Truffe casa vacanza: 10 consigli per evitarle

truffe casa vacanza, truffe per casa vacanza

Quando si conclude un contratto su internet, sia che tu abbia comprato uno spazzolino da denti, sia che abbia affittato una casa per trascorrere le vacanze, è sempre consigliato fare molta attenzione alle modalità di acquisto del bene o del servizio e alla modalità in cui avviene la transazione economica. Ogni anno, in estate, si riaccende la polemica riguardante le truffe casa vacanza: ovvero quelle truffe in cui si prenota online un immobile da favola a prezzi economici, per poi ritrovarsi sul luogo di villeggiatura dinnanzi ad una casa malridotta, un cantiere aperto o un mucchio di macerie.

Se da una parte i portali che raggruppano annunci immobiliari dovrebbero chiedere maggiori garanzie agli inserzionisti, dall’altra è pur vero che il consumatore deve tutelare in primis se stesso e le sue finanze, per evitare le truffe e tutte le spiacevoli conseguenze che determinano. A questo proposito ti elenchiamo 10 regole da seguire per assicurarti una prenotazione sicura e una piacevole vacanza.

10 regole anti truffe casa vacanza

1- La prima regola, valida per l’affitto di una casa vacanza e per tutti gli altri servizi acquistabili online, è diffidare dalle offerte troppo vantaggiose;

2- Prima di prenotare, verifica sempre che il portale sul quale ti trovi sia affidabile: controlla le recensioni online, o ancora meglio, fatti consigliare da amici e parenti che hanno affittato case vacanza online prima di te;

3- Quando trovi l’appartamento che fa per te, inserisci l’indirizzo su Google Maps e visualizza il luogo mediante il sistema satellitare, di modo da poter controllare l’effettiva presenza dello stabile in loco, nelle stesse condizioni descritte in fotografia;

4- Se possibile contatta l’inserzionista e chiedi di poter avere immagini aggiuntive, così da constatare le reali condizioni dell’appartamento, oppure chiedi se fosse possibile eseguire un sopralluogo prima di prenotare (in questo modo potrai testare la sua disponibilità);

5- Paga sempre l’acconto con Paypal o carta prepagata e chiedi di saldare il conto in loco. Nel caso in cui ti venissero chiesti dati personali, codici di carte e conto corrente, chiudi la trattativa e cambia annuncio;

6- Diffida dai contratti che contengono clausole vessatorie. A tal fine ti proponiamo di scaricare e visionare questo contratto di locazione transitoria per finalità turistica. Ulteriori informazioni sono disponibili nell’articolo: “Contratto di locazione per casa vacanze”;

7- Conserva scrupolosamente tutti i documenti che hai inviato e che hai ricevuto dal proprietario di casa, compresa la corrispondenza scritta che vi siete scambiati per e-mail. Tutto questo materiale può sempre essere usato come prova;

8- Una volta ottenuti i dati dell’inserzionista, cercalo su Google e controlla che le informazioni su di lui coincidano con quelle che ti ha fornito;

9- Per verificare efficacemente se un annuncio è reale o si tratta di una truffa, inserisci le prime righe del testo o le immagini correlate all’annuncio sui motori di ricerca e poi controlla che si riferiscano tutte al medesimo immobile, situato nel medesimo posto. Se ad una ricerca corrispondono due immobili, probabilmente sei di fronte ad una delle più comuni truffe per casa vacanza;

10- Se con i precedenti consigli non hai acquisito abbastanza sicurezza per poter affittare una casa vacanze online, leggi i nostri consigli per fare acquisti online in totale sicurezza nell’articolo “Guida per fare acquisti online anche al mare o in montagna”. I tuoi diritti di consumatore sono sempre garantiti, clicca qui per saperne di più.

Airbnb: una valida alternativa

Se non vuoi affidarti al caso e all'improvvisazione allora puoi consultare Airbnb, una community che consente a chi viaggia di trovare un alloggio a costi contenuti e a chi ha una casa o una stanza con determinate caratteristiche, di offrirla in affitto per brevi periodi lucrando in questo modo un piccolo guadagno.

Attraverso Airbnb è possibile verificare i profili e le recensioni dei proprietari degli alloggi prima di prenotare, metterti in contatto con loro se sorgono delle perplessità o semplicemente se si desidera ricevere maggiori informazioni, si può utilizzare una piattaforma sicura per i pagamenti, si può godere di una copertura assicurativa in caso di incidenti durante il soggiorno e così via.
Se ritieni che il servizio possa interessarti, allora non esitare a leggere l'articolo "Airbnb: cos’è e come funziona".

Alternative a Airbnb

Ma come certamente saprai Airbnb non è l'unica piattafoma ad offrire un servizio di questo tipo. Per chi ha  un appartamento, una villa o una semplice stanza da affittare, oppure per chi è alla ricerca di una sistemazione per le prossime vacanze, ci sono valide alternative da prendere in considerazione: ne parliamo in maniera approfondita nell'articolo "Cerchi una casa vacanze? Ecco le alternative ad Airbnb".

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata