Telepass: servizi, costi e modalità di recesso

telepass, telepass family

E' inutile negarlo, avere il Telepass è una grande comodità. A fronte di un modesto esborso mensile, infatti, è possibile pagare il pedaggio autostradale semplicemente transitando in corsie dedicate, dunque senza effettuare soste al casello. Ma avere il Telepass significa anche garantirsi una serie di servizi aggiuntivi che riguardano il pagamento dei parcheggi in struttura e su strisce blu, il transito in Area C o l'imbarco su traghetti. Questo articolo ha l’obiettivo di approfondire nel dettaglio questi servizi, offrire una panoramica sui costi e fornire informazioni utili circa le modalità di adesione e disdetta del servizio Telepass.

Telepass: pedaggio autostradale

Cominciamo con quello che senza alcun dubbio costituisce il servizio principale e più conosciuto offerto da Telepass, ossia la possibilità di pagare il pedaggio in autostrada senza fermarsi al casello. Per fruire di questo servizio occorre sottoscrivere il contratto (nel prosieguo vedremo come) e ricevere il dispositivo o apparato Telepass.

Una volta posizionato all'interno della tua auto, non ti resta che metterti in moto, imboccare l'autostrada e scegliere la corsia preferenziale riservata al Telepass (si raccomanda di rallentare); il tuo dispositivo emetterà un segnale acustico che consentirà l’apertura della sbarra.

L’importo relativo al pedaggio verrà addebitato direttamente sul tuo conto corrente bancario o postale, senza alcun costo aggiuntivo e in via posticipata rispetto al passaggio al casello.

Le porte dedicate ai clienti Telepass sono segnalate da appositi cartelli a sfondo giallo con la scritta "riservata clienti TELEPASS". Lo sfondo giallo sta ad indicare in particolare che quella porta è dedicata ai soli possessori di apparato Telepass. Ci sono poi i cartelli a sfondo blu ad indicare il pagamento esclusivamente tramite Viacard, Carte di Credito e Bancomat. Questi cartelli possono riportare anche la "T" di Telepass su sfondo giallo, ad indicare che il cliente Telepass può utilizzare anche questa porta, ma lo avverte che non si tratta di una porta dedicata.

Ma avere il Telepass non significa solo evitare le code in autostrada, ma anche poter tenere costantemente sott’occhio le spese che effettui, per di più direttamente sul sito web.

Si pensi, inoltre, che da poco è stato lanciato sul mercato il modello Telepass "Europeo", che funziona in Italia e in altri 4 paesi europei: Francia, Spagna, Portogallo e Belgio.

Telepass: servizi aggiuntivi

Ma Telepass non è solo questo. Essere clienti Telepass significa parcheggiare in stazione o in aeroporto, in fiera o in città senza fare file alle casse e senza fare biglietti. Un vantaggio di non poco conto per chi tutti i giorni si sposta per lavoro o per esigenze familiari. I parcheggi convenzionati con Telepass sono riportati su questa pagina.

In ognuno di questi parcheggi, così come accade per il casello autostradale, è sufficiente avvicinarsi all'ingresso identificato con apposita segnaletica verticale e orizzontale con il logo “Telepass” e attendere l'apertura della sbarra. Anche in questo caso il cliente non sostiene alcun costo aggiuntivo rispetto alla tariffa prevista per il parcheggio a pagamento.

Con il Telepass è addirittura possibile pagare i parcheggi sulle strisce blu, dunque senza far uso di parchimetri e monetine. Il servizio si chiama Telepass Pyng e si utilizza attraverso una App che è possibile scaricare direttamente sul proprio smartphone. Il servizio è gratuito ed è riservato ai clienti telepass registrati a Telepass club. La mappa delle strisce blu attualmente utilizzabili è presente su questa pagina. Chiaramente la lista è in continuo aggiornamento.

L'utilizzo è molto semplice: attraverso la App non devi fare altro che inserire la targa e impostare la durata della sosta. Se, causa imprevisti, hai la necessità di prolungare la sosta, non dovrai fare altro che aggiornare, sempre attraverso la App, l'orario della tua permanenza. Se invece hai terminato prima del previsto le tue commissioni, potrai terminare la sosta e in questo modo pagare soltanto il tempo necessario. Puoi fare questo ovunque ti trovi, in ufficio, al mare o mentre fai shopping.

L'importo ti verrà addebitato sul tuo conto Telepass senza alcun costo aggiuntivo e con il vantaggio di poter monitorare in qualunque momento, attraverso la App o l'accesso all'area riservata Telepass Club, le spese relative alle soste effettuate nell'arco dell'ultima settimana o dell'ultimo mese.

E se passano gli ausiliari del traffico si rischia la multa? No se si ha l'accortezza di esporre sul parabrezza dell'auto un apposito tagliando che ha la funzione di segnalare che si sta pagando con Telepass Pyng. Puo scaricare il tagliando Telepass Pyng sul nostro portale, oltre che sul sito ufficiale Telepass. Una volta scaricato non devi fare altro che stamparlo, ritagliarlo ed esporlo in maniera ben visibile sul parabrezza della tua auto. Gli ausiliari del traffico notando il tagliando, potranno controllare in tempo reale la regolarità del pagamento digitando il numero della targa sui propri palmari.

