Rateizzazione multa: come richiederla

rateizzazione multa, pagamento multa a rate

Nel bel mezzo del mattino, mentre sei in ufficio, ricevi un messaggio su Whatsapp da tua moglie "E' arrivata una multa ... 326,00 con 3 punti sulla patente :-((". Una notizia peggiore non poteva sopraggiungere. Ogni mese ti devi barcamenare per riuscire a fronteggiare una situazione finanziaria già difficile: tua moglie ha perso recentemente il posto di lavoro, c'è un mutuo in corso e soprattutto il dovere di soddisfare le esigenze primarie della famiglia. Passato il momento di rabbia e abbandonati i pensieri negativi, arriva però il momento di prendere coscienza del problema e affrontarlo. Allora devi sapere che la legge consente di chiedere la rateizzazione multa. Si tratta chiaramente di un beneficio che viene concesso solo in presenza di determinate condizioni. Vediamo dunque quali sono e soprattutto come farne richiesta.

Prima di richiedere la rateizzazione multa

La prima cosa che devi fare una volta rientrato a casa e analizzare con calma il verbale. Si tratta di una multa particolarmente elevata, il che significa ti è stata elevata per il superamento dei limiti di velocità. Ora come prima cosa devi chiederti: "sono mai transitato nel luogo in cui è stata rilevata l'infrazione?" Già perché non è raro ricevere multe per infrazioni rilevate in luoghi dove in realtà non si è mai stati: potrebbe trattarsi ad esempio di una targa clonata o di un semplice errore di trascrizione da parte dell'operatore che ha redatto il verbale. Fai un attimo mente locale ed in effetti non c'è alcun dubbio sul fatto che quel tratto di strada sia stato frequentato da te più volte nell'ultimo periodo.

La seconda verifica da fare riguarda la data in cui ti è stato notificato il verbale: come sai la legge prevede un termine massimo di 90 giorni dalla data in cui è stata rilevata l'infrazione. Se non sai come si calcolano i 90 giorni, ti consigliamo di leggere con attenzione l'articolo che abbiamo dedicato all'argomento. A quanto pare anche questa verifica non ha dato i frutti sperati: la notifica è avvenuta esattamente 72 giorni dopo l'infrazione. Ma attenzione potrebbero esserci altri elementi ad invalidare la multa: verifica ad esempio se il verbale riporta le tue esatte generalità, la norma che è stata violata o l’indicazione dell’agente. Come dici? Anche queste informazioni sono state correttamente riportate? Se così è chiaro che non ci sono i presupposti per un ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace, dunque non resta che rassegnarti a pagare la multa

A tal proposito è bene che tu sappia che se paghi la multa entro 5 giorni dalla notifica, hai la possibilità di approfittare di uno sconto pari al 30% dell’importo previsto per la sanzione. Se invece ritieni che anche un pagamento in misura ridotta possa gravare in misura eccessiva sul bilancio familiare, allora non ti resta che optare per la rateizzazione multa. Vediamo insieme quali sono i requisiti necessari.

Rateizzazione multa: i requisiti

Per accedere al beneficio della rateizzazione multa è necessario che si rispettino le seguenti condizioni:

- l'importo della sanzione deve essere superiore a 200,00 euro;

- il reddito del soggetto sanzionato, così come risulta dalla dichiarazione fiscale, deve essere superiore a € 10.628,16. Se questi convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia, compreso la persona interessata, e i limiti di reddito sono elevati di € 1.032,91 per ognuno dei familiari conviventi;

- la multa si deve riferire ad un unico verbale. Questo significa che non è possibile cumulare gli importi relativi a più multe e poi chiederne la rateizzazione;  

- è necessario non aver presentato ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace

Rateizzazione multa: come e a chi presentare la richiesta

Se la contravvenzione è stata elevata dalla Polizia di Stato o dai Carabinieri allora la richiesta di rateizzazione multa andrà indirizzata al Prefetto, se invece la violazione è stata accertata dalla Polizia locale allora l'istanza andrà indirizzata al Presidente della giunta regionale, provinciale o al sindaco.

Sul nostro portale puoi scaricare gratuitamente il fac simile di richiesta rateizzazione multa. Ricorda di allegare alla domanda:

  • copia del documento di identità;
  • copia del verbale di contestazione notificato;
  • copia dell’ultima dichiarazione dei redditi. 

Attenzione: hai 30 giorni dalla data di contestazione immediata o di notifica del verbale per inoltrare la richiesta. Si consiglia di spedire il tutto tramite raccomandata con avviso di ricevimento.

