Moduli.it social

Come recedere da un contratto per la fornitura di energia elettrica o gas

Da qualche anno anche in Italia come nel resto dei paesi europei, ogni consumatore domestico può liberamente decidere da quale venditore e a quali condizioni acquistare energia elettrica e gas per le necessità della propria abitazione (cd “mercato libero”). Il consumatore che non esercita questa scelta o che è impossibilitato a farlo, continuerà a pagare l’energia elettrica o il gas in base alle condizioni economiche standard definite dall'Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas con i “prezzi di riferimento” aggiornati trimestralmente.

Se il cliente, dunque, trova un'offerta che ritiene più conveniente può cambiare venditore e stipulare un nuovo contratto chiudendo il contratto precedente (recesso) nel rispetto di un termine di preavviso che non può essere superiore a un mese. Il tempo viene conteggiato dal primo giorno del mese successivo a quello in cui il vecchio venditore ha ricevuto la comunicazione scritta di recesso. Se, per esempio, la riceve il 2 febbraio, il mese decorrerà dal 1° marzo.

Questo il fac simile che potete utilizzare.

Sarà poi il nuovo venditore a dover inoltrare la richiesta di chiusura del vecchio contratto (recesso) al venditore precedente.

Ricordiamo che cambiare venditore non comporta alcun costo, salvo le eventuali spese connesse con la sottoscrizione del nuovo contratto (bollo e deposito cauzionale o altra garanzia).

Prima della conclusione di un (nuovo) contratto il venditore deve consegnare al cliente:
- una copia integrale del contratto;
- una nota informativa predisposta dall'Autorità che riassuma gli obblighi d'informazione previsti dal Codice di condotta commerciale e spieghi al cliente che cosa deve verificare prima di aderire a un nuovo contratto;
- una scheda di riepilogo tramite la quale è possibile calcolare la spesa che un cliente medio, con determinati consumi, sosterrebbe dato il prezzo in vigore al momento dell'offerta rispetto a quella che lo stesso cliente sosterrebbe se aderisse alle condizioni regolate dall'Autorità.

Rispetto ai contratti conclusi fuori dalla sede o dagli uffici commerciali del nuovo venditore (per esempio in casa propria o in un centro commerciale) o al telefono o via Internet (forme di comunicazione a distanza), il consumatore ha 10 giorni di tempo per comunicare in forma scritta  - questo il fac simile - al nuovo venditore la propria decisione di non volere più aderire al contratto (o di rinunciare alla proposta) e conseguentemente di voler restare con il proprio attuale venditore (art. 64 e segg. D.Lgs. 206/05).

I 10 giorni decorrono dal momento della consegna della proposta contrattuale irrevocabile o dalla conclusione del contratto.

In caso di contratto a distanza (via telefono o internet), i 10 giorni vanno calcolati a partire dalla data in cui il cliente riceve la copia scritta del contratto.

Non ha diritto al ripensamento il cliente che ha aderito alla proposta irrevocabile o ha concluso il contratto negli uffici del venditore.

Il contratto può riconoscere al venditore la facoltà di recedere ed in questo caso il cliente dovrà ricevere un avviso scritto con un preavviso, per i clienti domestici, di almeno sei mesi.

Pubblicato il 02/07/2012    88 Commenti   Foto: Flickr
Tags: acea aeeg sorgenia eni edison gas naturale mercato libero a2a enel elettricità recesso contratto energia elettrica
Documenti correlati



27614 - Redazione
21/11/2013 19:07
Michela, l'art. 2 delle condizioni generali di contratto stabilisce che la sottoscrizione della richiesta da parte del cliente, ovvero la richiesta da questi effettuata tramite sito internet o sistemi telefonici avanzati per menisfestare la proria volontà di stipulare un contratto con EON, deve intendersi vincolante e irrevocabile sino a 45 (quarantacinque) giorni solari dalla sua sottoscrizione. Il consiglio poi è di comunicare l'eventuale recesso sempre in forma scritta.

27600 - michela
20/11/2013 22:50
Salve, il 17/10/2013 ho stipulato un contratto per la fornitura gas con E.on energia tramite telefono. Mi viene detto che entro 10 giorni lavorativi verro' contatta da un tecnico e che a breve mi daranno un appuntamento per venire a togliere il sigillo. Dopo i 10 giorni lavorativi non avendo nessuna notizia da parte loro chiamo il call center del'E.on per informazioni e da li parte l'incubo. Comincio a fare i solleciti, nessuno al telefono mi sa rispondere sul perchè non vengo contatta per avere un appuntamento con il tecnico. Dopo un mese, cioè il 18 novembre vengo chiamata da un operatrice enel.energia e mi consiglia di stipulare un nuovo contratto con loro visto che e' passato un mese e nessuno dalla eon ha intenzione di contattarmi o di darmi qualche spiegazione sul perchè ad oggi non vengono a togliere il sigillo del gas. La mia domanda é: dopo un mese di contratto con la e.on non aver fatto nessun consumo di gas visto il sigillo messo non posso piu aspettare anche perchè ad oggi siamo a 10 gradi e andando verso l'inverno peggiorerà. Che succede se apro un nuovo contratto con la Enel?

27437 - Redazione
12/11/2013 11:35
Patrizia, legga l'articolo "Come passare dal mercato libero al servizio di maggior tutela".

27419 - patrizia
10/11/2013 21:01
Mia madre telefonicamente ha stipulato un contratto pensando fosse Enel servizio elettrico, invece è Enel energia mercato libero. Dopo un anno non ha ancora ricevuto copia del contratto e visto i costi eccessivi della bolletta intende fare disdetta. Come deve comportarsi? Grazie

27381 - Redazione
06/11/2013 17:56
Andrea, è possibile attivare un contratto anche durante una comunicazione telefonica (“contratto a distanza”). Nel caso specifico la volontà da parte di sua moglie di sottoscrivere il contratto può risultare da una registrazione integrale della telefonata effettuata avendo chiesto preventivamente il suo consenso. Tuttavia, per perfezionare il contratto, prima o al più tardi al momento dell’attivazione del servizio, il cliente deve ricevere un apposito modulo di conferma del contratto, che deve contenere non solo i dettagli dell'offerta, ma anche le modalità per bloccare il contratto stesso, tramite fax o posta elettronica, con i relativi recapiti.

27376 - andrea
06/11/2013 15:48
Causa ingenuità della mia compagna stamattina un call center di acea energia ha proposto un cambio, dicendo che manderà una proposta di contratto via posta. Come regolarci in tal senso? Hanno detto che appena ricevuto il plico c'è una lettera preaffrancata da poter mandare in 10 giorni per non aderire. Mi viene un dubbio..ma se noi il plico non lo riceviamo mai? Possono fare una voltura senza una ns. firma reale? Grazie.

27363 - Redazione
05/11/2013 18:35
Giuseppe, se non sono trascorsi più di 10 giorni lavorativi dalla data di conclusione del contratto, può esercitare il "diritto di ripensamento". In sostanza sua madre dichiarerà di aver cambiato idea e per questo chiederà di sciogliere il contratto appena sottoscritto, tutto quanto senza la necessità di indicare particolari motivazioni e senza dover pagare penali.

27356 - Giuseppe
04/11/2013 22:12
A mia insaputa è stato fatto firmare alla mamma intestataria il contratto con sorgenia per la fornitura di energia elettrica e gas, cosa devo fare per rescindere il contratto? una volta fatto cosa devo fare per tornare alle compagnie fornitrici di prima. Grazie.

26450 - Redazione
24/09/2013 10:24
Maria, questo articolo potrebbe esserle di aiuto. Troverà anche la relativa modulistica.

26448 - fiorenzi maria
23/09/2013 22:21
mia madre non ha firmato nessun contratto con gdf suez energia si è vista arrivare una fattura di quasi 200 euro,non si riesce a parlare con un responsabile per sapere chi ha fatto la richiesta del cambio di gestore cosa devo fare? ps la fattura è solo del mese di agosto


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata