Come autocertificare la valutazione dei rischi sul lavoro

http://www.sxc.hu/photo/915305/?forcedownload=1

Il datore di lavoro di una impresa operante con soci lavoratori e/o dipendenti subordinati è tenuto a valutare i rischi sulla salute e sulla sicurezza presenti nei luoghi di lavoro. Lo prevede l'art. 17 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81. Il riferimento è ai rischi di incendio, esplosione, elettrico, da esposizione al rumore, agenti cancerogeni e mutageni,  agenti chimici, polveri di amianto o campi elettromagnetici, ecc.

Lo stesso decreto stabilisce che il datore di lavoro di un'azienda che occupa fino a 10 addetti può effettuare la valutazione dei rischi attraverso una semplice dichiarazione. Vi offriamo due modelli attraverso i quali si possono autocertificare per iscritto l'avvenuta effettuazione della valutazione dei rischi e l'adempimento degli obblighi ad essa collegati: fac simile

Va precisato, tuttavia, che si potrà ricorrere all'autocertificazione fino al 30 giugno 2012, momento in cui verranno introdotte procedure standardizzate finalizzate alla predisposizione da parte di tutte le aziende del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR). Tali procedure terranno conto dei profili di rischio e degli indici infortunistici di settore.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata