Come fare un esposto contro i falsi poveri

esposto falso povero, finto povero

Quante volte abbiamo sentito in tv o letto sui giornali di persone che hanno usufruito di prestazioni sanitarie in esenzione dal ticket, in alcuni casi per esami strumentali molto costosi, certificando falsamente di avere redditi al di sotto delle soglie previste dalla legge.

Oppure di persone che grazie a false attestazioni di indigenza hanno beneficiato di alloggi ed utenze domestiche (acqua, elettricità e gas) gratuiti a carico dell’Amministrazione comunale oltreché dell'esenzione dalla tassa sui rifiuti. Salvo poi scoprire, al termine di accurati controlli effettuati dalla Guardia di Finanza, che si trattava di professionisti affermati o imprenditori facoltosi, in possesso di auto di grossa cilindrata e importanti proprietà immobiliari o che avevano la disponibilità di ingenti somme depositate su conti correnti e libretti di risparmio.

In questi anni lo Stato ha fatto qualcosa, forse poco aggiungiamo, per mettere a punto meccanismi in grado di eseguire controlli più rigidi ed automatici. Ma va anche aggiunto che smascherare queste frodi è anche un dovere morale e civile di tutti noi cittadini.

Per cui se abbiamo appreso che una certa persona beneficia ad esempio di prestazioni sociali agevolate (esenzione pagamento libri scolastici, mensa scolastica, rette universitarie agevolate, ecc.), pur sembrando il suo tenore di vita assai superiore alla soglia necessaria per accedere a tali benefici (perché in possesso di immobili, collaboratori domestici, auto di lusso, ecc.), non esitiamo a fare un esposto alla Guardia di Finanza. Si può chiamare il 117, un numero gratuito, attivo 24 ore su 24, oppure compilare questo modulo che la stessa GdF ha messo a punto per questo particolare tipo di reato.

Oltre ad una copia fotostatica di un valido documento di riconoscimento ricordatevi di allegare ogni possibile documento probatorio di cui siete in possesso (documenti, fotografie, filmati, ecc).

Documenti correlati



45540 - iepure cristina
12/05/2016
Buon giorno. Vorrei sappere come e' possibile che una persona paghi 2000 euro di mantenimento avendo una busta paga di 1600, in più pagando affito e spese di sussistenza. Questo segnifica che c'è lavoro in nero o no? Esistono soldi non dichiarati o no? Aspetto una risposta, dove rivolgermi x la denuncia, grazie.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata