Regali per Natale: come evitare le truffe

regali per natale, regali per natale 2017

Il Natale si avvicina e con lui ritorna la corsa ai regali: come ogni anno c’è chi ha già spuntato tutte le voci sulla lista dei doni da fare ad amici e parenti e chi invece si trova ancora in alto mare. Intanto arrivano le prime stime sui regali per Natale. I settori più gettonati saranno ancora una volta quelli dell'elettronica e dell'high-tech, ma segni di vitalità si riscontrano anche nei settori dell’abbigliamento, dell’arredo per la casa, dei libri, dei viaggi e soprattutto della ristorazione. Gli italiani faranno acquisti in modo ponderato, con un occhio alle feste ed uno al portafoglio, spendendo tra le 200 e le 300 euro per famiglia.

Quasi la metà degli acquisti per i regali di Natale verrà effettuata online. I risultati delle ricerche condotte da Idealo ci aiutano a definire le caratteristiche del consumatore digitale, durante il periodo natalizio. Pare che grazie a fenomeni anglosassoni come il Black Friday e il Cyber Monday si sia ridotta notevolmente la corsa ai regali “dell’ultimo minuto”, mentre ci si affida alla rete per approfittare di promozioni e offerte speciali. Gli sconti applicati sui regali per Natale, infatti, partono da un minimo del 10% fino ad arrivare anche al 30 o al 40%, traducendosi in un’ottima occasione per comprare oggetti di qualità risparmiando sul prezzo di listino. Gli uomini sembrano essere più avvezzi agli acquisti online durante il periodo natalizio (56,3%), rispetto alle donne (43,7%), che probabilmente preferiscono fornirsi nei negozi fisici. Durante il periodo natalizio, inoltre, aumenta la percentuale degli acquisti online effettuati tramite smartphone. Sempre Idealo registra un incremento nella media annuale, che a Dicembre supera il 50% mentre nei restanti mesi si attesta al 47,3%.

Dunque è quello di Natale il periodo in cui si prediligono in modo particolare gli acquisti online. Le motivazioni le abbiamo dette ma le riassumiamo: comodità e risparmio in termini di soldi, tempo ed energia. Tuttavia non bisogna mai sottovalutare quelli che sono i pericoli e le insidie della rete. Gli hacker approfittano di questo periodo per truffare subdolamente i consumatori ed ottenere in cambio ricchi bottini. In questo articolo vedremo, dunque, in che modo è possibile evitare le truffe più diffuse durante il periodo Natalizio.

Regali per Natale online: cosa si compra e come si paga

L'anno passato i Digital Payment Study condotti da Visa avevano evidenziato l’uso sempre più diffuso della carta di credito per l’acquisto dei regali per Natale. Gli italiani le prediligono per la loro praticità, sia nei negozi fisici, sia negli acquisti online. Dopotutto, come darci torto? L’utilizzo delle carte prepagate come Paypal o Postepay offrono la massima sicurezza anche in rete, mentre con la carta di credito è possibile rimandare a Gennaio l’addebito vero e proprio della somma spesa sul proprio conto, oppure provvedere ad un rimborso rateale tramite le carte di credito revolving (per comprenderne a pieno il funzionamento ti invitiamo a leggere la guida che abbiamo dedicato all’argomento).

Infine c’è la classica carta di debito, quella che siamo soliti chiamare semplicemente “Bancomat”, la quale è perfetta per gli acquisti tramite POS nei negozi fisici e che nell'ultimo periodo comincia ad affacciarsi anche sulla rete. Chiaramente il negozio online deve offrire la possibilità di effettuare pagamenti anche con la carta di debito. Come lo si capisce? Semplicemente se il sito web espone il logo del circuito internazionale Pagobancomat: Maestro (gestito da Mastercard) e/o V Pay (gestito da Visa). In pratica la transazione avviene così: dopo aver concluso l'ordine, si va alla cassa e si sceglie il circuito di interesse. A questo punto si viene reindirizzati su una pagina della propria banca, dove basta inserire il codice OTP per autorizzare la transazione. Attenzione: non è mai richiesto l'inserimento del codice PIN che normalmente utilizzi per il circuito fisico PagoBANCOMAT, dunque se la pagina sui cui sei stato reindirizzato te lo chiede significa che ti stai imbattendo in una truffa. 

Comprare i regali per Natale online vuol dire evitare i negozi affollati, le file interminabili alla cassa, il traffico e il freddo: ecco perché un numero sempre maggiore di persone preferiscono prepararsi una bella bevanda calda, sedersi sul divano e comprare tutti i regali in pochi clic.