Se all'uscita del parcheggio il dispositivo Telepass non dovesse funzionare, sarai tenuto ad effettuare il pagamento direttamente al personale addetto alla gestione del parcheggio. In questo caso ricordati di chiedere all’addetto la cancellazione del tuo transito in ingresso attraverso il Telepass.

Ma i servizi offerti da Telepass non finiscono qui. Telepass consente ai suoi clienti di accedere liberamente all’Area C di Milano, un'area del centro storico del capoluogo lombardo con restrizioni di accesso per alcune tipologie di veicoli, pagando la relativa tariffa direttamente sul conto Telepass, anche in questo caso senza alcun costo aggiuntivo. La cosa interessante è che in questo caso non occorre neppure avere il dispositivo Telepass a bordo, visto che il controllo degli accessi avviene tramite la rilevazione fotografica della targa.

Infine con il Telepass è possibile acquistare e ritirare il biglietto del traghetto per lo stretto di Messina, senza dover scendere dal proprio veicolo ed essere costretti a fare la fila in biglietteria. Basta transitare anche in questo caso nell'apposita corsia, ritirare il biglietto e attendere che la sbarra si alzi. A questo punto ci si può dirigere tranquillamente nella zona di imbarco.

Telepass: Opzione Premium

Con Telepass puoi anche attivare l'Opzione Premium, che ti garantisce un pacchetto di agevolazioni e sconti con riferimento ad una serie di servizi. Ad esempio puoi usufruire del soccorso stradale gratuito in città e in autostrada, puoi beneficiare di particolari sconti nei tuoi rifornimenti di carburante o nei tuoi acquisti nei bar e ristoranti delle aree di servizio. Ma gli sconti possono riguardare anche il noleggio di un’auto o un furgone, l’acquisto di una polizza auto o moto, la prenotazione di un viaggio in nave e tanto altro.

Aggiungere l'opzione Premium al tuo contratto Telepass ti costa 1,50 euro in più al mese. Per aderire è sufficiente accedere alla tua area riservata.

Telepass: quanto costa

La comodità chiaramente si paga, anche se dobbiamo ammettere che i costi non appaiono proibitivi. Il canone del Telepass Family equivale grosso modo al costodi un caffè, per la precisione 1,26 euro su base mensile e viene addebitato ogni trimestre (3,78 euro). Nello stesso trimestre vengono addebitati anche i costi dei pedaggi accumulati.

Il costo di spedizione del dispositivo Telepass (laddove previsto) è di 5,73 Euro. Il canone trimestrale per l’Opzione Premium (se attiva) ammonta 4,50 euro, mentre per la stampa e l’invio di fatture e comunicazioni periodiche in modalità cartacea occorre pagare 0,56 euro.

La penale per mancata o ritardata restituzione dell’apparato Telepass in caso di revoca o chiusura del contratto ammonta a 25,82 euro, mentre l’indennizzo per mancata restituzione dell’apparato Telepass in caso di furto o smarrimento è di 30,00 euro.

Se la fattura viene pagata in ritardo, a partire dal secondo giorni ti saranno applicati gli interessi di mora nella misura pari al tasso BCE + 5 punti.

Tutti i prezzi sopra indicati sono da intendersi IVA inclusa.

Telepass: come aderire

Per utilizzare questo servizio è necessario innanzitutto sottoscrivere un contratto con Telepass. Devi sapere che puoi richiedere il servizio sia come privato che come professionista o titolare di azienda. In questo articolo ci soffermeremo in modo particolare sul Telepass Family, riservato alle persone fisiche e utilizzabile solo su autoveicoli ad uso privato abilitati al trasporto di persone e su motoveicoli di cilindrata non inferiore a 150 cc.

L’adesione al servizio puoi farla direttamente online sul sito ufficiale Telepass.it. In alternativa puoi recarti in un qualsiasi Punto Blu dislocato sulla rete autostradale. Il Punto Blu è un centro dove ricevere servizi di informazione e assistenza commerciale. Generalmente è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.00, sabato, domenica e festivi chiusi. Alcuni Punti Blu osservano diversi orari di apertura. In Italia ce ne sono oltre 100, questa la mappa completa.

Basta compilare il form online o il contratto, specificando nominativo, residenza, codice fiscale, indirizzo, e-mail, numero di telefono, targa del mezzo, estremi del conto corrente bancario o postale su cui effettuare l’addebito, e il gioco è fatto. Il dispositivo ti verrà consegnato all’istante, pronto per essere utilizzato. Se hai attuato la procedura online, l’apparato ti verrà spedito all’indirizzo di residenza specificato.

Ti ricordiamo che la richiesta può essere fatta anche in una delle banche convenzionate con Telepass o presso l’ufficio postale se sei titolare di un conto corrente BancoPosta.

Nel momento in cui hai la disponibilità del dispositivo, non ti resta che posizionarlo a bordo della tua auto. Il consiglio è di posizionarlo orizzontalmente nella parte superiore e centrale del parabrezza. Ciò al fine di facilitare il riconoscimento da parte dei sensori posizionati in entrata e in uscita del casello autostradale.

Attenzione: l’apparato Telepass può essere abbinato ad un numero massimo di due targhe (compreso l’eventuale motoveicolo) e la stessa targa non può essere collegata a più di un apparato Telepass. Se avessi la necessità di associare al Telepass un targa diversa, non devi far altro che recarti sul sito e accedere alla tua area riservata. In alternativa puoi recarti in un Punto Blu o chiamare il numero 840.043.043.

Telepass: come recedere dal contratto

Se hai aderito al servizio Telepass tramite la procedura online, hai la possibilità di recedere dal contratto senza sostenere alcun costo e senza spiegarne i motivi, nel termine massimo di 14 giorni decorrenti dalla data di conclusione del contratto. Lo stabilisce l’articolo 52 del Codice del Consumo per i contratti stipulati a distanza o fuori dai locali commerciali. La comunicazione dovrà contenere il nominativo del sottoscrittore e il codice contratto. Moduli.it ti fornisce un fac simile di recesso Telepass entro 14 giorni.

Con il recesso sei tenuto a restituire immediatamente l’apparato Telepass eventualmente in tuo possesso. Il recesso sarà efficace a partire dalla data di ricezione dell’apparato Telepass da parte della società.

Per il resto la durata del contratto Telepass è da intendersi a tempo indeterminato, ma questo non significa che tu non possa in qualsiasi momento, per esigenze personali, familiari o lavorative, disdire il contratto. Anche in questo caso non sei tenuto a fornire alcuna giustificazione, non devi concedere alcun preavviso e non sei tenuto a pagare alcuna penalità o spesa di chiusura. Chiaramente dovrai pagare gli importi relativi ai transiti convalidati con il dispositivo Telepass nel periodo intercorso tra la conclusione del contratto e la ricezione da parte della stessa della comunicazione di recesso.

Anche il questo caso ti forniamo un modulo di disdetta Telepass da adattare alle tue specifiche esigenze. Il modulo può essere consegnato in un Punto Blu, trasmesso via fax ai numeri 055/420.27.34 o 055/420.23.73 o spedito mediante raccomandata con avviso di ricevimento all'indirizzo:

TELEPASS S.p.A. - Customer Care Casella Postale 2310 succursale 39 - 50123 FIRENZE.

Ricorda di allegare al modello di recesso una copia del tuo documento di riconoscimento.

Ricorda, altresì, che l’apparato ti viene concesso a noleggio. Questo significa che nel momento in cui recedi dal contratto, sei tenuto alla sua restituzione se non vuoi essere costretto a pagare una penale che come abbiamo visto ammonta a 25,82 euro. Ricorda, hai 20 giorni per farlo. Il dispositivo Telepass può essere restituito presso il Punto Blu o tramite spedizione all'indirizzo:

TELEPASS S.p.A. - Customer Care Casella Postale 2310 succursale 39 - 50123 FIRENZE.

Attenzione: il recesso sarà efficace a partire dalla data di ricezione dell’apparato Telepass da parte della società.

Documenti correlati



50471 - Redazione
02/10/2017
Giuseppe, temiamo che non sia possibile e che dovrà necessariamente aprire una nuova posizione chiudendo la vecchia (intestata a sua moglie). Verifichi che quanto detto trovi conferma con quanto potrà riferirle l'operatore del Punto Blu.

50460 - giuseppe
01/10/2017
Buon giorno essendo possesore di un telepass intestataria mia moglie posso cambiare l'intestazione? Dovrei trasferire l'intestazione da mia moglie (un privato) ad una società!! È possibile? Se è possibile mi potrebbe indicare cosa fare? Grazie

50084 - Redazione
28/07/2017
Anna Maria, stando alle norme e condizioni del servizio "Telepass Pyng", il cliente può recedere dal servizio tramite la procedura prevista nell'area riservata www.telepass.it, oppure mediante lettera raccomandata ar da indirizzare a: Telepass SpA - Consumer Care - Casella Postale 2310 Succursale 39 - 50123 Firenze.

50062 - ANNA MARIA P.
26/07/2017
Volendo dare disdetta dell'opzione Telepass PING o dell'opzione Telepass PREMIUM mantenendo in essere il contratto come si fa??? Esistono dei moduli'???? E poi perchè se sono opzioni non ho trovato sul Portale di Telepass nessuna spiegazione corretta per le disdette di queste opzioni. Ho l'impressione che questo modo di operare sia soltanto una truffa di massa e di dovermi rivolgere al GARANTE affinchè verifichi la correttezza e la liceità di questo modo di operare. Attendo una Vs risposta.

48879 - S. Pietro
03/04/2017
Ho un contratto famiglia, se passo a contratto Premium, il famiglia si annulla o comunque devo continuare a pagarlo?

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata