Iscriviti alla nostra Newsletter

Avrai comodamente tutti gli aggiornamenti.

Moduli.it social

Banche: come richiedere la documentazione

Il cliente che per le più svariate esigenze volesse ottenere copia della documentazione bancaria inerente alle operazioni poste in essere con il proprio istituto, può inoltrare una specifica richiesta alla banca compilando questo fac simile. La documentazione richiesta dal cliente può riferirsi a qualsiasi contratto, operazione o rapporto perfezionati con la propria banca (conto corrente, apertura di credito, assegni, estratti conto, documenti rischio, quietanze mutuo, ordini di negoziazione, ecc.), mentre il termine entro il quale deve essere consegnata la documentazione richiesta non può eccedere i novanta giorni.

Il cliente ha il diritto di chiedere la documentazione delle operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni, diritto che deve essere riconosciuto, ai sensi dell'art. 119 del T.U.B., anche al suo successore a qualunque titolo ed a chi subentra nell’amministrazione dei suoi beni (es. il curatore fallimentare).

Da sottolineare, con riguardo alle spese, che recentemente il Garante della Privacy ha sancito attraverso due specifici provvedimenti che le banche non possono chiedere ai loro clienti compensi per la consegna di documenti contenenti informazioni personali che li riguardano.

In particolare la Deliberazione n.14 del 23 Dicembre 2004 del Garante della Privacy, pubblicata sulla GU n. 55 del 8-3-2005, ha sancito la possibilità per la banca di chiedere al cliente un contributo spese che non può comunque eccedere i costi effettivamente sostenuti e documentabili per la riproduzione della documentazione; sulla base di una valutazione ponderata delle principali situazioni verificabili (ad es. quando la documentazione viene consegnata tramite cd-rom o altro supporto), il Garante ha stabilito che una somma di 20,00 € possa essere ritenuta congrua.

Pubblicato il 10/04/2011    23 Commenti   Foto: Flickr
Tags: documentazione bancaria copia contratto estratto movimenti estratto conto
Documenti correlati



37498 - Redazione
26/03/2015 15:18
Francesco, l'art. 119 del T.U.B. stabilisce che "Il cliente, colui che gli succede a qualunque titolo e colui che subentra nell’amministrazione dei suoi beni hanno diritto di ottenere, a proprie spese, entro un congruo termine e comunque non oltre novanta giorni, copia della documentazione inerente a singole operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni." Temiamo pertanto che non ci sia modo di ottenere quella documentazione.

37489 - francesco
25/03/2015 22:28
Buonasera, ho esigenza di ricevere copia di assegni da me emessi circa 15 anni fa. (Da esibire in sede giudiziaria per causa di divorzio). Ho già fatto richiesta verbale presso la BNL - agenzia dove sono a tutt'oggi correntista, con esito negativo. So che la banca è tenuta a conservare/fornire documentazione per un periodo massimo di 10 anni, ma speravo che una banca di rilevanza nazionale quale la BNL potesse aiutarmi. Esiste la possibilità di ottenere documentazione di cui sopra? Grazie

37352 - Redazione
23/03/2015 12:28
Eligio, il contratto non è nullo, nè annullabile. Ciò che può fare è presentare un ricorso alla società, se questa non risponde nei successivi 30 giorni può rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario.

37281 - ROMERI ELIGIO
21/03/2015 16:25
Che succede se la Finanziaria si rifiuta di rilasciare copia conforme all'originale di un contratto di assicurazione (CPI), scaduti i 90 giorni dalla richiesta come stabilito dalla legge? Il contratto è nullo o annullabile? Grazie Giovanni

36402 - Redazione
02/03/2015 10:41
Mariana, dovrebbe essere più chiara nella sua esposizione, a quale liberatoria si riferisce esattamente?

36375 - mariana
01/03/2015 09:03
Si può avere la liberatoria direttamente andando in banca per non aspettare la lettera a casa? Rispondetemi per favore. Grazie

35776 - Redazione
11/02/2015 16:46
Simone, la cifra è venti. L'art. 3, infatti, stabilisce che nei casi in cui, a seguito di una richiesta dell'interessato, risulta confermata l'esistenza dei dati, l'esercizio del diritto e' gratuito, ma puo' essere chiesto un contributo spese in presenza di riprodurre uno speciale supporto su cui i dati personali figurano. In tali casi va ritenuto congruo l'importo di euro venti.

35773 - Simone
11/02/2015 16:07
Spett. Redazione, ho letto la Deliberazione n. 14 del 23 dicembre 2004 la quale fissa l'importo massimo che l'istituto può richiedere a titolo di rimborso spese, e recità così: "Ciò premesso, l'importo massimo che può essere richiesto è determinato dal Garante nella misura di euro dieci, in termini sostanzialmente corrispondenti all'importo già previsto direttamente dalla normativa previgente (L. 20.000; art. 17, comma 7, d.P.R. n. 501/1998)." La Deliberazione parla di € 10,00, Voi indicate € 20,00: qual'è l'importo corretto? Grazie, Simone

29703 - Redazione
16/04/2014 10:55
Adtiamo, in linea di principio il diritto di accesso agli atti deve essere garantito gratuitamente al correntista. Al massimo, dice il Garante, può essere richiesto il pagamento di una somma pari a 20 € nel caso in cui i dati siano consegnati tramite cd-rom o altro supporto.

29695 - adriano genovese
15/04/2014 14:12
In data 28 febbraio 2014 ho dovuto pagare una cifra pari a €. 9,000.00 (in comune accordo con l'avvocato della banca) perche' da un c/c lasciato in sospeso per €. 5.700,00 nell'anno 2008 mi hanno citato a giudizio per una somma pari ad €. 11.200,00. Il tasso di interesse e' pari all'11% che mi sembra un po' tanto. Quanto mi verrebbe a costare per avere gli estratti conto? Grazie per la risposta e buon lavoro.


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata