Esenzione ticket E01: il modulo per ottenerla

Formati
DOC
PDF   Figlio con età inferiore ai 6 anni
PDF   Persona con età superiore a 65 anni
DOC
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Autocertificazione del diritto all’esenzione dal pagamento del ticket per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale per motivi di reddito.

Esenzione ticket per reddito: cosa significa

Per taluni individui che versano in particolari condizioni economiche, lo Stato riconosce il diritto all'esenzione del ticket sanitario. Questo significa che il cittadino può fruire 

  • delle prestazioni di diagnostica strumentale (ecografia, radiografia, risonanza magnetica, elettrocardiogramma, spirometria, ecc.);
  • degli esami di laboratorio (sangue, urine, ecc.);
  • di altre prestazioni specialistiche ambulatoriali garantite dal Servizio sanitario nazionale

senza pagare un solo euro.

L'esenzione per reddito riguarda anche i farmaci?

La risposta è no, nel senso che i medicinali di fascia A, ossia quelli che il SSN considera essenziali o che sono impiegati per il trattamento di patologie croniche (ad es. alcuni tipi di antibiotici) sono gratuiti per il paziente, indipendentemente dalla sua condizione economica. 

A tal riguardo, tuttavia, c'è da precisare che alcune Regioni hanno introdotto un ticket anche sui farmaci di fascia A (una quota fissa per confezione o per ricetta) ed hanno autonomamente individuato le categorie di soggetti esenti da tale ticket, tra i quali, talvolta, gli esenti per reddito. Per sapere la tua regione ha adottato un simile provvedimento e quali sono coloro che sono tenuti al pagamento, devi rivolgerti ASL o alla direttamente agli uffici regionali.

Discorso contrario può essere fatto per i medicinali di fascia C, che sono a pagamento per tutti gli assistiti, compresi gli assistiti esenti per malattia cronica.

È sufficiente un basso reddito per avere l’esenzione ticket sanitario?

La risposta è no. Infatti oltre ad avere un reddito inferiore al limite previsto dalla normativa, ai fini dell’esenzione occorre anche soddisfare, come vedremo meglio nel successivo paragrafo, determinate condizioni 

  • personali (età minore dei 6 anni o maggiore dei 65) o
  • sociali (stato di disoccupazione, titolarità di una pensione al minimo o sociale).

Esenzione ticket per reddito: categorie di beneficiari

  • CODICE E01: cittadini di età inferiore a 6 anni e superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo complessivo non superiore a 36.151,98 euro;
  • CODICE E02: disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;
  • CODICE E03: titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico;
  • CODICE E04: titolari di pensioni al minimo di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Le soglie di reddito non sono adeguate annualmente. Per il loro adeguamento, infatti, occorrerebbe una modifica della legge.

L’esenzione per reddito si estende anche ai miei familiari?

No se l'esenzione riguarda il codice E01. Invece l'esenzione per reddito spettante ai disoccupati (E02) e ai titolari di pensione sociale (E03) o minima (E04) spetta anche ai familiari fiscalmente a carico.

Quale reddito considerare ai fini dell'esenzione ticket?

Occorre considerare il reddito complessivo di tutti i componenti il nucleo familiare, chiaramente riferito all'anno precedente. Può essere desunto dai modelli relativi alla Certificazione Unica, al 730 oppure all'Unico.

Per "nucleo familiare" si intende il nucleo rilevante a fini fiscali, composto dall'interessato, dal coniuge non legalmente separato e dagli altri familiari fiscalmente a carico.

Ricordiamo che per essere considerati "familiari fiscalmente a carico" occorre essere titolari di un reddito annuo inferiore a 2.840,51 euro.

Esenzione ticket per disoccupati

Come si è visto possono fruire dell'esenzione ticket anche i disoccupati che rientrano in determinate fasce di reddito.

Va precisato, tuttavia, che può considerarsi disoccupato colui che

  • ha cessato un'attività di lavoro dipendente (per licenziamento, dimissioni …) ed è iscritto al Centro per l’impiego
  • è in mobilità.

Al contrario NON può considerarsi disoccupato chi

  • non ha mai lavorato
  • ha cessato un’attività di lavoro autonoma
  • è in cassa integrazione, sia essa ordinaria che straordinaria.

Come detto l'esenzione ticket per disoccupati opera se oltre allo status di disoccupato il soggetto appartiene ad un nucleo familiare con un reddito complessivo lordo riferito all’anno precedente non superiore a Euro 8.263,31 aumentato a Euro 11.362,05 in presenza di coniuge non legalmente ed effettivamente separato, ulteriormente incrementato di Euro 516,46 per ogni figlio a carico. L’esenzione è estesa anche ai familiari a carico.

Esenzione ticket 65 anni

L'esenzione viene rilasciata con validità illimitata, ma ogni anno l’assistito è tenuto a verificare che le sue condizioni reddituali rimangano tali da poter aver diritto a tale esenzione, ovvero di non superare il tetto di 36.151,98 euro per il nucleo familiare. Qualora si accorga di superare tale tetto, è tenuto a darne comunicazione all’azienda, richiedendo la revoca del certificato.

Come beneficiare dell'esenzione ticket per reddito

Affinché il paziente possa fruire dell’esenzione ticket sanitario per reddito, è sufficiente che il medico prescrittore (medico di famiglia, pediatra di libera scelta o specialista del SSN) riporti il codice di esenzione (E01, E02 ...) nell’apposito spazio della ricetta.

La lista delle persone esenti è fornita dall'Anagrafe Tributaria attraverso il sistema della Tessera Sanitaria. Dunque il medico può facilmente verificare al proprio computer se il paziente ha diritto o meno all'esenzione ticket per reddito.

Se il paziente non ha diritto non deve fare nient'altro che contrassegnare la casella sulla ricetta con la lettera "N" (non esente).

Validità dell'esenzione

In tutti i casi, ad eccezione di quelli in cui l’assistito ha età superiore ai 65 anni, il certificato ha validità fino al 31 dicembre dell’anno in corso.

Per i bambini di età inferiore ai 6 anni, il certificato ha validità fino al 31/12 e comunque non oltre il giorno del compimento dei 6 anni di età.

Per gli assistiti di età superiore ai 65 anni, il certificato ha validità illimitata, o comunque fino ad eventuale comunicazione di cambiamento della condizione reddituale da parte dell’assistito.

Per gli assistiti che hanno l’assistenza temporanea (es: presso azienda diversa da quella di residenza), la validità del certificato non può superare la data di scadenza dell’assistenza.

Perde immediata validità in tutti i casi in cui le condizioni in essa dichiarate non sussistano più (ad esempio per cessato godimento della pensione sociale o minima, errata indicazione del reddito posseduto nell’anno precedente, ecc.).

Il dichiarante è tenuto a dare immediata comunicazione del venir meno delle condizioni per beneficiare dell’esenzione.

Quando usare l’autocertificazione esenzione ticket per reddito

Coloro che 

  • non hanno l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi (pensionati al minimo e pensionati sociali) 
  • risultano disoccupati; 
  • non risultano presenti nella lista in possesso del medico, pur avendo i requisiti per l’esenzione ticket per reddito

devono autocertificare annualmente il reddito percepito nell’anno precedente presso la ASL di residenza che rilascia un apposito attestato. 

I disoccupati devono autocertificare anche lo stato di disoccupazione, impegnandosi a comunicare qualsiasi variazione del proprio stato.

Cosa fare se il mio nome non è nell'elenco degli esenti?

Se il tuo medico curante ti conferma che il tuo nome non è presente nella lista degli esenti per reddito, ma tu ritieni di aver comunque diritto (perché sei stato licenziato, oppure il tuo reddito è più basso di quello che risulta all'Agenzia delle Entrate), puoi recarti alla tua Asl (quella del luogo di residenza) con il modulo autocertificazione esenzione ticket per reddito in questa scheda debitamente compilato.

A quel punto la Asl ti rilascerà un certificato provvisorio di esenzione per reddito

Tags:  autocertificazione sanitaria ticket sanitario

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità