caparra, acconto, penale

Moduli.it social

Acconto, caparra e penale: quali differenze?

Quando si stipula un contratto o si accetta un preventivo, allo scopo di rafforzare l'impegno assunto dalle parti, è prassi che il venditore o il prestatore d'opera chieda all'acquirente o committente un anticipo. Nello specifico può trattarsi di un semplice acconto o di una caparra.

L'acconto

Nel caso si tratti di acconto, la somma versata ad esempio per l'acquisto di un mobile viene sottratta dal prezzo pattuito e l'acquirente si limiterà a versare la differenza a saldo al momento del ritiro. Se il venditore dovesse per un qualsiasi motivo rifiutarsi di vendere il mobile, risultando in questo modo inadempiente, allora dovrà restituire l'acconto dovrà all'acquirente, il quale potrà anche richiedere l'eventuale risarcimento dei danni. Se inadempiente è invece l'acquirente l'acconto potrà essere trattenuto dal venditore che potrà eventualmente chiedere all'acquirente un ulteriore risarcimento se l'entità del danno supera l'acconto ricevuto.

Un discorso a parte merita la caparra. Si distinguono due tipi di caparre: la confirmatoria e la penitenziale. Vediamo in cosa consistono e come si scrivono.

La caparra confirmatoria

La caparra confirmatoria, disposta nell'art.1385 c.c., è una somma di danaro (o una quantità di cose fungibili) che, al momento della conclusione del contratto (ad es. di compravendita) il Sig. Rossi - che acquista un locale ad esempio - dà al Sig. Bianchi, quale conferma dell'adempimento.

Se il contratto viene adempiuto, la caparra deve essere restituita dal Sig. Bianchi o decurtata dal prezzo pattuito. Invece, in caso di inadempimento, la caparra serve come risarcimento del danno.

In particolare se inadempiente è il Sig. Rossi - la parte che ha dato la caparra - il Sig. Bianchi può recedere dal contratto trattenendo la caparra; se inadempiente invece il Sig. Bianchi - la parte che l'ha ricevuta - l'altra (Sig. Rossi) può recedere dal contratto ed esigere il doppio della caparra.

In entrambi i casi il Sig. Rossi e il Sig. Bianchi non devono provare di aver subito danni. La parte interessata può comunque insistere per l'adempimento e richiedere un risarcimento integrale qualora ritenesse di aver subito danni per un ammontare superiore a quello della caparra.

Riportiamo di seguito il fac simile di clausola per caparra confirmatoria da inserire in contratto.

Di norma nella proposta o nel contratto preliminare di vendita (compromesso), se non specificato diversamente, la caparra si intende confirmatoria.

La caparra penitenziale

Diversa dalla caparra confirmatoria è la caparra penitenziale disciplinata all’art.1386 del Codice civile. In questo caso, infatti, la somma che una parte dà all’altra, non rappresenta come nel caso della caparra confirmatoria una cautela contro l'inadempimento, ma è il corrispettivo per l’attribuzione ad una delle parti della facoltà di recesso dal rapporto contrattuale, senza che vi sia il consenso della controparte. In altre parola si usa la caparra penitenziale quando le parti hanno l'interesse di mantenersi liberi di annullare il contratto sapendo già a priori quanto costerà ad ognuno di loro il fatto di cambiare idea.

Il meccanismo di funzionamento della caparra penitenziale è simile a quello della caparra confirmatoria. Il Sig. Rossi (acquirente) stipula con il Sig. Bianchi (venditore) un contratto per la compravendita di un immobile, il quale prevede che il Sig. Rossi, versando una caparra, abbia la facoltà di recedere unilateralmente dal contratto entro una certa data.

A questo punto se il Sig. Rossi (acquirente) non esercita il diritto di recesso, il Sig. Bianchi (venditore) restituisce la caparra al Sig. Rossi oppure l'importo della caparra viene decurtato dal prezzo pattuito. Se invece il Sig. Rossi esercita il diritto di recesso, il Sig. Bianchi trattiene la caparra. Se al contrario è il Sig. Bianchi a recedere, allora il Sig. Rossi potrà pretendere la restituzione del doppio della caparra.

Riportiamo di seguito il fac simile di clausola per caparra penitenziale da inserire in contratto.

A differenza di quanto accade con la caparra confirmatoria, in questo caso la parte adempiente non può richiedere né il maggior danno né l'esecuzione del contratto.

La clausola penale

Indipendentemente dalla presenza di un acconto o di una caparra, si può anche prevedere l'inserimento in contratto di una clausola penale, spesso chiamata semplicemente "penale" (art. 1382 C.C.). Si tratta di una somma che una parte deve pagare all'altra a titolo di penale, appunto, in caso di inadempimento o ritardo nell'adempimento (per esempio: se la consegna del mobile slitta di oltre un mese rispetto alla data fissata, il venditore è tenuto al pagamento di una penale di Euro 100).

Il creditore è esonerato dalla prova del danno, ma deve comunque dimostrare l'inadempimento del debitore.

La presenza di una clausola penale pregiudica la possibilita' di chiedere un rimborso maggiore, a meno che contrattualmente non sia stata convenuta la possibilità, in caso di danno maggiore, di chiedere una somma integrativa. In tal caso il principio dell'onere della prova per tale danno ulteriore deve essere dimostrato dal creditore.

Riportiamo di seguito alcuni fac simile di clausola penale da inserire in contratto. Questa invece il fac simile di richiesta di pagamento della penale per inadempienza da contratto.

Pubblicato il 19/05/2015    5 Commenti
Tags: differenza caparra acconto caparra penitenziale e confirmatoria differenza clausola penale caparra affitto caparra e acconto caparra confirmatoria compromesso recesso contrattuale inadempimento contrattuale restituzione caparra cauzione caparra penitenziale caparra confirmatoria acconto anticipo penale
Documenti correlati



33983 - Redazione
28/11/2014 17:03
Gianluca, trattandosi purtroppo di una caparra confirmatoria (1385 c.c.) l'acquirente ha ragione.

33981 - gianluca gandolfo
28/11/2014 16:31
Buongiorno, ho firmato un impegno a vendere l'auto intestata a mio padre il quale ha pero' rifiutato di acconsentire alla vendita. Ho restituito la caparra datami dal chi voleva comprare l'auto al quale avevo firmato un impegno di vendita col mio nome. Lui ora pretende il doppio della caparra per inadempimento mio, ne ha diritto?

23770 - Redazione
15/05/2013 17:31
Zerbst, eccolo.

23757 - zerbst
15/05/2013 11:00
Si puo avere un fac simile del modulo per una caparra confirmatoria grazie

15811 - Elisaz
28/12/2011 22:06
non conoscevo la caparra penitenziale pensavo esistesse solo quella confirmatoria.


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata