Modello per esenzione o rimborso imposte fra società consociate

Descrizione
Modello per l'esenzione o il rimborso dell'imposta italiana su interessi e canoni pagati fra società consociate di Stati membri diversi (direttiva 2003/49/CE).

Tags:  transfrontaliero imposizione canone esenzione rimborso imposta società interesse

Formati
PDF
Note
La direttiva 2003/49/CE, recepita con decreto legislativo 30 maggio 2005 n. 143, prevede un regime di esonero dall'imposta sugli interessi e i canoni pagati tra società consociate all'interno dell'Unione Europea ed ha lo scopo di eliminare, nei pagamenti transfrontalieri tra società appartenenti allo stesso gruppo, i fenomeni di doppia imposizione, la cui sussistenza costituisce a tutt'oggi un ostacolo al consolidamento del mercato unico.

Il direttore dell'Agenzia delle Entrate, con provvedimento n. 2008/7077 del 15 gennaio 2008, ha approvato un modello, corredato di note illustrative ed utilizzabile per ambedue le tipologie di reddito, sulla base di quanto previsto dall'articolo 26 quater, comma 7 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, introdotto dal citato decreto legislativo.

Il modello è stato predisposto anche in lingua francese ed inglese.

Il modello è strutturato in modo da contenere sia la dichiarazione che deve fornire il beneficiario dei redditi residente in uno Stato membro circa la sussistenza dei requisiti prescritti sia la certificazione dell'autorità fiscale estera in ordine alla residenza ovvero all'esistenza della stabile organizzazione.

Può essere utilizzato per ottenere direttamente l'esenzione da parte del pagatore dei redditi oppure il rimborso dall'amministrazione fiscale italiana, nel caso in cui la ritenuta sia stata già effettuata.

Se, al momento del pagamento, non è ancora decorso il periodo minimo di un anno di detenzione dei diritti di voto, la ritenuta deve comunque essere operata ed è ammessa soltanto la possibilità del rimborso (vedi circolare della Direzione Centrale Normativa e Contenzioso n. 47/E del 2 novembre 2005, par. 2.2.1).

Il modello può essere utilizzato anche dai soggetti residenti in Svizzera, in applicazione dell'Accordo tra la Comunità europea e la Confederazione svizzera sui redditi da risparmio, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell'UE n. L 385 del 29.12.2004, che stabilisce, tra l'altro, l'estensione alla Confederazione elvetica del regime di tassazione previsto dalla direttiva n. 2003/49, per la cui applicazione si è predisposto l'allegato modello.

Fonte: www.agenziaentrate.it
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità