reclamo trenitalia

Cos'è e come funziona la Conciliazione Paritetica

conciliazione paritetica, conciliazione paritetica adr

Sebbene ci auguriamo che tu non debba mai servirtene, è bene che tu sappia quali sono i tanti vantaggi ottenibili dalla Conciliazione Paritetica. Come un qualsiasi altro procedimento di risoluzione stragiudiziale di una controversia insorte tra consumatore e azienda fornitrice di prodotti o servizi, la Conciliazione paritetica consente al consumatore di risolvere il suo problema

Tutti gli indirizzi da utilizzare in caso di reclamo

reclamo, segnalazioni

Quando il modem non funziona, il decoder si blocca, la bolletta è più salata del previsto e il gestore telefonico ci addebita costi per servizi non richiesti, diciamocelo, è una vera seccatura. Non è semplice essere dei clienti e consumatori modello, soprattutto quando sopraggiunge un problema inaspettato, proprio nel momento meno adatto. Il segreto sta nel

Modulo richiesta indennizzo per disservizi delle Ferrovie dello Stato

Fac simile richiesta di indennizzo da avanzare alle Ferrovie dello Stato quando si verificano disfunzioni e/o ritardi.

La lettera va inoltrata a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno.

Per ulteriori informazioni consigliamo la lettura dei seguenti articoli:
- "Treni cancellati o in ritardo: come chiedere il rimborso";
- "Trenitalia: ricorso alla conciliazione in caso di controversie";
- "Trasporto ferroviario, ecco il modulo per segnalare i disservizi all'Authority".

Trenitalia: nuovi rimborsi per chi viaggia sulle frecce

indennità ritardo frecciarossa, rimborso frecciarossa ritardo

Se il treno Frecciarossa, Frecciargento o Frecciabianca su cui hai viaggiato ha fatto ritardo, ci sono buone notizie per te. Trenitalia ha recentemente disposto nuove modalità di indennizzi e bonus per i biglietti dei treni in ritardo. Per richiederli, puoi scaricare qui il

Richiesta indennità per ritardo del treno (con acquisto biglietto presso self-service)

Richiesta di rimborso da presentare alla biglietteria della stazione in cui è ubicata la macchina self-service di emissione nel caso di ritardo di un treno nazionale a lunga percorrenza.

L'indennità (in denaro o sottoforma di bonus) è pari al 25% del prezzo del biglietto per un ritardo compreso tra 60 e 119 minuti ed al 50% del prezzo del biglietto per un ritardo di almeno 120 minuti.

Per maggiori informazioni si rinvia alla lettura dell'articolo "Treni cancellati o in ritardo: come chiedere il rimborso".