Voltura Sorgenia: come cambiare l’intestazione del contratto di fornitura elettrica e gas

voltura sorgenia, passare a sorgenia

Cambiare casa significa modificare le proprie abitudini, avere un nuovo indirizzo di domicilio o di residenza, trovarsi con nuovi vicini e dirimpettai e talvolta anche modificare i fornitori di luce e gas. Se hai deciso di trasferirti in un appartamento abitato da un precedente inquilino, per te si porrà il problema se eseguire la voltura o il subentro delle utenze energetiche. In modo particolare se il vecchio proprietario dell’immobile aveva concluso un contratto con Sorgenia, dovrai decidere se cambiare fornitore oppure se richiedere il subentro o la voltura Sorgenia. Nel testo che segue ci concentreremo in modo particolare sulla voltura, la pratica più utilizzata dai consumatori per i motivi che tra poco ti spiegheremo. Ti daremo inoltre indicazioni sui moduli di voltura Sorgenia e chiaramente i recapiti a cui fare riferimento. Nel caso in cui qualcosa non andasse per il verso giusto, puoi segnalarlo mediante il modulo di reclamo Sorgenia.

Voltura luce e gas Sorgenia: di cosa si tratta

Iniziamo dalle definizioni: cos’è la voltura Sorgenia? È la stessa società a rispondere, in una delle numerose guide pubblicate online sul sito ufficiale www.sorgenia.it: “La voltura è l’operazione che permette il cambio dell’intestatario del contratto relativo ad un punto di fornitura di energia elettrica e/o gas senza l’interruzione della fornitura”.

Da questa frase puoi capire tre cose fondamentali. La prima: la voltura è una procedura che va richiesta alla ditta fornitrice. Ad effettuare formalmente la richiesta è il soggetto che entra in possesso dell’immobile. La seconda: la voltura serve per cambiare l’intestazione del contratto attualmente attivo. La terza: la pratica avviene senza che ci sia alcun distacco della fornitura e senza alcuna modifica nelle condizioni economiche dell’offerta. Dal punto di vista tecnico il contratto, i vincoli, le tutele e il prezzo dell’energia resta lo stesso; dal punto di vista formale cambia il soggetto titolare del contratto.

La voltura Sorgenia può essere richiesta con accollo o senza accollo. La voltura con accollo presuppone che al nuovo titolare del contratto vengano attribuite tutte le condizioni del precedente contratto, comprese eventuali morosità pregresse. La voltura senza accollo, invece, offre la possibilità all’utente di richiedere una variazione al contratto di fornitura. Se vuoi scongiurare il rischio di vederti addebitare in fattura costi extra e ritrovarti per questo a bisticciare con il vecchio proprietario di casa puoi eseguire la voltura senza accollo (in questo caso conviene compilare il modulo di dichiarazione di estraneità al debito predisposto da Sorgenia) oppure chiedere che avvenga la chiusura del contatore, di modo da chiedere la riattivazione dello stesso tramite il subentro. Tieni presente, tuttavia, che un'operazione di questo tipo comporta una dilatazione dei tempi di attivazione della fornitura così come il sostenimento di maggior costi.

Subentro e Voltura Sorgenia: quali differenze

La voltura e il subentro sono due operazioni differenti che è possibile effettuare nel momento in cui prendi possesso dell’immobile. Si parla di subentro quando il vecchio proprietario dispone la chiusura del contatore, dunque il nuovo proprietario non può far altro che chiederne la riattivazione alla medesima ditta fornitrice di luce e gas oppure ad un'altra di suo gradimento.

La disattivazione del contatore determina la sospensione dell’erogazione di energia elettrica e gas naturale, dunque chi esegue il subentro dovrà comunque attendere la riattivazione dell’utenza. La voltura è cosa ben diversa: si tratta in pratica di cambiare il nominativo del soggetto titolare del contratto, senza interrompere in alcun modo l’erogazione della fornitura. Burocraticamente ed effettivamente la procedura risulta essere senz'altro più snella e meno costosa.

Voltura Sorgenia: come accertare l’identità del fornitore

Per eseguire la voltura delle utenze è molto importante avere un buon rapporto di comunicazione con il titolare del contratto che intendi volturare a tuo nome. Se però costui sparisce nel nulla e si rifiuta di concederti informazioni circa le utenze domestiche o non domestiche, non perderti d’animo. C’è un modo infallibile per accertarti che la fornitura di luce e-o gas sia affidata a Sorgenia: rivolgerti allo Sportello per il Consumatore di Energia. Tutto quello che devi fare è inviare:

a questo indirizzo:

Sportello per il consumatore di energia
c/o Acquirente Unico Spa

Richiesta informazioni
Via Guidobaldo del Monte, 45
00197 Roma.

La risposta non tarderà ad arrivare: solitamente lo Sportello fornisce informazioni agli utenti entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta completa e correttamente inviata.

Dati e documenti voltura Sorgenia

Dopo aver spiegato in cosa consiste la voltura Sorgenia e quali sono le differenze col subentro, vediamo ora quali sono i documenti essenziali per poter procedere alla richiesta vera e propria. Per prima cosa ti invitiamo a richiedere al precedente proprietario una bolletta dell’energia elettrica e una bolletta del gas: in questo modo riuscirai ad ottenere tutti i dati relativi all’utenza, compresi quelli dei rispettivi contatori. Individua i codici POD (punto di prelievo della corrente) e PDR o REMI (punto di riconsegna del gas) oppure annota il numero di matricola riportato sulla targhetta apposta sul contatore, perché a tempo debito dovrai trascriverli sui moduli di richiesta.

Al tempo stesso dovrai dimostrare, anche tramite una semplice autocertificazione, il regolare possesso o la regolare detenzione dell’immobile in questione (proprietà, locazione, usufrutto, etc.). Tra poco avrai modo di vedere che per formalizzare la richiesta di voltura dovrai compilare alcuni moduli, in cui si richiede al vecchio e al nuovo intestatario di apporre diverse firme.

Le dichiarazioni formali contenute nei moduli di voltura Sorgenia rappresentano una sorta di “passaggio di consegna” e definiscono anche la data in cui si richiede il cambio dell’utenza. Su ciascuno di essi dovrai riportare tutta una serie di informazioni: dai dati anagrafici del nuovo titolare del contratto alla  lettura del contatore, dai codici POD e/o PDR alle modalità di pagamento delle fatture e via discorrendo.

Modulistica per effettuare la Voltura Sorgenia

Ti sei accertato di avere tutte le informazioni necessarie all’invio della richiesta di voltura Sorgenia? Bene, perché ora ti indicheremo quali sono i moduli da scaricare per effettuare la voltura gas Sorgenia e la voltura energia elettrica Sorgenia. Come potrai immaginare non sempre l’immobile che hai acquistato o per il quale hai firmato un contratto di locazione era registrato ad uso abitativo. Per procedere all’adattamento delle tariffe e mettere subito le cose in chiaro, è bene scegliere con cura il modulo adatto per volturare l’utenza a proprio nome.

Per questo motivo Sorgenia ha pensato di rendere disponibili più moduli di voltura dei contratti luce e gas, in funzione delle caratteristiche del vecchio contratto (residenziale o aziendale) e dell'uso che tu intendi fare della fornitura in futuro. Considera che nella scheda predisposta per la modulistica Sorgenia trovi tutta una serie di indicazioni utili alla compilazione, alla documentazione da allegare e alla spedizione.

Nella scheda dedicata ai moduli di voltura Sorgenia trovi anche:

  • la dichiarazione di legittimo possesso / regolare detenzione dell’immobile (art.46 d.p.r. 28 dicembre 2000, n.445);
  • la dichiarazione di estraneità al debito del nuovo intestatario.

A questo punto se hai raccolto i dati necessari facendoti consegnare una bolletta dal vecchio proprietario di casa, se hai prodotto la documentazione necessaria e hai trovato, scaricato e stampato il modulo di voltura Sorgenia adatto al tuo caso, hai tutto quanto ti occorre per passare a Sorgenia. Non resta dunque che provvedere alla spedizione.

Tempi di voltura Sorgenia

La tempistica necessaria per volturare le utenze energetiche è molto breve. Sorgenia sul sito ufficiale afferma che per eseguire il cambio di intestazione occorrono al massimo 5 giorni. Naturalmente, qualora mancassero delle informazioni importanti nei moduli di richiesta, la compagnia provvederà a contattarti per ottenerli tramite telefono o posta elettronica. In tal caso i tempi potrebbero dilatarsi di qualche giorno.

Se la pratica di voltura è andata a buon fine ti verrà inviata una copia del contratto all’indirizzo indicato per il recapito fattura.

Costo voltura con Sorgenia

Non è la compagnia fornitrice dei servizi a decidere il costo della voltura, ma l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) che differenzia le voci di costo e gli importi dovuti in base al tipo di contratto sottoscritto. Per aiutarti a capire meglio ti facciamo degli esempi. Se il vecchio proprietario di casa aveva un contratto di fornitura nel Mercato tutelato dell’energia, tu in quanto subentrante dovrai pagare:

  • il contributo fisso di 27,03 euro per oneri amministrativi (richiesti a favore del distributore);
  • il contributo fisso di 23,00 euro;
  • l'imposta di bollo di 16,00 euro prevista dalla normativa fiscale per i nuovi contratti.

Al contrario, se il vecchio titolare aveva stipulato un contratto nel mercato libero dell’Energia, tu in quanto subentrante dovrai pagare:

  • il contributo fisso di 27,03 euro per oneri amministrativi (a favore del venditore);
  • un ulteriore somma di denaro per la prestazione commerciale, che dovrà chiaramente essere specificata nelle condizioni contrattuali;
  • un deposito cauzionale, se si chiede il pagamento tramite bollettino postale;
  • il pagamento di 16,00 euro per l’imposta di bollo, qualora sia previsto dalla normativa fiscale.

Sorgenia voltura contratto: come reclamare

Se non sei soddisfatto dal servizio offerto da Sorgenia, magari ritieni di aver ricevuto un livello di servizio non consono rispetto alle aspettative oppure perché hai riscontrato un vero e proprio disservizio (errori della intestazione del contratto, ritardi nell'attivazione dela fornitura, ecc.), potresti segnalare quanto accaduto al Servizio Assistenza Clienti.

I numeri da chiamare sono: l’800.294.333 da telefono fisso o lo 02.44.388.001 da cellulare. L’assistenza tecnica risponde dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 15.00 (escluse festività nazionali). Se ritieni necessario inoltrare un reclamo scritto invece potresti utilizzare il modulo di reclamo Sorgenia disponibile su questo portale. Dopo aver allegato una copia de documento d’identità e tutta la documentazione utile ad accertare l’inadempienza subita, il reclamo va inoltrato:

  • tramite fax al numero 02.45.882.322
  • tramite posta elettronica all’indirizzo customercare@sorgenia.it
  • tramite posta raccomandata a Sorgenia S.p.A. - Casella Postale 14287 - 20152 Milano.

Qualora il reclamo non sortisca un effetto positivo, il consiglio che ti diamo è quello di tutelare i tuoi diritti intraprendendo un tentativo stragiudiziale di risoluzione della controversia. Per avviare formalmente questa procedura devi compilare la domanda di conciliazione Sorgenia.

In ultima battuta, qualora il servizio offerto dalla società non ti soddisfacesse, potresti sempre cambiare fornitore di energia. Nel caso in cui, invece, avessi intenzione di non fare più uso dell'immobile o volessi metterlo in vendita, puoi recedere dal contratto chiedendo la disdetta Sorgenia.

Documenti correlati