Rateizzazione multa: accoglimento o rigetto dell'istanza

L'autorità che riceve la richiesta di rateizzazione multa ha 90 giorni di tempo per esprimersi. Se allo scadere di questo termine non adotta alcun provvedimento, la richiesta si intende comunque respinta. Dallo scadere dei 90 giorni, avrai 30 giorni di tempo per provvedere al pagamento dell’intero importo. Se invece ricevi l’eventuale provvedimento di rigetto, i 30 giorni per il pagamento decorrono dalla data di notifica.

Se l’istanza viene accolta, invece, l'autorità competente comunica all'ente accertatore l'importo delle rate. Nel determinare questo si tiene conto delle condizioni economiche del richiedente e dell'entità della somma da pagare. Considera comunque che è prevista una ripartizione del pagamento fino ad un massimo di dodici rate se l'importo dovuto non supera € 2.000, fino ad un massimo di ventiquattro rate se l'importo dovuto non supera € 5.000, fino ad un massimo di sessanta rate se l'importo dovuto supera € 5.000. L'importo di ciascuna rata non può essere inferiore a € 100. Sulle somme rateizzate si applicano naturalmente gli interessi.

Attenzione: ricorda di pagare sempre con puntualità tutte le rate; se infatti non paghi la prima rata o, successivamente, due rate, decadrai automaticamente dal beneficio della rateizzazione multa. A questo punto sarai tenuto a pagare l'intero importo, dunque interessi inclusi, in un unica soluzione.

Documenti correlati



51728 - Redazione
10/03/2018
Roberta, in questo momento non può chiedere la rateizzazione, ma non le conviene neppure pagare visto che con tutta probabilità l'ente accertatore (Polizia municipale, Polizia Stradale o Carabinieri) ha affidato il verbale ad un Ente per la riscossione. La cosa che potrebbe fare è capire se questo passaggio è già avvenuto o meno.

51710 - Roberta
08/03/2018
Salve, dopo un incidente mi è stata data una multa, per motivi familiari non sono stata in grado di pagarla, l'anno scorso mi arriva una raccomandata e naturalmente la multa è raddoppiata, tra figli e lavoro e il mio stato di salute viene messa in un cassetto e trovata solo oggi dopo quasi un anno, ora c'è veramente l'intenzione di pagarla, posso chiedere in questo caso la rateizzazione? E se dovessi pagare l'importo di un anno fa cosa succederebbe?? Grazie

51529 - Redazione
12/02/2018
Cirne, si può richiederla.

51513 - Cirne
09/02/2018
Buongiorno. Mi é arrivata una multa di 500 e altra da 200 Euro, Posso chiedere ugualmente la rateazzizazione essendo disoccupato e non percependo alcun reddito.

51070 - Redazione
06/12/2017
Paola, innanzitutto la multa deve essere riferita ad un unico verbale (non è possibile rateizzare l’importo complessivo di più multe). Inoltre se lui è disoccupato ma vive in famiglia con i propri genitori, va preso in considerazione il reddito imponibile del nucleo familiare (questo non deve superare i 10.628,16 euro, alzato di 1.032,91 euro per ogni familiare convivente).

51068 - Paola
05/12/2017
Per conto di un amico chiedo come si possono rateizzare due multe identiche per guida senza patente di due mezzi differenti. La ringrazio: le multe ammontano assieme a 7 mila euro e lui è disoccupato.

50746 - Redazione
30/10/2017
Antonio, se l'infrazione le è stata contestata nell'immediato e adesso si rifiuta o non riesce a pagare la multa, l'amministrazione pubblica (questura, comune, ecc) potrà agire anche nei confronti del proprietario del veicolo al fine di recuperare la somma (obbligato in solido).

50741 - Antonio
29/10/2017
Non patentato ho preso una multa guidando un veicolo di cui non sono io il proprietario. Se non la riesco a pagare la multa passa direttamente al proprietario del veicolo?

50002 - Redazione
21/07/2017
Giuseppe, il dissequestro del mezzo può avvenire solo dopo il pagamento dell'ultima rata. E' sufficiente al tal fine recarsi al Comando che ha elevato la contravvenzione presentando copie dei pagamenti e l'assicurazione del premio assicurativo per 6 mesi.

49984 - giuseppe
20/07/2017
Buonasera, devo dissequestrare la mia macchina che era senza assicurazione. Ho fatto assicurazione per 6 mesi e voglio rateizzare la multa... per chiedere dissequestro basta pagare la prima rata o devo aspettare di pagare tutte le rate