Ma la comodità di non uscire di casa non è l’unico vantaggio offerto dallo shopping online. Si ha infatti la possibilità di visitare tantissimi negozi online, anche in un sol colpo grazie a portali come Trovaprezzi.it, Kelkoo.it, Redcoon.it, Idealo.it, e quindi di comparare i prezzi e le caratteristiche di uno stesso prodotto. Con un po’ di fortuna si riesce anche ad acquistare prodotti magari non più disponibili presso i negozi fisici.

Acquistare su Internet, inoltre, è più conveniente per il semplice motivo che il fornitore ha la possibilità di arrivare al cliente senza l’intermediazione di altri soggetti e in definitiva offrire prodotti a prezzi più competitivi. Si pensi che a volte sono gli stessi negozi fisici a proporre sconti nel caso di acquisti online. In più al raggiungimento di una soglia minima di spesa, il cliente ha la possibilità di non pagare neppure le spese di spedizione.

Ma cosa acquistano gli italiani? Praticamente di tutto ormai: libri, prodotti tecnologici ma anche capi di abbigliamento, prodotti alimentari, cosmetici, accessori per la casa e viaggi. Cerchi idee per i regali di Natale? L'articolo "Idee regalo per Natale: ecco come risparmiare" ti fornisce qualche soluzione per far felici tutti.

C’è anche chi, in questi giorni, sta approfittando delle offerte last minute per concedersi un po' di svago durante la pausa natalizia. Ma i viaggi, si sa, sono un'ottima soluzione anche come regalo: a tal proposito se stai pensando di orientare le tue scelte sui cofanetti regalo (ad es. Smartbox o Emozione 3), ma hai ancora qualche dubbio sul loro funzionamento, allora ti consigliamo caldamente di dedicare qualche minuto alla lettetura degli articoli che abbiamo dedicato a questi strumenti.

Che ci si muova per un viaggio o semplicemente per raggiungere i propri parenti ed amici, potrebbe rivelarsi estremamente utile leggere questa guida per i viaggi natalizi che abbiamo redatto con l’intento di ricordarti quali sono i tuoi diritti da viaggiatore e come fare per difenderli.

Ma quali sono i rischi per chi cerca i regali di Natale online, economici, lussuosi, utili o futili che siano? Scopriamolo insieme.

Regali di Natale: quali tutele per chi acquista online

L’MDC - Movimento Difesa del Cittadino sostiene che nonostante siano stati brevettati nuovi sistemi di sicurezza ad hoc, il pericolo di imbattersi in una truffa resta sempre in agguato. Infatti predisporre un sito che funga da specchietto per le allodole nei confronti di ingenui visitatori è più semplice di quanto si possa pensare: è sufficiente acquistare un dominio Internet con dati falsi, realizzare un negozio on-line che offre prodotti a prezzi praticamente stracciati ed attendere che qualcuno - convinto di trovarsi di fronte all’occasione della vita - abbocchi all’amo.

Per evitare che questo succeda a te, ti invitiamo a leggere le 8 regole d’oro per evitare le truffe, diffuse dalla Polizia Postale e riproposte su Moduli.it nell’articolo “Acquisti online: evita le truffe in 8 mosse”.

Per tutelarti durante l’acquisto dei regali per il Natale non occorre mettere in atto chissà quale piano di sicurezza, ci sono solo un paio di trucchetti da tenere a mente e il gioco è fatto.

Regali per Natale: consigli utili per chi li comprerà online

Come riconoscere un portale affidabile? Quali dati e con quale carta è meglio effettuare il pagamento? In quale modo puoi accorgerti in tempo reale di prelievi o addebiti anomali? Ecco qualche dritta per fare shopping in tutta sicurezza.
1 - Prediligi siti affidabili, che riportano nell’URL la sigla HTTPS: in questo modo saprai che il portale segue tutti i protocolli di sicurezza per la navigazione sicura e il rispetto della privacy;
2 - Se hai dubbi sull’affidabilità del sito, non inserire i tuoi dati personali, al di fuori di quelli utili alla spedizione. Paga con una carta ricaricabile. Evita carte di credito e bancomat;
3 - Istalla un buon antivirus sul tuo dispositivo ed assicurati periodicamente che funzioni alla perfezione;
4 - Attiva il servizio sms dalla banca che ti avverte quando viene prelevata una somma di denaro dalla tua carta: il testo del messaggio riporta sia l’importo del pagamento/prelievo, sia il luogo o l’ATM dal quale sono stati prelevati i soldi;
5 - Rendi più sicura la tua rete WiFi inserendo una password di accesso.

Regali per Natale: ecco quali sono le 12 truffe maggiormente diffuse

Abbandoniamo per un attimo l’argomento regali per aprire una piccola parentesi sulle truffe. Truffe di cui puoi essere vittima sotto il periodo Natalizio, truffe subdole che fanno leva sui sentimenti legati a questo periodo di festa. Andiamo a vedere quali sono:

1Virus e spam di siti clone su Facebook - Durante le festività capita spesso di ritrovarsi con in mano lo smartphone, navigando da un applicazione all’altra. Una delle più utilizzate è Facebook, nella quale gli utenti possono condividere pensieri e link di qualsiasi genere. Ti consigliamo di fare molta attenzione ai link che apri da Facebook, perché alcuni potrebbero indirizzarti verso siti clone e trarti in inganno con un messaggio seducente, come “Vinci 100 euro di spesa per Natale”, “Clicca qui e ricevi il nostro regalo di Natale” e così via. Purtroppo trattandosi di siti praticamente uguali a quelli originali è difficile riconoscere dove si cela l’inganno, dunque il consiglio che ti diamo, in questi casi, è di chiudere Facebook, collegati al sito ufficiale dell’azienda di cui hai intravisto la promozione (cercalo con Google) e controllare se effettivamente la campagna promozionale esiste davvero oppure no. Qualora esistesse davvero, sicuramente sarà possibile parteciparvi accedendo attraverso il sito ufficiale, dunque non dovrai nemmeno tornare su Facebook, ritrovare il link ed effettuare la procedura dal telefono. Non è finita: fai molta attenzione ai tuoi contatti. Se un sconosciuto ti richiede l’amicizia, visita il suo profilo e controlla gli eventuali amici in comune, oppure googla il suo nome e osserva i risultati che ottieni. Molto speso, infatti, dei loschi individui creano falsi profili Facebook (solitamente utilizzando foto di modelli e modelle bellissimi) semplicemente per condividere virus e malware sui social network, quindi ti consigliamo di tenere gli occhi aperti.

2Truffe sui siti di incontri - Durante le feste Natalizie diverse persone si sentono sole, magari perché costrette a passarle lontane dai propri affetti, dunque cercano nuove conoscenze sui siti di incontri. Chiaramente questo bisogno di compagnia si traduce in una leva importante per i truffatori in rete, che puntano a stabilire forti legami emotivi con le vittime, per poi (anche dopo svariati mesi) chiedere in prestito denaro e poi sparire nel nulla.

3. Applicazioni Android e malware - Lo scorso anno è stato terribile per diversi utenti, a causa del malware Gooligan, che si è diffuso con molta facilità tra i possessori dei dispositivi Android. Come evitare che, soprattutto i più giovani, possano essere vittime di virus e malware? Innanzi tutto consigliamo a chi compra un nuovo telefono di scaricare prima di tutto un buon antivirus (ci sono molti abbonamenti che offrono la copertura sia per il pc sia per gli altri dispositivi mobili) che scansioni tutte le successive applicazioni, individuando possibili rischi per la sicurezza prima ancora che il download venga completato. In più ti consigliamo di ridurre la possibilità di scaricare virus e applicazioni clone, acquistando tutte le app da Google Play o da Apple Store.

4Frodi sui viaggi di Natale - Sono in molti gli Italiani che partiranno per le vacanze di Natale. Alcuni staranno via per una settimana, altri solo per pochi giorni; l’importante è tenere gli occhi aperti al momento della prenotazione, soprattutto se non avviene in agenzia, ma online. Come sai, ci sono diversi siti che offrono pacchetti a prezzi stracciati, tuttavia ti consigliamo di servirti unicamente di portali affidabili e diffidare delle offerte con percentuali di sconto molto alte. Nel migliore dei casi potresti acquistare un pacchetto “All inclusive” e ritrovarti in una bettola situata in un luogo sperduto, nel peggiore, invece, la struttura alberghiera potrebbe non esistere affatto. In ogni caso, ti consigliamo di leggere con attenzione il contenuto dell’offerta ed evitare di pagare in anticipo con la carta di credito. Qualora il sito sul quale stai prenotando ti chiedesse di inserire il codice della carta di credito per garanzia, prova ad immettere i dati della prepagata, sulla quale caricare solo l’importo necessario per effettuare l’eventuale futuro pagamento (non è detto comunque che il sistema l'accetti). A tal proposito ti consigliamo di leggere anche la guida che abbiamo dedicato ai viaggi di Natale.

5. Rimborsi fasulli sulle Gift Card - Navigando su alcuni siti di e-commerce è possibile imbattersi in promozioni speciali, che promettono agli utenti di ricevere una gift card natalizia gratuita di importo variabile. Ti verrà chiesto di inserire i tuoi dati oppure la tua email, in seguito non riceverai alcuna gift card, ma solo di migliaia di messaggi spam o altri messaggi che possono contenere virus, malware o addirittura tentativi di phishing. In altri casi si viene contattati tramite email e invitati a partecipare ad un sondaggio, al termine del quale sarà possibile riscuotere un premio in denaro o in merce. Le aziende coinvolte sono famose in tutto il mondo, dunque perché non partecipare? Ecco la risposta: si tratta di una truffa. Il sito è clonato, il sondaggio è fasullo. Al termine del questionario ti verrà chiesto di inserire i dati della tua carta di credito per autorizzare una transazione di 1 euro o 50 centesimi, per ammortizzare i costi della transazione. Durante il pagamento di quella che dovrebbe essere una somma irrisoria, i malviventi preleveranno tutto il possibile dalla carta.

6. Truffe di beneficienza - Ogni anno a Natale le associazioni di beneficienza invitano i consumatori a donare piccole somme di denaro per sovvenzionare le opere in programma, destinate alla protezione delle donne, alla costruzione degli orfanotrofi, di case-famiglia e ospedali. Nel caso in cui ti venga proposta una donazione tramite telefono oppure online, ti consigliamo di fare attenzione: ci sono numerosi truffatori che contattano i consumatori chiedendo bonifici su conti correnti non ufficiali. Chiaramente non hanno nulla a che fare con la beneficienza, dunque i soldi finiranno direttamente nelle loro tasche. Cosa si può fare per evitare di essere vittima di una frode del genere? È semplice: fare una donazione di persona alle piccole realtà del territorio, inviare un bonifico solo dopo essersi accertati della correttezza dei dati bancari, fare carità con le opere investendo il tuo tempo nel volontariato, nelle mense per i poveri, nelle parrocchie e così via.

7. Siti di shopping clonati - Sei solito fare shopping online e non acquisti sempre e solo dai pochi portali affidabili che conosci? Nessun problema, tuttavia ti consigliamo di prestare attenzione alle misure di sicurezza adottate dal portale stesso. Controlla sempre che nella barra URL sia presente il lucchetto chiuso e sia attivo il protocollo di sicurezza internazionale (te ne accorgi facilmente, basta che l’indirizzo internet del portale sia preceduto dalla sigla HTTPS). Questo perché ogni anno, soprattutto nel periodo natalizio, molti hacker si “divertono” a creare siti clone, sui quali proporre prodotti che in realtà non verranno mai spediti a chi li acquista. Spesso questi siti sono pieni di banner pubblicitari: non cliccare su di essi, poiché potrebbero reindirizzarti verso pagine piene di virus e spam.

8. Virus e spam anche sui messaggi dei finti corrieri - Sì, in pratica clonano di tutto ormai, anche i siti dei vettori incaricati al trasporto della merce. Molti consumatori negli anni scorsi hanno dichiarato di aver ricevuto una mail dal corriere incaricato di eseguire la consegna di un pacco, contenente della merce acquistata online. La mail in poche parole attestava che la consegna non sarebbe avvenuta a causa di un problema tecnico. Per avere informazioni circa la posizione del pacco era possibile aprire il file allegato. Quel file conteneva un virus che ha causato il blocco totale del computer. Cosa fare in questi casi? Se il corriere ti avvisa con una mail di eventuali problemi con la spedizione, apri le pagine bianche e cerca il numero di telefono. Contattali e chiedi informazioni al servizio assistenza, specificando il numero dell’ordine e il codice di tracking che ti è stato assegnato quando è partita la spedizione.

9. Occhio alle E-CARD - Se ti piace inviare una cartolina di auguri divertente invece del classico messaggio, ti invitiamo a fare attenzione prima di scaricarne una. Ci sono diversi siti in rete che contengono dei virus, dunque affidati solo ai portali che conosci bene. Un esempio? Moduli.it! Nella sezione dedicata ai biglietti augurali e alle cartoline di Natale potrai scaricare in tutta sicurezza i documenti in pdf, che poi potrai stampare o inoltrare a chi vuoi tu. 

10. Malware anche sugli screensaver - Purtroppo lo scorso anno diversi utenti hanno segnalato anche la presenza di virus e malware sui file che hanno scaricato per decorare lo schermo del desktop di cellulari e pc. Ricorda che la prudenza non è mai troppa: esegui il download solo da siti affidabili come Hongkiat, VladStudio, Hebus o DeviantART e ricorda di tenere sempre attiva la protezione dell’antivirus su tutti i tuoi dispositivi elettronici. 

11. Email da parte della banca? È una truffa - Se la banca ti invia delle email chiedendoti di confermare le tue credenziali di acceso all’internet banking, non farlo. Se la banca ti invia un premio natalizio e ti invita a riscuoterlo cliccando su un link, non farlo. Se la banca ti invia l’indirizzo del nuovo sito internet chiedendoti di effettuare il login e visitare la nuova area riservata, NON FARLO. In tutti e 3 i casi si tratta di una truffa. Si chiama Phishing e ha come unico obiettivo quello di ottenere i dati di acceso al tuo conto corrente. Ricorda: tutte le comunicazioni da parte della banca arrivano tramite posta ordinaria, posta raccomandata oppure tramite messaggio telematico che potrai leggere solo ed esclusivamente nell’area riservata alle comunicazioni del tuo home banking. Qualsiasi email o messaggio arrivi, alza il telefono e chiama la filiale per avere delucidazioni. 

12. Finte lotterie Natalizie - Dopo le feste potresti ricevere un messaggio, tramite email o sms. Il testo dice che hai partecipato ad una lotteria XYZ e hai vinto! Per ritirare il premio dovrai pagare una piccola commissione o fornire i tuoi dati bancari affinché il sistema possa inviarti il bonifico. Chiaramente è una truffa in piena regola: una volta inseriti i dati del tuo conto o della tua carta, infatti, non ci sarà più modo di evitare il peggio. Il consiglio, in questo caso, è il seguente: qualora volessi partecipare ad una lotteria, fallo pure, ma lascia loro solo i tuoi recapiti telefonici. In caso di vincita, accordati con gli organizzatori di persona circa le modalità di riscossione del denaro e non fornire a nessuno il tuo indirizzo email. In questo modo, qualora arrivi un messaggio di posta elettronica, saprai subito che si tratta di una truffa.

Regali per Natale: quali diritti

Se i conti non tornano e ti accorgi di essere stato truffato, magari perché hai notato un addebito anomalo sulla carta di credito o credi di essere coinvolto in un caso di phishing, sappi che ad ogni problema c’è una soluzione. Anche se hai fatto acquisti online, invece che in un negozio fisico, resti pur sempre un consumatore ed in quanto tale hai dei diritti ben precisi. Per farli valere ti consigliamo la lettura dell’articolo “Acquisti online: quali diritti e come esercitarli”.

Forse non lo sai, ma sui prodotti che acquisti in rete hai il diritto di far valere le medesime garanzie previste per acquisti effettuati nei negozi fisici. Ogni portale deve effettuare il reso degli articoli e se ti accorgi che un prodotto è difettoso ricorda sempre che esso è protetto da garanzia commerciale e soprattutto da garanzia legale, dunque puoi chiederne la riparazione o la sostituzione mediante la compilazione del form presente sul portale, oppure inoltrando questo modulo tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno.

Se, invece, non è il prodotto ad essere danneggiato, ma addirittura il pacco, ti consigliamo di leggere “Spedizioni: cosa fare se il pacco arriva danneggiato” segnalando quanto prima il problema al vettore.

Infine, ti ricordiamo che per i contratti sottoscritti a distanza (quindi tramite l’uso del computer o del telefono) puoi usufruire del diritto di ripensamento senza dover pagare alcuna penale e senza dare alcuna motivazione al venditore.
Puoi far valere questo diritto anche nel caso in cui sottoscrivessi un contratto a tua insaputa, dunque quando sei vittima di una truffa architettata da una società che ti contatta telefonicamente per chiederti di rispondere a questionari, sondaggi o per proporti offerte commerciali, stipulando invece dei veri e propri contratti - frode. Per saperne di più puoi leggere “Come difendersi dai contratti truffa”.

Se desiderassi approfondire ulteriormente il tema dei diritti dei consumatori, potresti dedicarti alla lettura dell'articolo "Regali di Natale e diritti dei consumatori: 5 cose da sapere".

Documenti correlati