Accesso al fondo di solidarietà per le vittime dell'estorsione e dell'usura

Possono presentare le domande gli imprenditori, i commercianti, gli artigiani o gli esercenti libere arti o professioni che abbiano subito un danno, un mancato guadagno od una intimidazione ambientale a seguito di attività estorsive oppure che abbiano pagato interessi usurari.

In entrambi i casi è importante che le vittime abbiano denunciato i fatti.

Le domande per ottenere dal Fondo di Solidarietà una elargizione (per le vittime dell’estorsione) oppure un mutuo senza interessi (per le vittime dell’usura) debbono essere presentate alla Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo del luogo in cui si è verificato l’evento dannoso o si è consumato il delitto (se estorsione), oppure del luogo in cui è stata presentata la denuncia all’Autorità giudiziaria o hanno avuto inizio le indagini da parte della stessa Autorità (se usura). Questi i modelli di istanza di accesso al fondo di solidarietà per le vittime dell'estorsione e dell'usura.

Quando le vittime possono presentare la domanda

ESTORSIONE

Entro 120 giorni dalla denuncia ovvero dalla data in cui l’interessato ha avuto conoscenza che, dalle indagini preliminari, è emerso come l'evento lesivo consegua a delitto commesso per finalità estorsive (articolo 7, comma 1, D.p.r 455/99). Per i danni conseguenti a intimidazione ambientale, la domanda deve essere presentata entro il termine di un anno dalla data in cui hanno avuto inizio le richieste estorsive o nella quale l’interessato è stato per la prima volta oggetto della violenza o minaccia (articolo 13, comma 4 della legge 44/99).

USURA

Entro 180 giorni dalla data della denuncia o dalla data in cui l’interessato, in qualità di persona offesa del reato di usura, ha avuto notizia dell’inizio delle indagini (articolo 7, comma 2 del D.p.r. 455/99). Condizione essenziale è non aver subito condanne, non essere indagato o imputato per il reato d'usura o di estorsione ovvero essere stato proposto per dette misure.

Con riferimento al reato di usura, la domanda deve essere corredata di un piano d'investimento per il reinserimento dell'usurato nell'economia legale e di un piano di restituzione dell'importo del mutuo. Le domande, accompagnate da un parere delle Prefetture sulla loro validità e congruità, pervengono al Comitato del Fondo di solidarietà per le vittime dell'estorsione e dell'usura, che le esamina e delibera la concessione o meno del mutuo.

Il mutuo viene erogato dopo che, chiuse le indagini preliminari avviate a seguito della denuncia, il Giudice per le indagini preliminari abbia disposto il rinvio a giudizio del presunto usuraio. Tuttavia, anche prima della definizione del procedimento penale, in presenza di una documentata urgenza, la vittima dell'usura può avere un anticipo fino al 50% del mutuo, purché il Pubblico Ministero abbia dato parere favorevole e siano trascorsi 6 mesi dalla presentazione della denuncia o dall'iscrizione del soggetto indagato nel registro delle notizie di reato del Tribunale.

La domanda, firmata dalla vittima, deve contenere:
- la dichiarazione dell'interessato di essere vittima del reato di usura;
- l'indicazione della data di denuncia del delitto di usura ovvero della data in cui l'interessato ha avuto conoscenza dell'inizio delle indagini;
- la dichiarazione di non versare in alcuna delle situazioni ostative previste dalla legge;
- l'indicazione dell'ammontare del danno subito per effetto degli interessi e degli altri vantaggi usurari corrisposti e dell'eventuale maggior danno consistente in perdite o mancati guadagni derivanti dal prestito usurario;
- l'indicazione della somma di denaro richiesta a mutuo, dei tempi di restituzione e delle modalità di erogazione della stessa;
- l'indicazione della somma di denaro eventualmente richiesta a titolo di provvisionale con specificazione dei motivi d'urgenza da dimostrare con apposita documentazione.

Il mutuo viene revocato e le eventuali somme già erogate vengono recuperate se:
- se il procedimento penale per il delitto di usura di cui si è stati vittima si conclude con provvedimento di archiviazione, ovvero con sentenza di non luogo a procedere o di assoluzione;
- se le somme erogate a titolo di mutuo o di provvisionale non sono utilizzate in conformità al piano di investimento presentato con la domanda di mutuo;
- se sopravvengono le condizioni ostative previste dalla legge per la concessione del mutuo.

Per combattere efficacemente il fenomeno dell’usura, oltre al Fondo di Solidarietà, è previsto il Fondo di prevenzione, istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, che mette a disposizione dei Confidi (strutture consortili e cooperative formate, a livello locale, da rappresentanti delle categorie economiche e produttive) e delle Fondazioni antiusura somme di denaro con le quali fornire alle banche garanzie sui prestiti concessi ai soggetti in difficoltà.

Documenti correlati



42048 - MAURO GHIRLANDA
16/10/2015
Il mio commento e' che dal 2002 che ho subito usura pagando 15% interessi mensili c'e' tutto agli atti ho perso tutto un po anche la dignita' non riesco ad accedere a crediti e le domande fatte per un mutuo da restituire sempre negate e continuo a dar lavoro ho una piccola attivita' con 7 persone e non avendo accesso al credito ho protestato sono andato a prestito ancora a usura un po' meno e continuo ma lo stato dove ' mio padre mi ha insegnato che lo stato siamo noi ma con il tempo ho capito che non e' proprio cosi il mio e' uno sfogo non cer$co solidarieta' cerco aiuto per lavorare

23996 - Redazione
25/05/2013
Natalia, il Prefetto acquisita tutta la documentazione necessaria, sulla base delle risultanze istruttorie, invia al Comitato, entro il termine di sessanta giorni dalla data di presentazione o di ricevimento della domanda, un dettagliato rapporto sulla sussistenza dei presupposti di accesso al Fondo. Il Comitato, entro trenta giorni dal ricevimento degli elementi istruttori e del rapporto del prefetto, delibera sulla domanda. Tale termine può essere prorogato di trenta giorni nei casi in cui il Comitato ritenga di procedere direttamente ad ulteriori atti istruttori o di richiederli al prefetto (D.P.R. n. 455 del 16-08-1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 3 dicembre 1999, n. 284).

23948 - natalia scalisi
23/05/2013
Quanto tempo ha la Prefettura per completare l'istruttoria per accesso a fondo di solidarietà per le vittime di usura o estorsione e in quale art. di legge questo è contemplato. Vi ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata