizio di Assistenza Clienti al numero 187 o fare un reclamo Tim.

Subentro Tim familiare: costi

Se il subentro Tim fisso è a titolo oneroso e non è a favore di un familiare, occorre sostenere un costo pari a 19,76 euro. In tutti gli altri casi il subentro Tim sarà completamente gratuito. Indipendentemente dal tipo di subentro, invece, c'è un costo fisso di 8,00 euro a carico del subentrante, a titolo di "Anticipo Conversazioni". Per coloro che richiedono l’adesione alla domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito della fattura TIM, tale anticipazione non è dovuta.

Facciamo presente che con il subentro Tim che dir si voglia, la domiciliazione bancaria delle bollette decade, con la conseguenza che un eventuale ripristino del servizio di addebito su conto corrente bancario implicherà l'inoltro di una nuova richiesta da parte del subentrante.

Modulo subentro Tim business

Nel caso in cui non sia il privato ma un'azienda a richiedere il subentro, ad esempio a seguito di una successione, di un trapasso generazionale, di una fusione, di un cambiamento di denominazione o forma societaria, non solo va utilizzato il modulo di richiesta subentro tim business, ma vanno anche utilizzati documenti e recapiti diversi da quelli finora segnalati.

Chiaramente delle similitudini restano, visto che anche in questo caso è necessario il rilascio del benestare da parte del subentrato, e anche in questo caso chi subentra si fa carico di ogni onere contrattuale relativo al precedente intestatario.

Anche gli utenti business possono contare su un subentro TIm senza costi, ma solo rispetto ai casi esposti ad inizio paragrafo. In tutti gli altri casi il costo è pari a 16,20 € (Iva esclusa), per ciascuna linea telefonica, a cui si sommano altri 100 € (IVA esclusa) per anticipo conversazioni interurbane.

Nel caso di utenti business il modulo subentro Tim business va trasmesso via fax al Numero Verde 800.000.191 insieme a tutta la documentazione specificata a pagina 2 del modello stesso: benestare al subentro, certificato di iscrizione alla CCIAA o Visura Camerale, ecc.

Per qualsiasi esigenza si consiglia di contattare il Servizio Clienti al numero 191.

Tags:  tim subentro telecom

Foto
Flickr
Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità